EventiManfredonia
Cinquanta figuranti e degustazione di prodotti tipici per un evento che lo scorso anno ha registrato ben 6000 visitatori

“Accade in una Grotta”: il ritorno della presepe vivente negli Ipogei

Organizzata dal Gal DaunoFantino in collaborazione con la Parrocchia San Michele, il presepe tornerà il 30 dicembre e il 5 gennaio


Di:

Torna per il secondo anno “Accade in una Grotta”, il presepe vivente che prende forma nella suggestiva cornice degli Ipogei Capparelli, la più grande necropoli paleocristiana del territorio dauno. Organizzata dal Gal DaunoFantino in collaborazione con la Parrocchia San Michele e l’associazione S.C.I.C. (Associazione Socio Culturale Ipogei Capparelli), la rappresentazione vivente vede la comparsa di ben cinquanta figuranti (fornai, pastori, pescatori, fabbri, falegnami e tanto altro), oltre alla possibilità di degustazione di prodotti locali.

Il primo appuntamento nel giorno di Santo Stefano ha già registrato una notevole affluenza:”Una grossa soddisfazione per noi“, afferma il presidente del Gal Michele D’Errico, “perché è importante valorizzare questo sito e stimolare la sua apertura non solo in questa occasione ma anche durante tutto l’anno. Si tratta di una location che potrebbe prestarsi a tanti altri eventi e ha una sua rilevanza storica.”

Il successo della prima edizione, che ha registrato più di 6.000 visitatori, ha incoraggiato il Gal DaunoFantino a tornare ad animare il sito storico. Con una data in più: i prossimi appuntamenti saranno il 30 dicembre e il 5 gennaio, giorno dell’arrivo dei Re Magi.

A cura di Carmen Palma,

Manfredonia 27 dicembre 2018

“Accade in una Grotta”: il ritorno della presepe vivente negli Ipogei ultima modifica: 2018-12-27T09:42:38+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Angela

    Onestamente la notevole affluenza l’ha vista solo il Gal, io ci sono stata ed erano pochissime le persone presenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This