Edizione n° 5339

BALLON D'ESSAI

AL VOTO  // Sostenibilità a tutto tondo. L’idea di paese per Filippo Barbano
17 Maggio 2024 - ore  15:14

CALEMBOUR

MATTINATA // Gianfranco Prencipe assolto da ricettazione targhe di nazionalità tedesca. Virale dopo videoclip
15 Maggio 2024 - ore  11:07

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

I finanzieri scoprono un salone per parrucchiere abusivo nella Bat

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
27 Ottobre 2023
BAT // Cronaca //

BISCEGLIE (BAT) – La Guardia di Finanza ha individuato, a Bisceglie (BAT), un salone per parrucchieri completamente sconosciuto al fisco e privo di ogni autorizzazione, da quella sanitaria a quella amministrativa. Oltre che con un servizio di appostamento, la scoperta è avvenuta con il controllo dei database di una società che fornisce energia elettrica, che registrava alti livelli di consumo.

Il negozio era arredato e fornito di ogni strumentazione utile alla cura e al trattamento dei capelli: lavandini professionali, phon, piastre, caschi, shampoo e prodotti di bellezza disponibili per la vendita. Quando i militari sono entrati, hanno trovato clienti in attesa e altre che si stavano sottoponendo alla tinta o alla messa in piega.

Oltre alla titolare, una 49enne di Bisceglie, al lavoro c’erano due impiegate in nero.

Sono state trovate anche due agende: in una erano scritti gli appuntamenti, nell’altra i pagamenti effettuati in contanti. La 49enne ora rischia di essere segnalata all’autorità giudiziaria per esercizio abusivo della professione ed evasione fiscale: sono in corso accertamenti finalizzati a definire il volume di affari annuo.

L’appello dei finanzieri ai cittadini è quello di segnalare situazioni di irregolarità per contrastare il lavoro in nero e l’evasione fiscale che “comportano danni alla comunità”.

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.