Edizione n° 5343

BALLON D'ESSAI

CHEF // «Innamoratevi di questo mestiere», dalla Puglia l’appello ai giovani chef di tutt’Italia
20 Maggio 2024 - ore  15:19

CALEMBOUR

ESTATE // Trenitalia, al via il Frecciarossa notturno Milano-Lecce
20 Maggio 2024 - ore  15:26

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

"FUORVIANTE" “Giù le mani” Manfredonia, Procura: “Resta intatto impianto accusatorio e gravi indizi per Michele Romito e Michele Fatone”

"Le notizie fornite hanno enfatizzato in maniera fuorviante tali decisioni proponendole come una smentita all'impianto accusatorio"

AUTORE:
Giuseppe de Filippo
PUBBLICATO IL:
28 Marzo 2024
Manfredonia // Politica //

Foggia – Manfredonia. Le notizie fornite hanno enfatizzato in maniera fuorviante tali decisioni proponendole come una smentita all’impianto accusatorio“.

Attraverso una nota a firma del Procuratore Aggiunto Silvio Marco Guarriello, inviata al Procuratore della Repubblica di Foggia e al Procuratore vicario, la Procura di Foggia smentisce notizie relative alla caduta, al ridimensionamento, delle gravità indiziarie relative all’operazione “Giù le mani“, con 7 misure cautelari eseguite il 9 marzo 2024 dai finanzieri della Compagnia di Manfredonia a carico di altrettanti indagati, tra cui alcuni funzionari pubblici in servizio attualmente o in passato presso il Comune sipontino e l’Ase, per le ipotesi di reato di estorsione, concussione e corruzione, peculato, falso, lesioni personali, minacce e violenza privata.

Ieri, 27 marzo, StatoQuotidiano.it aveva correttamente pubblicato notizie relative ai provvedimenti del Tribunale del Riesame e Misure di Prevenzione di Bari in merito alla posizione di alcuni indagati, senza per questo aggiungere analisi o riflessioni sulla sussistenza dei fatti, in attesa del relativo procedimento penale.

Nelle ultime ore organi di stampa locale hanno data notizie circa gli esiti delle procedure dinanzi al Tribunale del Riesame con riferimento all’indagine di cui al procedimento penale che riguarda vicende commesse in Manfredonia e che vedono interessata anche la gestione della pubblica amministrazione comunale“, scrive il Procuratore Garriello.

“Le notizie fornite hanno enfatizzato in maniera fuorviante tali decisioni proponendole come una smentita all’impianto accusatorio”.

Da qui, “uno specifico interesse pubblico alla corretta conoscenza delle vicende procedimentali (come infatti pubblicato da StatoQuotidiano.it,ndr) relative ad una complessa e rilevante indagine che ha avuto ampio risalto negli organi di informazione”.

Nell’ambito del procedimento penale del 27.3.2024 il Tribunale del Riesame pronunciandosi in ordine alle istanze di riesame proposte da Michele Antonio Romito, Grazia Romito, Luigi Rotolo, Michele Fatone, Raffaele Fatone, ha cosi deciso:

-per Michele Antonio Romito ha confermato la sussistenza della gravita indiziaria e delle esigenze cautelari, limitandosi a sostituire la misura cautelare del carcere con altra misura cautelare sempre di tipo detentivo (arresti domiciliari);

-per Grazia Romito e Luigi Rotolo ha “operato la riqualificazione giuridica del fatto loro contestato -da ritenersi, quindi, confermato nella gravita indiziaria – da falsità ideologica commessa in atto pubblico (48-110-479 c.p.) a falsità ideologica commessa in autorizzazione amministrativa (48-110-480), ordinando la rimessione in liberta degli indagati in quanto it titolo di reato, cosi come riqualificato, non consente l’applicazione della misura cautelare di tipo coercitivo”.

-per Raffaele Fatone l’istanza di riesame proposta avverso la gravita, indiziaria e le esigenze cautelari e stata rigettata, permanendo quindi l’applicazione degli arresti domiciliari; per Michele Fatone è stata confermata la misura cautelare della custodia in carcere, anche se vi è stato il parziale accoglimento dell’istanza di riesame limitatamente a soli due dei dieci capi di incolpazione a lui contestati, rimanendo ferma la gravita indiziaria per gli altri otto”.

Non ha proposto Riesame I’indagato Angelo Salvemini.

“Le motivazioni del Tribunale del Riesame saranno depositate entro 45 giorni e l’Ufficio di Procura si riserva di valutare l’eventuale ricorso in Cassazione, in attesa di leggere le motivazioni della decisione, l’impianto accusatorio può ritenersi ampiamente confermato”.

“Occorre evidenziare che le persone sottoposte alle indagini non possono considerarsi responsabili di alcun reato fino alla pronuncia nei loro confronti di una sentenza di condanna definitiva”.

Si attendono aggiornamenti per la posizione del già segretario comunale pro tempore Galantino Giuliana Maria, classe 1959, destinataria della misura di interdizione dai pubblici uffici o servizi per 12 mesi.

focus GIU’ LE MANI

“Terremoto giudiziario” a Manfredonia: 7 misure cautelari. Primo filone: ASE, le intimidazioni (FOTO – VIDEO)

“Terremoto giudiziario” a Manfredonia: 7 misure cautelari. Secondo filone: attività di onoranze funebri (FOTO VIDEO)

“Terremoto giudiziario” a Manfredonia: 7 misure. Terzo filone: il ristorante e il contrasto alla rimozione (foto – video)

“Lo devo scannare come un porco…”. Terremoto giudiziario a Manfredonia, 7 misure cautelari. “I propositi di vendetta”

“Scusa Giuliana, ma perché hai scritto una cosa del genere?”. “Guarda che Luna” e il conflitto di competenze

“Giù le mani”. Ai domiciliari Michele Romito, in libertà sorella Grazia. Resta in carcere Michele Fatone

LE INTERCETTAZIONI – LA TELEFONATA TRA PISCITELLI E ROSSI

10 agosto 2021, Piscitelli a Rossi: “In Comune sistema di condizionamento con rigore scientifico, dirigenti che non stanno all’altezza” (III)

10 agosto 2021, Piscitelli a Rossi: “Potremmo avere qualche avvertimento, sarà un autunno molto caldo” (II)

“ll messaggio era penoso…parla del territorio infiltrato dalla malavita…”. La telefonata tra Rossi e Piscitelli del 10 agosto 2021 (I)

 

5 commenti su "“Giù le mani” Manfredonia, Procura: “Resta intatto impianto accusatorio e gravi indizi per Michele Romito e Michele Fatone”"

  1. Che permalosi!!! Sarebbero dovuti intervenire anche prima cioè quando qualcuno ha enfatizzato l operazione e demonizzato le persone.
    Si sentono infallibili

  2. Amma vedé proprio se rimarrà tutto invariato, fino alla fine di ‘sta storia.
    Intant’ i diretti interessati sapevano tutto già da tempo e si aspettavano questo blitz, grazie a una determinata figura.
    Rendiamoci conto già così di che “personaggi” lavorano nel Comune di Zambredonia

  3. Cari giudici mai come questa volta abbiamo una occasione unica per fare un po di pulizia di politici corrotti in questo territorio, quindi non vi fermate andate avanti e un volta per sempre liberateci di tanti personaggi politici di m….

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.