Edizione n° 5400

BALLON D'ESSAI

ANTIFASCISTE // Cerignola, il 25 luglio la “Pastasciutta antifascista” su Terra Aut
17 Luglio 2024 - ore  13:55

CALEMBOUR

TASK FORCE // Le ricerche di Antonio Draicchio, dopo 7 giorni, sono state interrotte come da prassi di legge
17 Luglio 2024 - ore  14:39

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

SANITA' Cerignola: chiusura del reparto di rianimazione, “La salute è minacciata”

La nota stampa a firma di Margherita Setteducati, coordinatrice territoriale del gruppo

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
27 Maggio 2024
Cerignola // Cronaca //

Cittadinanzattiva APS Puglia è stata informata che il reparto di Rianimazione dell’ospedale “G. Tatarella” di Cerignola è a rischio chiusura.

Di seguito, pubblichiamo la dichiarazione di Margherita Setteducati, coordinatrice territoriale del gruppo:

«La preoccupazione e l’indignazione tra cittadini e operatori sanitari stanno crescendo rapidamente. La mancanza cronica di specialisti sta portando a una situazione critica.

Invece di rafforzare il reparto, sembra che l’ASL FG stia considerando la chiusura, una decisione che avrebbe gravi conseguenze per la nostra città e oltre. La chiusura potrebbe infatti portare al declassamento dell’ospedale, compromettendo ulteriori servizi per gli utenti.

La progressiva riduzione del Servizio Sanitario Nazionale rappresenta una minaccia per la salute di tutti i cittadini.

Il Tribunale dei Diritti del Malato di Cittadinanzattiva Cerignola sta richiedendo un incontro con il Direttore generale dell’ASL di Foggia per tentare di scongiurare la chiusura del reparto con ogni mezzo possibile.

Facciamo un appello accorato ai dirigenti locali, provinciali e regionali affinché trovino soluzioni adeguate e tempestive per garantire il funzionamento del reparto di Rianimazione a Cerignola. È fondamentale sottolineare che questo reparto supporta altri reparti dell’ospedale impegnati quotidianamente in interventi chirurgici.

I cittadini non possono rimanere spettatori silenziosi del deterioramento dei servizi sanitari locali! Sentiamoci tutti coinvolti e lesi nel nostro diritto alle cure e alla salute!»

Lo riporta Cerignolaviva.it

Lascia un commento

“L'amore ha anche questo in comune con la poesia: che, quando ci si spiega, si è perduti.” MARIO ANDREA RIGONI

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.