Edizione n° 5375

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

VITA Alessia Lasorsa: ecco perché “Nelle notti più buie, tu sei luce”

Una ragazza poco più che ventenne si è salvata attraverso la scrittura

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
27 Novembre 2023
5 Reali Siti // Cultura //

Ordona, Aprile 2022 – In un periodo particolarmente buio, una ragazza poco più che ventenne si è salvata attraverso la scrittura, mettendo nero su bianco i suoi pensieri per poi decidere di pubblicare il suo primo libro. Lei è Alessia Lasorsa, una giovanissima studentessa di Ordona, un piccolo paesino della provincia di Foggia.

Alessia è riuscita, grazie al potere catartico della scrittura, a raccontarsi attraverso una penna e un foglio, dando “vita” al suo “primo figlio” come le piace definirlo, il suo primo libro: “Nelle notti più buie, tu sei luce”.

Il libro narra la storia di Beatrice e della sua breve ma intensa vita, partendo dalla sua infanzia: l’amore dei nonni che l’hanno cresciuta e fatta sentire sempre desiderata come se fosse una figlia, il rapporto burrascoso con suo padre biologico che l’ha lasciata, nonché i problemi legati a tematiche molto attuali: la depressione, il bullismo, l’incapacità di adattarsi alla società moderna che lei vede come sua grande nemica. La protagonista, con grande forza, pagina dopo pagina racconta come lotta e cerca di fare pace con i suoi mostri interiori, con quelli che tutti i giorni incontra all’esterno e con la vita stessa, che non sempre è stata dalla sua parte. Eppure sarà proprio quella vita a far affrontare a Beatrice tutte le situazioni con resilienza e coraggio, ad insegnarle che la sofferenza del passato può, anzi deve, diventare la forza del futuro.

Calcio: Sasso (Lega), Bari e baresi meritano rispetto, De Laurentiis lo ricordi

Chi accompagna Beatrice nella lettura de “Nelle notti più buie, tu sei luce”, può condividere il suo “smarrimento” e la sua stessa sorpresa di fronte alle circostanze inaspettate della vita. Perché chiunque può essere Beatrice: una persona non eccezionale in tutto, ma abbastanza matura da non essersi mai interrogata a sufficienza sulle ingiustizie gratuite ricevute.

Beatrice è la ricerca di un’adolescente uguale a tante ma diversa da tante, poiché capace di sviluppare un pensiero critico, di sbagliare senza avere paura delle conseguenze e di non permettersi mai di giudicare il dolore altrui. Ed è questo che fa chi ha conosciuto il vero dolore: cerca di rendere sereno chi gli sta accanto, con l’unico tentativo di portare un po’ di luce nel suo “buio”.

“Nelle notti più buie, tu sei luce” di Alessia Lasorsa è un vero e proprio inno alla perseveranza.

Un viaggio all’interno delle consapevolezze di ognuno di noi.

Lascia un commento

Un politico pensa alle prossime elezioni, un uomo di stato alle prossime generazioni. (James Freeman Clarke)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.