Edizione n° 5344

BALLON D'ESSAI

SINDACO // Decaro celebra unione vigilesse, ‘sosteniamo amore e libertà’
23 Maggio 2024 - ore  00:12

CALEMBOUR

PROSTITUZIONE // Bari: baby prostitute, “Si guadagnavano anche mille euro a serata”
22 Maggio 2024 - ore  17:29

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

PASTI Foggia. Cucine ospedaliere: “Chiusura imminente e preoccupazione per i lavoratori”

L'Unione Sindacale di Base - Lavoro Privato Puglia esprime preoccupazione per la qualità dei pasti

AUTORE:
Giovanna Tambo
PUBBLICATO IL:
27 Febbraio 2024
Economia // Foggia //

La gara regionale per la gestione dei pasti nelle strutture ospedaliere della provincia di Foggia ha recentemente concluso, con la Ladisa spa di Bari che si è aggiudicata il lotto per l’intera provincia. Tuttavia, emergono preoccupazioni e interrogativi riguardo a presunte anomalie nel processo e alle possibili conseguenze sociali per i dipendenti delle cucine ospedaliere.

Nel corso degli anni, diverse criticità sono state sollevate nei confronti di InnovaPuglia, la stazione appaltante, sia per la strutturazione della gara regionale unica che per il potenziale impatto negativo sui lavoratori attualmente impiegati nelle cucine ospedaliere. Il bando è stato redatto sulla premessa che la maggior parte delle cucine ospedaliere fosse inagibile, giustificando così l’introduzione di un unico centro cottura provinciale che dovrebbe servire un’ampia area geografica da Vieste a Volturara.

Sorge la domanda su quali analisi di studio siano state effettuate per dichiarare inidonee le cucine ospedaliere, ancora funzionanti ad oggi. Se tali strutture erano realmente inadeguate, perché non sono state chiuse immediatamente? La dichiarazione di inagibilità sembra sollevare dubbi sulle decisioni prese.

Un’ulteriore anomalia riguarda la doppia “Attestazione di intervenuta efficacia del provvedimento di aggiudicazione” notificata da InnovaPuglia alla Ladisa spa, al Dipartimento Salute della Regione Puglia e alle Direzioni Generali delle ASL. Le date di notifica, 30 novembre 2023 e 2 febbraio 2024, sollevano interrogativi sulla motivazione della seconda notifica, attribuita a nuove esigenze aziendali.

La mancata attivazione del centro cottura provinciale, nonostante sia un requisito fondamentale per l’aggiudicazione della gara, potrebbe essere la causa di tali complicazioni. La seconda attestazione potrebbe essere finalizzata a regolarizzare i requisiti necessari per la gestione del servizio.

Un aspetto critico riguarda i lavoratori delle cucine ospedaliere, la cui numerosità potrebbe subire una drastica riduzione a causa della modalità di preparazione dei pasti, con cuocitura e congelamento. La mancanza di incontri preventivi da parte delle Direzioni Generali, in particolare ASL FG e Il Policlinico Riuniti di Foggia, per discutere delle prospettive per i lavoratori e garantire una tutela preventiva, suscita preoccupazioni.

L’Unione Sindacale di Base – Lavoro Privato Puglia esprime preoccupazione per la qualità dei pasti, affermando che la modalità di cottura potrebbe influire negativamente sulla somministrazione di cibo ai pazienti. L’organizzazione sindacale si augura che coloro che hanno preso decisioni critiche possano sperimentare personalmente la qualità dei pasti cucinati, congelati e scongelati.

In conclusione, emerge un quadro complesso e preoccupante riguardo alla gestione delle cucine ospedaliere nella provincia di Foggia, con domande aperte e richieste di chiarezza da parte degli attori coinvolti.

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.