Foggia

Piano di Rientro e Consuntivo, Longo e Agostinacchio bocciano


Di:

Il sindaco di Foggia Gianni Mongelli (St)

Foggia – “LE preoccupazioni evidenziate in passato dal dott. Di Cesare, capo dell’Ufficio Finanziario del Comune di Foggia, hanno trovato puntuale riscontro nelle verifiche e nelle conseguenti decisioni del Collegio dei Revisori dei Conti, che, all’unanimità, ha bocciato sia il piano di rientro che il conto consuntivo”. A dirlo in una nota il consigliere di minoranza, del Comune di Foggia, Bruno Longo.

“A nulla rilevano le odierne dichiarazioni del dott. Di Cesare, che, stando a notizia di stampa, avrebbe abbandonato le precedenti posizioni pessimistiche sulla situazione economico – finanziaria del Comune di Foggia; senza però modificare la sua precedente relazione al consuntivo, sostanzialmente in linea con l’operato dei revisori””.

“La Destra esprime perplessità sulla capacità del centro – sinistra di risolvere i problemi della città di Foggia che vive una grave crisi politica ed amministrativa. Le dimissioni del Sindaco di Foggia devono essere chiarite, né pare possibile che la vicenda possa essere chiusa con le mozioni di affetto, tardive, che i partiti di centro – sinistra si affannano ad esprimere in questi giorni, finanche ricorrendo a falsi sulle responsabilità. In un momento così drammatico l’eventuale ritiro delle dimissioni confermerebbe l’ipotesi della strumentalità delle stesse in aperto contrasto con la responsabilità che deve ispirare l’operato di chi governa”.

“La Destra non può non prendere atto del fatto che il Collegio all’unanimità si è pronunciato su un documento, il piano di rientro, al quale la Corte dei Conti annette particolare importanza per il futuro della comunità foggiana. Oggi il Sindaco, che certamente conosceva le conseguenze del suo gesto, deve dare prova di coerenza, altrimenti le dimissioni apparirebbero una farsa diretta più al consolidamento di equilibri interni che al bene della comunità. Deve essere ridata voce agli elettori anche perché, si legge, autorevoli esponenti dichiarano che la gestione commissariale non inciderebbe sul dissesto più di quanto incida l’operato dell’attuale governo. La Destra inviterà i cittadini per evidenziare proposte e per denunciare l’operato del centro-sinistra, che ha governato la città dal 2004 ad oggi: centro-sinistra al quale va attribuito in via esclusiva sulla base di documenti inoppugnabili la responsabilità dell’attuale gravissima situazione.”


Redazione Stato@riproduzione riservata

Piano di Rientro e Consuntivo, Longo e Agostinacchio bocciano ultima modifica: 2012-07-27T21:16:45+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This