CronacaStato news

Ex Lsu Ata, sit-in Cobas Brindisi


Di:

Brindisi – Il Cobas del Lavoro Privato di Brindisi organizza un sit-in dei lavoratori ex Lsu Ata impegnati nelle scuole per Lunedì 28 Luglio a partire dalle ore 8,00 davanti il Provveditorato agli studi per protestare contro la collocazione forzata in ferie senza nessuna comunicazione da parte dell’azienda , senza sapere quando avverrà l’ eventuale rientro.

Una delegazione di lavoratori chiederà un incontro con il Provveditore agli studi di Brindisi a cui esprimere il proprio disappunto da inoltrare al Ministero della Istruzione e chiedere informazioni su quando si tornerà a lavoro nelle scuole. Si doveva ritornare a lavoro il 1 Luglio ,così come prevedeva il pessimo accordo fatto dal Governo con i sindacati confederali che sta provocando tantissimi problemi. Addirittura accaduto che di fronte alle proteste di lavoratori della provincia di Lecce presso la ditta Leader Service perché non paga gli stipendi questa chiama la polizia per cacciarli dagli uffici baresi.

Il Governo ha deciso nei mesi scorsi, di fronte alle grandi proteste dei lavoratori, di spendere 1 miliardo di euro in 2 anni, abbassando le ore di pulizia e aggiungendo i lavori definiti di decoro, prelevati tra l’altro da fondi europei per l’edilizia scolastica. Creando anche sovrapposizioni con chi oggi già realizza quei lavori di manutenzione.

Alla fine dei 2 anni ci si ritroverà tutti a casa belli e licenziati.
Alle nostre contestazioni realizzate a Lecce al Ministro del Lavoro Poletti questi è stato costretto a rispondere affermando che lui quell’accordo lo ha trovato pronto e che lo ha dovuto applicare. Pur sapendo che 1 miliardo di euro in 2 anni non sarebbero stati spesi nel migliore dei modi. Per noi c’è ancora tempo per aggiustare le cose e dare un dignitoso posto di lavoro a chi di fatto lo ha perso.

(Brindisi 27.07.2014 – Per il Cobas del Lavoro Privato Roberto Aprile)

Redazione Stato

Ex Lsu Ata, sit-in Cobas Brindisi ultima modifica: 2014-07-27T13:11:27+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This