Edizione n° 5343

BALLON D'ESSAI

CHEF // «Innamoratevi di questo mestiere», dalla Puglia l’appello ai giovani chef di tutt’Italia
20 Maggio 2024 - ore  15:19

CALEMBOUR

ESTATE // Trenitalia, al via il Frecciarossa notturno Milano-Lecce
20 Maggio 2024 - ore  15:26

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

ITTICA Manfredonia, gabbie per l’itticoltura “spostate” alla foce del Candelaro e poi “incendiate” da ignoti

Il legale rappresentante della detta società aveva comunicato che due delle gabbie risultavano essere state incendiate da ignoti

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
28 Marzo 2024
Manfredonia // Primo piano //

MANFREDONIA (FOGGIA) – Gabbie per l’itticultura che si “spostano” da un posto all’altro. La Capitaneria di Porto di Manfredonia, pochi giorni fa, comunicava che, diversamente da quanto segnalato ìn una nota, relativa all’invito rivolto a una società di itticultura perché rimuovesse tre gabbie galleggianti per piscicoltura situate nella spiaggia antistante ad uno stabilimento balneare, le dette tre gabbie in data 13 marzo si erano successivamente riallocate nei pressi della foce del fiume Candelaro, come da evidenziato da rilievi fotografici.

La stessa società comunicava che si sarebbe attivata per la rimozione delle gabbie spiaggiate entro il termine di sette giorni e, con la seconda nota, si informava che in data 16.03.2024 il legale rappresentante della detta società aveva comunicato che due delle gabbie risultavano essere state incendiate da ignoti e, per tale evento, aveva presentato formale denuncia presso la locale Stazione dei Carabinieri.

La società comunicava inoltre che sarebbero iniziate le operazioni di bonifica e rimozione delle gabbie spiaggiate presso la foce del fiume Candelaro – sponda di Siponto, delle quali due danneggiate da incendio.

Peccato che tali gabbie si trovino oltre i margini  stabiliti dalla Concessione Demaniale Marittima alla società.

Per tale ragione la Capitaneria di Porto di Manfredonia ingiunge alla società cooperativa di “sgomberare e rimettere in pristino stato sia lo specchio acqueo oggetto della concessione demaniale ad oggi revocata, sia l’arenile occupato dalle gabbie spiaggiate, nei pressi della foce del fiume Candelaro, senza pregiudizio delle sanzioni penali, entro e non oltre 10 giorni dal ricevimento del presente atto di ingiunzione”.

Avverte inoltre  che in caso di inottemperanza si procederà ad esecuzione forzata, anche con l’ausilio della Forza Pubblica,

1 commenti su "Manfredonia, gabbie per l’itticoltura “spostate” alla foce del Candelaro e poi “incendiate” da ignoti"

  1. ottimo posto per l’itticultura, la foce del Candelaro, uno dei posti più inquinati del golfo di Manfredonia….. geniali

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.