ManfredoniaStato news

Manfredonia, investiti due bimbi in bicicletta, fratture alle gambe


Di:

Manfredonia – UN’AUTO ha investito ieri, verso le 22 e 30, due bambini in bicicletta.

Da raccolta dati, i fatti sono avvenuti all’altezza di via Dante Aligheri, zona ex Tribunale a Manfredonia. I bambini feriti, di 12 e 8 anni, entrambi sulla bicicletta, avrebbero svoltato improvvisamente con successivo impatto dell’autovettura condotta da un 30enne (classe 1985). L’uomo ha prestato immediatamente i soccorsi. Sul posto i carabinieri di Manfredonia e personale del 118. Negativo l’alcool test sul guidatore del mezzo.

Per i due bambini – attualmente ricoverati a San Giovanni Rotondo – traumi e fratture alle gambe ma non sono pericolo in vita.

Redazione Stato@riproduzioneriservata

Manfredonia, investiti due bimbi in bicicletta, fratture alle gambe ultima modifica: 2014-07-27T12:08:43+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
29

Commenti


  • schizzo

    (perchè,ndr) i genitori dei bimbi li lasciano da soli sulla strada, (?,ndr) e poi io li vedo (i ragazzini, generico,ndr) che vanno sulle bici senza controllo


  • civiltà

    Spesso i bambini sono abbandonati a loro stessi… per non parlare dei ragazzini completamente rincogl…ti dagli Smart Phone. .. che spesso attraversano all improvviso con la testa nel telefono. .. la colpa non è solo degli automobilisti, anche se a dire il vero come si guida da schifo a Manfredonia non si guida da nessuna parte nel mondo… (forse solo in Egitto)


  • agguerrito

    8 e 12 anni alle 23 ancora in giro……… ..
    ma come si fa……


  • l.e.f.

    Caro/a civiltà, ……..evidentemente non sei riuscito a spostarti da Manfredonia per capire che ce di peggio.se un ragazzino di un metro di altezza che attraversa la strada in mezzo a file di macchine, magari in divieto di sosta tanto per cambiare, mi spieghi come fa ad evitare l’impatto con tutta la buona volontà di questo mondo?e soprattutto che colpa ha se i genitori, anziche vigilare sui propri figli pensano ad altro? maggiore coerenza ci vuole anche in quello che scrivi, oltre al nome che porti…saluti


  • Anonimo

    Non voglio dare colpe a nessuno e a tutti nello stesso tempo.Manfredonia manca di una pista ciclabile e di misure atte a regolamentare il traffico sulle due ruote….tante pubblicità e tanto fumo negli occhi e basti vedere che fine hanno fatto le bici che il comune ha predisposto in alcune zone della città e scarsamente utilizzate anche grazie alla complessità del loro utilizzo….complimenti a coloro che hanno complicato le cose semplici e rese insopportabili !!!
    Auguro ai due bambini di riprendersi e che possano ritornare a pedalare su tratti destinati alle bici come si conviene ad una città detta turistica e a misura di bambino !


  • Tino Sapiente

    La riflessione sulla disgrazia non l’ha fatta nessuno. Tutti additano tutti e tutti hanno sempre razione. La ragione sta nel mezzo. Da una parte gli automobilisti debbono viaggiare con prudenza e dall’altra parte bisogna educare i ragazzi.
    Leggendo i commenti ho notato molta cattiveria e poca comprensione.


  • WILLER

    Cari signori è facile additare subito i genitori. Quello che è successo è straziante e in questi momenti la colpa non bisogna addossarla senza sapere bene i fatti. Uno dei bambini .. è il figlio di una signora che lavora (nei pressi,ndr) e certamente non ha la fortuna di avere una TATA (termine usato dagli snob) che lo potesse accudire quindi per sbarcare il lunario cerca di conciliare il lavoro con il ruolo di mamma e come sapete i bimbi di oggi sono molto vivaci. Dovevate essere presenti e capire la situazione, vedere una mamma con copricapo e grembiule disperarsi nel vedere il proprio figlio che non dava segni di vita fino a quando non è arrivata l’ambulanza. In ginocchio chiedeva di dire un Ave Maria perchè in quel momento era molto disperata conscia del fatto che suo figlio poteva non esserci più. Il padre non lo so cosa faccia ma probabilmente anche lui lavorava.

    Oltre ai due bambini ce ne era un terzo che piangeva disperatamente perchè amico dei due ed ha assistito all’incidente. Il suo pianto era interrotto da brevissimi momenti di pausa mentre spiegava l’accaduto poi ricominciava in modo straziante a piangere. E poi c’era il giovane autista completamente sotto shock che non sapeva cosa fare alternando lo sguardo tra i bimbi e la mamma dimostrando terrore per quello che era successo. In questi casi tutti sono vittime e nessuno è colpevole (anche se, secondo il lettore, si dovrebbe provvedere a,ndr) rendere la strada sicura perché la stessa è scarsamente illuminata, inoltre, gli alberi non vengono potati e i loro rami peggiorano l’illuminazione perché coprono il fascio di luce. Io sono contento che comunque i bambini non sono in pericolo di vita e che dopo questo spavento credo che non oseranno distrarsi nella guida delle bici. Un augurio particolare lo lascio a quella MAMMA che ha attraversato il momento più brutto della sua vita perché superi lo shock subito.


  • WILLER

    Cara redazione, nascondere i veri colpevoli non migliorerà questa città e comunque l’accusa è generica e non personale. Il giornalismo deve essere libero dai potenti e non di parte.


  • Redazione

    Buonasera sig. Willer; abbiamo apprezzato molto il suo intervento, ma lei fornisce un dato quale certezza, relativamente all’unico colpevole dei fatti (individuabile in maniera oggettiva); di conseguenza, il suo intervento sarebbe potuto essere oggetto di querela da terzi; ci saranno i dovuti accertamenti per stabilire la reale dinamica dei fatti e le relative responsabilità; tutto questo con il “giornalismo libero” non c’entra assolutamente nulla; perchè non si tratta di “giornalismo” o di censura; semplicemente non può attribuire la colpevolezza a nessuno tanto per la questione giuridica indicata quanto per i citati accertamenti ma soprattutto in segno di rispetto per quanto avvenuto; certi di una sua comprensione, le auguriamo una buona serata confidando in una celere guarigione dei bambini feriti a causa dell’incidente; a presto; Redazione Statoquotidiano.it – segreteria@statoquotidiano.it


  • WILLER

    Grazie per la spiegazione….buon lavoro


  • Redazione

    Grazie, a disposizione, Statoquotidiano.it


  • AZ

    CARO ANONIMO, SUL VIALE DI MANFREDONIA NON C’E’ UNA PISTA CICLABILE, OK..MA DEI BAMBINI CHE ALLE 11 DI SERA ATTRAVERSANO LA STRADA SENZA PENSARCI DUE VOLTE E’ UN ALTRA COSA, ANCHE CON LA PISTA CICLABILE SAREBBE SUCCESSO, ANCHE SE SICURAMENTE SAREBBE STATA INVASA DALLE AUTO PER PARCHEGGIARSI. PERO’ A SIPONTO C’E’ UNA PISTA CICLABILE DI 3 KM SUL MARCIAPIEDE, E IO OGNI MATTINA POMERIGGIO E SERA VEDO GENTE IN BICI PER STRADA, E NON SULLA PISTA CICLABILE, E SOPRATTUTTO CHE SVOLTA SENZA STENDERE IL BRACCIO COME IL CODICE DELLA STRADA STABILISCE. QUINDI PRIMA DI CHIEDERE LE COSE, PENSATE SE LA USERETE MAI LA PISTA CICLABILE. AI BAMBINI AUGURO UNA PRONTA GUARIGIONE POVERINI, PERCHE’ SI SONO ROVINATI L’ESTATE E IL DIVERTIMENTO, E AI GENITORI IN GENERALE DICO: SE VOLETE DEI FIGLI ALMENO ABBIATENE MASSIMA CURA..


  • ezio

    (generalmente,ndr) i GENITORI DEI BAMBINI SONO VITTIME INCOSAPEVOLI DEI PROPRI CARI. ( BICI SENZA FARI .. REGOLE DELLA CIRCOLAZIONE ECC. ECC )


  • civiltà

    X l.e.f.: È chiaro che i bambini non hanno colpe. Hanno 8 e 12 anni. A quell ora dovrebbero essere a casa e a letto invece che x strada e con quelle condizioni meteo. E poi se ho scritto quel che ho scritto è proprio perché ho vissuto per tanti anni fuori ed in varie città. Ti posso assicurare che, con le abitudini manfredoniane, in altre città avremmo almeno 10 di questi “incidenti” ogni giorno. Detto questo ribadisco che a Manfredonia si guida malissimo, si attraversa malissimo e spesso si ripone scarsa attenzione ai propri figli, specialmente nell’educazione di base.


  • sipontinapura

    L’importante è che i bimbi si riprendano e i genitori anche. Questa vicenda per fortuna con un fine non dico lieto ma sicuramente poteva andare peggio deve insegnare qualcosa: prudenza e solidarietà quando accadono tragedie. Poi in quanto all’ave maria pronunciato in strada, be’ quello fa parte dei momenti di disperazione e ognuno reagisce d’istinto, evidentemente era una madre cattolica; qualcun’altro avrebbe bestemmiato, altri magari imprecato, altri ancora urlato, altri rotto qualcosa in preda al panico.


  • Sempre

    X Willer
    Non diamo colpe a nessuno e penso nemmeno ai genitori e alla madre che come dicevi tu era intenta a lavorare
    Ma una cosa è certa dei bambini da soli in bici in giro per le strade alle 11 di sera non è certo normale e giusto,
    Ok la mamma come dici non ha nessuno a chi affidarli ma io dico caspita prendi 2 sedie è tieniteli vicino a te così almeno li controlli
    O sbaglio?
    Perché è ovvio che i bambini se hanno le bici scherzando a vicenda diventano distratti rappresentando un pericolo per se è per altri!
    Perché possono essere un pericolo anche per altri questo non dimentichiamolo


  • Andera ciuffreda

    Sono il papa di uno dei bimbi se nn sapete come passare il tempo vi posso consigliare dei siti di trattenimento ok ? Intanto il 50% delle nottizie sn false del tipo l eta del conducente i numeri dei bimi ecc…visto che mi trovo voglio dirvi dopo aver ascoltato mio figlio ? Che la gente presente nn si e comlortata bene ? Grazie a tutti e ricordatevi che il mondo gira


  • Andrea ciuffreda

    Dimendicavo un altra cosa nn erano le 11 di sera ecc…


  • Redazione

    Buon pomeriggio sig. Ciuffreda; relativamente all’articolo, abbiamo ascoltato le forze dell’ordine intervenute; naturalmente abbiamo riportato un’età indicativa, per il conducente; per i commenti, abbiamo censurato tutti i commenti fuori luogo e abbiamo ribadito, numerose volte, la nostra totale vicinanza per quanto vi è successo; un augurio di cuore per una pronta guarigione dei suoi bambini, a presto; a disposizione; Redazione Statoquotidiano.it – segreteria@statoquotidiano.it


  • angela cinque

    Buon pomeriggio sono la mamma del piccolo di 8 anni che è stato investito esattamente alle 22 e 30 , dico a tutti quelli che si improvvisano esperti nel giudicare io sono mamma di 5 figli per cui ce la necessita di lavorare per soddisfare le necessita primarie della vita,il mio piccolo francesco è un bambino maturo e responsabile per l età che ha , io nonostante lavoro non ho mai abbandonato i miei figli nella strada anzi pur di tenerli sotto i miei occhi lavorano con me , c’è tanta gente che puo testimoniarlo.

    Purtroppo questi incidenti possono accadere a tutti quanti bambini vengono investiti con le mamme sulle strisce pedonali?Il problema è la distrazione dei conducenti con questo non accuso nessuno anzi ringrazio il ragazzo diciottenne per non essere scappato da vigliacco , lui è testimone di ciò che ho vissuto in quei minuti vedendo mio figlio steso a terra x me morto, ma con le suppliche alla Madonna e per volonta del signore mio figlio si è risvegliato.Quindi chiedo a tutti di continuare a pregare per il mio piccolo ometto visto che non è ancora fuori pericolo invece di dare giudizi facili senza sapere e conoscere grazie


  • Redazione

    Signora le siamo tutti vicini con il cuore, in attesa di una totale guarigione del suo bambino; a presto; Statoquotidiano.it


  • angela cinque

    vi ringrazio vi chiedo di pregare anche per il ragazzo che li ha investiti


  • Redazione

    Certo signora; in attesa di buone nuove, un abbraccio, esteso a tutti voi, a presto; Statoquotidiano.it


  • matteo trotta


  • angela cinque


  • giusy di biase

    salve sono una donna di 30 anni di manfredonia, volevo dire ke avvolte il parlare e giudicare le persone forse x certa gente aiuta a passare le giornate e questa e la cosa più scadalosa di questo paese bellissimo.mado un caro saluto a i bimbi con una pronta guariggione.


  • Antonio Beverelli

    Cari amici ed amiche buonasera, che triste notizia, sia per l’ età dei bambini sia perchè li conosco….
    Sono profondamente addolorato perchè ho sentito Angela proprio ora, e mi dice che il bimbo (Francesco) piange ancora oggi per i dolori alla gamba, e non è stato dichiarato fuori pericolo, serve ancora tempo… Anzi, deve subire vari interventi nei prossimi giorni…
    Che notizie tristi, che non vorresti ai leggere, così come non vorresti mai leggere certi commenti….
    Sembra di essere tornato indietro di anni, quando su manfredonia.net tutti attaccavano tutti solo per il gusto di farlo e sfogarsi nei forum……..
    Che tristezza mi fa certa gente!
    Voi non avete idea di quello che sono i genitori di Francesco, e di quello che fanno per i loro figli e per lo Stato italiano, lavorando come animali da soma, senza sosta, da sempre!
    E, poi, accadono tragedie del genere e devono anche subire certi commenti…. Sono esterefatto!
    Posate la tastiera ed uscite di casa, andate a portare conforto ad Angela e Ciro, ne hanno bisogno!!!!!!!!!!!!


  • murgo cinzia

    Non ci sono parole per descrivere quelle persone che si accaniscono contro i genitori… forse perché a loro figli non gli e accaduto mai niente….. io a un bambino di 11 anni mette si stava facendo la doccia nel mio bagno e sbattuto nella vasca ed io sono corsa in bagno e o trovato mio figlio travolto da un mare di sangue con questo voglio dire che e il destino di tutti noi e tutto scritto quello che dobbiamo passare nel percorso della nostra vita .


  • Andrea Ciuffreda

    Angela sn il papa dell atro bimbo …..nn perdere tempo a rispondere a questi oggetti ??? Nn teneacorgi che si vergognano da soli mettendo anomino il messaggio ? Nn teneacorgi che potrebbe essere un gruppo di oggetti dell altra squadra ???? Parlano parlano dei nostri figli cn quale autorita chi siete incontriamoci un po … fatte schifo a nn sapere un cavolo di niente di come quando e petche .. E se pensate che vi devo dare giustificazzioni di come quando e perche avete sbagliato pesce convertitevi e lasciateci in pace mi fatte schiffo vergognatevi togliete lo specchio la mattina in bagno nn vi quardatevi .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This