Foggia

Landella: Mongelli ritira dimissioni? Ambiguo e previsto


Di:

Franco Landella, congresso Pdl capitanata (pf, st - Congresso)

Foggia – “GIANNI Mongelli ha ora il dovere di venire in consiglio comunale e spiegare le ragioni di questa sua presunta marcia indietro, tanto improvvisa quanto incomprensibile. Venga in aula e spieghi se ha preso in giro i cittadini foggiani al momento delle dimissioni o se lo sta facendo oggi, quando paventa il loro ritiro”. Lo dice in una nota il coordinatore provinciale del Popolo della libertà e consigliere comunale, Franco Landella, dopo la volontà del sindaco di ritirare le annunciate dimissioni.

“La disponibilità manifestata dal sindaco di Foggia a ritirare le dimissioni presentate solo poche settimane è la conferma di ciò che temevamo e a cui speravamo il primo cittadino avrebbe evitato di prestarsi. Il fatto che egli ipotizzi un ritorno alla guida del Comune di Foggia è la dimostrazione che la spending review era solo il paravento dietro il quale nascondere l’ennesimo regolamento di conti all’interno del centrosinistra e della maggioranza consiliare. Un gioco della parti consumato, ancora una volta, sulla pelle dei cittadini, già mortificati da questi anni di malgoverno e tartassati dagli innumerevoli balzelli fiscali imposti da Gianni Mongelli”.

“Nell’immediatezza del disimpegno del sindaco avevamo sottolineato di nutrire il massimo rispetto per una scelta che comprendevamo essere stata sofferta e difficile. Oggi, invece, con altrettanta chiarezza affermiamo di non nutrire alcun rispetto per questa sceneggiata che ricorda, purtroppo in modo chiarissimo, quelle messe in campo da Ciliberti e dai suoi alleati mentre affondavano il Comune nelle sabbie mobili del dissesto finanziario e venivano distrutte le ex aziende speciali”.

“Questa volta non c’è spazio per alcuna solidarietà né per alcuna forma di comprensione. Al contrario occorre, oggi più mai, essere fermamente e saldamente all’opposizione di un sindaco e di una maggioranza che giocano con il destino della città. Se sono state le conseguenze insostenibili provocate dai tagli ai trasferimenti statali ad indurre il sindaco ad abbandonare il suo incarico – come egli stesso ha affermato nel comunicato stampa ufficiale diramato all’atto del deposito delle dimissioni – cosa sarebbe intervenuto per fargli cambiare idea? Non ci risulta che il Governo abbia modificato la spending review né che siano arrivati copiosi finanziamenti in grado di far tirare al sindaco un sospiro di sollievo e di speranza”.

“Viceversa pesa come un macigno la bocciatura del bilancio espressa alla unanimità dal Collegio dei Revisori dei Conti, al netto delle incoraggianti dichiarazioni postume rese dal Ragioniere Capo Carlo Dicesare”.

“Non c’è spazio per ulteriori ambiguità. Anche perché l’unica certezza è che il sindaco di Foggia continua ad assomigliare sempre di più al suo predecessore: stessi fallimenti, stessa coalizione, stessi amministratori e stesso comportamento personale”, conclude Landella.


Redazione Stato@riproduzione riservata

Landella: Mongelli ritira dimissioni? Ambiguo e previsto ultima modifica: 2012-07-29T19:41:09+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This