Edizione n° 5378

BALLON D'ESSAI

PRIMA DONNA // Lidya Colangelo: “Grazie San Severo, sono grata a tutti voi”
25 Giugno 2024 - ore  17:54

CALEMBOUR

FRODE // Cpr Milano: chiesto il processo per 2 persone e una società
25 Giugno 2024 - ore  17:18

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Continuano i successi del cantautore sipontino Domenico La Marca

AUTORE:
Ferruccio Gemmellaro
PUBBLICATO IL:
29 Maggio 2023
Manfredonia // Musica //

MANFREDONIA (FOGGIA) – Continuano a riscuotere il plauso degli spettatori i concerti pop del sipontino Domenico La Marca. Reduce dalla Svizzera, dove le sue esecuzioni sono state accolte dall’entusiasmo dalla comunità italiana sorretto dai locali, il cantautore si è esibito nella centralissima sala polivalente di Corso Mazzini a Marostica, nel Veneto, gradevole cittadina turistica del vicentino, nota per la raccolta di ottime ciliegie e, per lo più, per la vasta scacchiera mattonata nella piazza centrale, dove si svolge annualmente un torneo di scacchi di grande richiamo.

Le esibizioni hanno ricalcato di massima il suo storico CD dal titolo “Oro rosso”, la metafora della raccolta del pomodoro, il cui commercio non va certo a compensare il gravoso lavoro dei braccianti immigrati, malpagati.  Non sono mancate due composizioni in dialetto “Ma ce cride se te diche” e “Uè Paskà”  assai gradite; quest’ultima, poi, ha attizzato in sala un inaspettato impeto di ovazione con eco corale.

 

Domenico la Marca

La voce, le espressioni del viso, accompagnate con l’immancabile sua chitarra, denotano in lui una intensa passione,  che pare esplodere quando sul palco.

 

Che sia un artista dell’omologismo, a parte il sociale quale componente di questa corrente, appare già chiaro nell’individuare, in seno alle esibizioni, la specularità del suo lavoro, delle attività ad esso legate, ma ciò che rende oltremodo autentico Domenico La Marca è la proiezione nell’arte della sua vita, della sua indole.

 

Domenico la Marca

 

I testi, l’interpretazione, la sonorità e l’espressività racchiudono le fattezze di una tela pittorica, in cui l’autore sia riconoscibile senza dubbi, e questo fa di lui un puro omologista, quindi originale e giammai manierista; una circostanza armonica, allora, che l’evento sia stato patrocinato dall’Associazione “Casa a colori”.

 

Di certo, la voce, nella più bella espressione che è il  canto, Domenico l’ha ricevuta quale magnifico dono della natura, rendendola fondamentale per il suo vivere, per la sua quotidianità, ma essenzialmente per il suo voler essere, per istinto, testimone nella storia degli uomini. Riporto il lettore a scorrere l’articolo dedicato a Domenico La Marca apparso su queste pagine il 13 gennaio scorso.

 

A cura di Ferruccio Gemmellaro

Lascia un commento

In ogni paese c’è una orrenda casa moderna. L’ha progettata un geometra, figlio del sindaco. (Dino Risi)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.