Edizione n° 5339

BALLON D'ESSAI

AL VOTO  // Sostenibilità a tutto tondo. L’idea di paese per Filippo Barbano
17 Maggio 2024 - ore  15:14

CALEMBOUR

MATTINATA // Gianfranco Prencipe assolto da ricettazione targhe di nazionalità tedesca. Virale dopo videoclip
15 Maggio 2024 - ore  11:07

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Foggia. Approvata in Consiglio istituzione registro bigenitorialità

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
27 Febbraio 2020
Foggia //

Foggia. La legge 54 del 2006 ha sancito il principio della bigenitorialità, ovvero il diritto di un figlio a fruire dell’apporto educativo e affettivo di entrambi i genitori, ricevendo cura, educazione, istruzione da entrambi anche qualora siano separati o divorziati. Diritto dal carattere tra l’altro inviolabile.  A distanza di oltre 10 anni dalla riforma, tali diritti non hanno trovato concreta applicazione, come constatato da organi terzi quali il Miur o l’Istat, il che rende fondamentali iniziative come il registro della bigenitorialità già istituito in comuni come Milano, Bologna, Parma, Torino e presto anche a Foggia, poiché così ha deciso il consiglio comunale indirizzando l’operato dell’amministrazione con una mozione a firma del consigliere e segretario provinciale di Forza Italia Raffaele di Mauro

“La sollecitazione ad occuparmi di un tema così importante – dice di Mauro – mi è arrivata dall’associazione Sei Forte Papà che con il suo Presidente Sergio Turi segue moltissimi casi in cui spesso si interrompe quel rapporto educativo e affettivo fra padri e figli a causa di un matrimonio finito male. Ma a pagarne le spese non devono mai essere i minori”. 

Ma come funzionerà il registro? Nel registro, tenuto dal Comune, verranno iscritti i figli di genitori con residenze diverse, qualunque ne sia il motivo. Su richiesta anche di un solo genitore sarà riportato il domicilio di entrambi – pur rimanendo unica la residenza – così le comunicazioni che riguardano il minore saranno spedite ad entrambi i genitori, si pensi alle prestazioni sanitarie, al consenso medico pediatrico, alla pagella, le iscrizioni scolastiche, i colloqui, eventi religiosi, tutto ciò che riguarda – insomma –  i momenti di crescita e di vita del bambino che così potrà condividerli sia con la mamma che con il papà. “L’istituzione di questo registro – continua di Mauro – penso sia un segnale di grande civiltà nei confronti delle persone e delle famiglie che si trovano in condizioni di disagio, ma soprattutto nei confronti dei minori che troppo spesso subiscono passivamente il malessere e le sofferenze che derivano dalle separazioni e mi auguro possa essere anche uno strumento in grado di attenuare i risentimenti e abbassare le conflittualità fra ex coniugi”. Soddisfatto il presidente  dell’Associazione “Sei forte papà” Sergio Turi che vede questo solo come il primo passo di tanti che ancora se ne possono fare per aiutare e migliorare i rapporti genitori figli. “Ringrazio il consiglio comunale – dice Turi – per aver avuto la giusta sensibilità per accogliere questa proposta, interpretando l’esigenza di tanti papà”. 

L’associazione “Sei forte papà” sarà a disposizione di quei genitori che vorranno informazioni sul registro tramite il suo sito internet www.seifortepapa.it o il suo contatto telefonico 391 3144524. 

FORZA ITALIA – Coordinamento provinciale di Foggia Settore “Comunicazione ed immagine” Ufficio Stampa

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.