Attualità
Un evento raro capitato solo cinque volte nel XX secolo

Occhi al cielo per la ‘superluna di sangue’: un evento raro

La Luna apparirà rosso ruggine e più grande del 14%


Di:

E’ un evento raro quello a cui il mondo assisterà durante la notte tra il 27 e il 28 settembre 2015. Si tratta di un’eclissi di luna molto particolare, un evento raro. Infatti, alzando gli occhi al cielo, sarà possibile ammirare un’eclissi di superluna (l’ombra della Terra oscurerà totalmente la Luna), un fenomeno che -come informa la NASA- nel XX secolo è avvenuto soltanto cinque volte  (1910, 1928, 1946, 1964 e 1982) e la prossima è attesa per il 2033.

La particolarità dell’evento sta nel fatto che il fenomeno raro della superluna avviene in concomitanza di due situazioni: la coincidenza di una Luna piena e il perigeo lunare. Ciò che ne scaturisce è l’effetto ottico di una Luna di dimensioni apparentemente maggiori (in questo caso, del 14%).
Infatti, trovandosi nel perigeo lunare, il nostro satellite sarà ad una distanza minore dalla Terra: 357.000 km, invece dei soliti 384.000.

A dare più enfasi al fenomeno sarà la colorazione rossa che la Luna assumerà. Un colore di un rosso ruggine che le conferirà il nome di “Luna di sangue” (o “Blood Moon” in inglese).
Il motivo è racchiuso nel fenomeno della rifrazione dovuta all’atmosfera terrestre. Infatti, lo strato di gas che ci circonda devierà i raggi solari e, poichè la lunghezza d’onda del rosso viene diffusa in maniera meno efficace rispetto a quella del blu, la Luna apparirà con colori che andranno dal rossastro al marroncino.

Occhi al cielo, quindi, a partire dalle 2.11 (UT) in cui il fenomeno avrà inizio. La copertura totale si avrà a partire dalle 4.11 e terminerà alle 5.23.
Per chi vorrà ammirare l’evento tra le mura di casa, sarà possibile seguire il live streaming offerto dalla NASA o dal Virtual Telescope.

(A cura di Raffaele Salvemini – raffaele.salvemini@live.it)

Occhi al cielo per la ‘superluna di sangue’: un evento raro ultima modifica: 2015-09-27T17:58:51+00:00 da Raffaele Salvemini



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This