Edizione n° 5400

BALLON D'ESSAI

ANTIFASCISTE // Cerignola, il 25 luglio la “Pastasciutta antifascista” su Terra Aut
17 Luglio 2024 - ore  13:55

CALEMBOUR

TASK FORCE // Le ricerche di Antonio Draicchio, dopo 7 giorni, sono state interrotte come da prassi di legge
17 Luglio 2024 - ore  14:39

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

CRONACA Cerignola: attesa la sentenza sulla vicenda di Donato Monopoli, le parole dei genitori

I giudici dovrebbero pronunciarsi mercoledì 29 Maggio

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
28 Maggio 2024
Cerignola // Cronaca //

Da quando Donato Monopoli, giovane cerignolano, ha perso la vita dopo sette mesi di agonia in ospedale a causa delle ferite riportate durante una rissa in discoteca, i suoi genitori hanno intrapreso una battaglia incessante per ottenere verità e giustizia in una vicenda ancora piena di incertezze.

Nel gruppo Facebook “Giustizia per Donato,” i genitori e gli amici condividono post e immagini per ricordare il giovane Donato, morto in modo tragico durante una serata in discoteca con amici.

Mercoledì prossimo potrebbe essere il giorno decisivo: i Giudici sono attesi a emettere la sentenza di secondo grado, ponendo forse un punto fermo sulla morte del giovane 26enne. I genitori di Donato hanno condiviso un messaggio toccante sui social, esprimendo il loro dolore e la sofferenza per non aver ancora visto giustizia per il loro amato figlio.

“Ciao Donato,

ci risiamo… Mercoledì 29 maggio sarà un nuovo ‘episodio’ della nostra assurda storia di dolore e giustizia. È il giorno tanto atteso in cui potrebbe arrivare la sentenza di secondo grado… il giorno in cui il giudice si pronuncerà sul valore della tua giovane vita, strappata via per futili motivi.

Anche se nessuna pena può quantificare il dolore per la tua perdita e nessun motivo può giustificare un omicidio, saremo comunque in quell’aula a testa alta, amore, orgogliosi e fieri di essere i tuoi genitori!

Non puoi immaginare quanto coraggio ci vuole ogni giorno per andare avanti… ora abbiamo bisogno di tutte le nostre forze, anche se ci sentiamo svuot

ati dentro per non averti potuto salvare da tanta malvagità.

Da questa sentenza ci aspettiamo che venga confermata almeno quella di primo grado, sebbene già ridotta di un terzo della pena. Vogliamo che ti venga restituito il rispetto e la dignità che meriti, dopo una morte così assurda e gratuita…

Il dolore ci logora ogni giorno, soprattutto quando ci sediamo in quelle aule di tribunale. Ma continuiamo a credere nella giustizia e speriamo che la sentenza non tradisca la nostra fiducia.

Ora tocca a voi Giudici, che siete anche mamme e papà, immedesimarvi nel dolore che ci è stato inflitto e decidere con coscienza…

Speriamo che possiate andare oltre il vostro ruolo di Avvocati o Giudici e decidere identificandovi in Donato e in noi.

Quello che chiediamo è solo GIUSTIZIA per nostro figlio, che non potrà mai avere una seconda possibilità, a differenza di chi invece può ancora farlo…”

Lo riporta Cerignolaviva.it

Lascia un commento

“L'amore ha anche questo in comune con la poesia: che, quando ci si spiega, si è perduti.” MARIO ANDREA RIGONI

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.