Cinema

…e la Terra prese fuoco – V. Guest, 1961


Di:

Val Guest (fonte: quatermass2.com)

Questa scheda è spoiler-free: nel rispetto del lettore vergine della visione del film verranno isolate, nell’arco della recensione, eventuali rivelazioni critiche di trama (spoiler) su note a piè pagina, oltre a essere suggerito, a fine articolo, un indice della presenza di punti sensibili nell’opera il cui svelamento accidentale possa incidere su una sua corretta fruizione

Titolo originale: The Day the Earth Caught Fire
Nazione: Regno Unito
Genere: fantascienza

LE temperature si alzano, l’afa uccide, un anno fa rispuntava il terrore per il nucleare. L’inchiostro sporca pagine su pagine di giornali e lo spauracchio della fine del mondo è a pochi mesi. Toni virati violentemente sull’arancione, un uomo grondante di sudore si muove solitario su una strada deserta in una grande città, una voce dagli interfoni avvisa che mancano pochi minuti all’ora X. E’ un giornalista e si trascina in redazione a scrivere forse il suo ultimo articolo.
Cinema o realtà?

Se siete in vena di rispolvero cinefilo, ma avete un brutto rapporto con la sospensione dell’incredulità, The Day the Earth Caught Fire potrebbe essere il film che fa per voi in questi giorni. Val Guest, regista dalla consolidata fama, noto ai cultori per la regia dei primi due capitoli della bellissima saga di Quatermass, firma un film apocalittico di stampo fantascientifico prendendo linfa da paure ataviche rilanciate dagli spaventosi traguardi scientifici. E’ così che il pianeta Terra viene sconvolto da inspiegabili eventi climatici e la stampa prova a tirare le somme forte dell’investigazione di una manciata di giornalisti.

...e la Terra prese fuoco - Locandina

Decorato da un fascinoso bianco e nero – probabilmente all’origine più interessante di quello troppo luminoso dell’edizione dvd – e sorretto dal filtro arancione solo nell’incipit e nel finale per bruciare la visione dello stesso clima torrido, il film di Guest è un piccolo gioiellino della fantascienza catastrofista che pare non accusare i suoi cinquant’anni, e non solo per contenuti. Esempio di cinema in senso stretto, curato in interpretazioni e regia ancor prima che per gli effetti speciali dell’epoca, …e la Terra prese fuoco è un erede ideale, e in una categoria di genere, di un artigianato cinematografico di vecchia scuola, appoggiato ad una narrazione che è anche fatta di verbo, di dialoghi, di parlato. Lo è così tanto che, in senso totalmente opposto rispetto a quanto è uso e costume quotidiano, il suo aspetto dialogico paradossalmente prevale, risalta e deborda il tema portante, assumendo finanche una connotazione invasiva. Il ritmo e la velocità dei dialoghi sono scoppiettanti, a tratti infuocati, più adatti o frequenti in certa commedia d’annata alla Frank Capra o Billy Wilder, un virtuosismo purtroppo non sempre adeguato, che tende a stancare più che a tratteggiare uno stile funzionale. Gli attori sono tutti di buona stoffa, non di meno i secondari, a onore e conferma di un sistema che, anche quando sceglieva la strada del B-movie, si fertilizzava di veri interpreti anziché di giovani rampanti presi dal circo della De Filippi o dei Reality.

Domenica pomeriggio, durante la visione, già agevolato all’immedesimazione dall’attualità dei temi trattati e delle calde condizioni climatiche, si aggiungeva emozione alla constatazione dello scatenarsi, fuori, di un’improvvisa, violenta e duratura bufera di vento, con la stessa sorpresa con la quale venivano colti i protagonisti della pellicola di fronte ad una fragorosa e devastante tempesta.
Per chi crede che un buon film spesso regali più di quanto faccia la vita.
Per chi lo cerca negli anfratti della realtà.
Per chi ama sognare e perdersi nel sogno.
Anche questo è Cinema.

Valutazione: 6.5/10
Spoiler: 6/10


altreVisioni



In Stato d’osservazione

Il cavaliere oscuro – Il ritorno, C. Nolan (2012) – fantastico, terzo capitolo del Batman di Nolan * 29ago
Ribelle – The Brave, M. Andrews & B Chapman (2012) – animazione, Pixar * 5set
Prometheus, R. Scott (2012) – il ritorno di Scott alla fantascienza * 14set

…e la Terra prese fuoco – V. Guest, 1961 ultima modifica: 2012-08-27T23:00:09+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This