Manfredonia

“Manfredonia fc: 3 punti congelati dalla rabbia degli ospiti”


Di:

Manfredonia. Sarebbe stata una gara bellissima, che nonostante le solite assenze importanti avrebbe premiato meritatamente il Manfredonia FC, che sul proprio campo stava nettamente e meritatamente vincendo un match delicato contro un avversario tosto come la Nuova Andria, posizionata a metà classifica e pronta a dar battaglia fino all’ultimo minuto di gioco.

Avremmo potuto parlare della doppietta di capitan Ciullo, la prima stagionale e dell’esordio del nuovo acquisto D’Apolito, metronomo del centrocampo. Ma soprattutto avremmo celebrato una vittoria fondamentale per la classifica dei blues, reduci da due sconfitte consecutive che avevano creato non poche polemiche e malumori all’interno del club stesso. Ed invece parliamo di una partita sospesa sul 3-0 per il Manfredonia FC (dato da non sottovalutare) per “intemperanze” avvenute in campo.

Di sport infatti finiamo di parlare al 20’, minuto più minuto meno, della ripresa: perché poi ciò al quale si assiste non può essere annoverato tra le manifestazioni sportive.

Succede infatti che sul 3-0 per il Manfredonia, a gara quasi praticamente chiusa e con gli ospiti in dieci, il centrocampista dei locali Gianluca Tomiri, già “oggetto del desiderio” del capitano della Nuova Andria durante la prima frazione di gioco (tra spunti e scorrettezze varie) viene atterrato da un pugno sul volto dal numero 3 avversario, Grillo (tra l’altro da poco sostituito, quindi già seduto in panchina) a gioco fermo. Colpo del tutto gratuito che provoca la reazione (sbagliata) del centrocampista sipontino il quale risponde per le rime, accendendo di fatto una rissa tra i ventidue in campo, comprese le panchine. L’arbitro interviene prontamente, mandando anzitempo negli spogliatoi i due “protagonisti” in negativo ma purtroppo non finisce li perché il gruppone di “rabbiosi” si allarga, coinvolgendo persino le panchine, con i dirigenti sipontini intenti a riportare la calma, cercando di non cadere ancor di più nelle continue provocazioni degli avversari, visto soprattutto il risultato (3-0) acquisito nettamente sul campo.

Il direttore di gara sospende temporaneamente la gara, con l’obiettivo però di riprenderla il prima possibile, una volta “sedati” gli animi dei protagonisti in campo ma nonostante i blues fossero pronti e disponibili a terminare regolarmente la gara, purtroppo non si giocherà più: il Commissario di campo, presente al Miramare (così come l’osservatore del direttore di gara) per vigilare sul rispetto delle “regole” (la gara si disputava a porte chiuse), richiede ai dirigenti del Manfredonia l’intervento immediato delle Forze dell’Ordine per sedare gli animi più che accesi dei dirigenti della Nuova Andria e per salvaguardare la loro incolumità, messa a forte rischio in quel frangente.

Gara che, dopo una lunga serie di scuse inaudite e continue minacce verbali da parte della compagine andriese, verrà poi definitivamente sospesa (sul 3-0 per il Manfredonia) dopo un conciliabolo tra direttore

In tutto questo, una domanda nasce spontanea: che interesse poteva avere il Manfredonia FC a scatenare una “rissa”con un 3-0 conquistato sul campo, e quindi una vittoria già in tasca?

Il tabellino / Manfredonia FC – Nuova Andria 3-0 (sospesa al 65’)
MANFREDONIA F.C. (4-4-2): Fiotta; Palumbo, Di Mauro, S. Vitulano, Lupoli; Tomiri, D’Apolito, De Fabritiis, Ciullo; Trotta (17’pt Marmo), Vaccarella. A disp. G. Vitulano, Iaccarino, Prencipe, M. Gramazio. All. Michele Iaccarino (squalificato Gravinese)
NUOVA ANDRIA: Zingaro, Civita, Grillo (12’st Cafagna); Caporale, Cioffi, Pasculli; Quacquarelli, Amorese, Fiore, Loconte, Tota (40’pt Zinni). A disp. Paparusso, Di Palma, Lamesta, Varola, Tesse. All. Cosimo Sinisi
ARBITRO: Antonio Valente di Molfetta
MARCATORI: 6’pt Ciullo, 10’st Tomiri, 15’st Ciullo
NOTE: Giornata soleggiata, terreno in sintetico. Gara disputata a porte chiuse e interrotta al 25’ per intemperanze in campo.

(nota stampa)

“Manfredonia fc: 3 punti congelati dalla rabbia degli ospiti” ultima modifica: 2018-01-29T17:16:57+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This