PoliticaStato news

Puglia, Regione, approvato Rendiconto 2013


Di:

Bari – Il Consiglio regionale della Puglia ha approvato a maggioranza con 36 voti a favore e 18 contrari il Rendiconto generale della Regione Puglia per l’esercizio finanziario 2013, il documento contabile che espone le risultanze della gestione delle entrate e delle spese sul conto del bilancio e del patrimonio, oltre che le attività e le passività finanziarie e patrimoniali.

Sulla base della struttura e della quantità delle Entrate si conferma che il finanziamento del Servizio Sanitario Regionale assorbe la maggior parte delle risorse. La percentuale di assorbimento (esclusi i trasferimenti da parte del Bilancio autonomo extrasanitario) rispetto alle entrate correnti del bilancio autonomo risulta del 79,01 per cento. Le risorse disponibili per le altre funzioni alimentano obbligatoriamente la copertura dell’onere del debito per un ammontare di 228,86 milioni di euro nel 2013. Il costo del personale dipendente ammonta a 148,77 milioni di euro, in diminuzione rispetto all’anno precedente. La situazione finanziaria complessiva della Regione Puglia, emersa dai dati finanziari del Rendiconto 2013, registra un risultato di amministrazione disponibile al lordo dei vincoli di cui all’articolo 11 della legge regionale 46/2013, pari ad euro 393.036.424,95. Il documento contiene inoltre lo stato di avanzamento della spesa inerente i Programmi Operativi 2007-2013.

P.O. FESR PUGLIA 2007-2013. Si registra a dicembre 2013 una spesa pubblica certificata pari a euro 2.484.642.152,31, corrispondente a più del 55 % della dotazione del Programma. L’incremento annuale di spesa certificata è stato di oltre 608 milioni di euro (più 32 per cento rispetto al 2012). Gli Assi con maggiori percentuali di spesa certificata sono: l’Asse VI (Aiuti alle imprese e sistemi produttivi); l’Asse III (Inclusione sociale e servizi per la qualità della vita e l’attrattività territoriale); l’Asse IV (Valorizzazione delle risorse naturali e culturali per l’attrattività e lo sviluppo); l’Asse VII (Competitività e attrattività delle città e dei sistemi urbani).

Si evidenziano interventi di rilievo in termini di spesa nel 2013 di incentivazione degli investimenti imprenditoriali con pagamenti per circa 500 milioni di euro: sanità territoriale e dei servizi sociosanitari interventi in campo ambientale, con particolare riferimento alle risorse idriche.

P.O. FSE PUGLIA 2007-2013. Il 27 dicembre 2013 sono state certificate alla Commissione Europea per il Programma Operativo FSE Puglia 2007/2013 spese pubbliche per 699.798.823,12 euro (di cui 380.373.843,82 di quota comunitaria). Il target di spesa in quota FSE da raggiungere a dicembre 2013, è stato raggiunto e superato di oltre 2 milioni di euro. La spesa aggiuntiva certificata rispetto a dicembre 2012 è stato di oltre 266 milioni di euro ( più 38 per cento).

Nel 2013 la Regione Puglia, le Province di Bari, BAT, Brindisi, Foggia, Lecce e Taranto, hanno attivato azioni di sostegno: all’adattabilità dei lavoratori; all’occupabilità dei disoccupati e/o inoccupati; alla diffusione dell’innovazione, al sostegno della produttività e competitività delle imprese; alla promozione delle politiche passive e attive del lavoro ed inserimento lavorativo, con particolare attenzione alle categorie svantaggiate, nonché alle operazioni riconducibili all’apprendimento permanente.

Tra i progetti più significativi realizzati con il Programma Operativo FSE si segnalano: apprendistato professionalizzante; formazione continua; microcredito d’impresa; piccoli sussidi per il consolidamento e la nascita di impresa sociale; piano straordinario percettori ammortizzatori sociali, che ha permesso il sostegno al reddito di oltre 4 mila famiglie; diritti a scuola; ritorno al futuro; dottorati di ricerca.

PSR Puglia 2007-2013. A dicembre 2013 il Programma di Sviluppo Rurale registra pagamenti certificati per euro 1.038 milioni, con un incremento annuale di spese certificate pari a quasi 225 milioni di euro (+28 % rispetto al 2012).

I pagamenti più significativi in termini di spesa sono l’Asse 1 con 84,6 milioni di euro, – l’ammodernamento delle aziende agricole con euro 55,5 milioni, gli interventi di accrescimento del valore aggiunto dei prodotti agricoli e forestali (10,1 milioni di euro). L’Asse 2 con euro 89,3 milioni – agro ambientali (42,9 milioni di euro) – gli investimenti non produttivi in campo agricolo (25,1 milioni di euro) – gli interventi di imboschimento, ricostituzione potenziale forestale e investimenti forestali non produttivi (15,3 milioni di euro)- le indennità compensative (5,9 milioni di euro). L’Asse 4 l’incremento della spesa con 42,8 milioni di euro volti allo sviluppo locale e all’incentivazione di approcci innovativi per collegare agricoltura ed economia locale (33,3 milioni di euro).

Una ulteriore riduzione delle risorse trasferite dallo Stato è stata operata dall’articolo 16 del decreto legge 95/2012 (es. spending review) che ha operato per l’anno 2013 un complessivo taglio di mille milioni di euro per il complesso delle regioni a statuto ordinario (circa 80 milioni la quota della Regione Puglia). Per quanto attiene il debito commerciale degli enti del Servizio Sanitario Regionale, la Regione sta continuando l’azione di risanamento e copertura ai sensi dell’articolo 3 del decreto legge 35/2013. Nel corso del 2013 sono state attivate due anticipazioni di liquidità per complessivi 334,755 milioni di euro utilizzate per i pagamenti dei debiti certi, liquidi ed esigibili alla data del 31 dicembre 2012.

Redazione Stato@riproduzioneriservata

Puglia, Regione, approvato Rendiconto 2013 ultima modifica: 2014-07-29T21:37:42+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This