FoggiaScuola e Giovani
A cura di Daniela Iannuzzi

Foggia. Successo per la “European Reserchers Night”


Di:

Foggia, 28.09.2019. Tornata dopo 7 anni presso l’Università di Foggia l’ERN, European Reserchers Night, iniziativa promossa dalla Commissione Europea al fine di creare occasioni di incontro tra ricercatori e cittadini per diffondere la cultura scientifica, la conoscenza e il ruolo della ricerca.

“Comunicare la cultura e la ricerca scientifica è un’impresa difficile” le parole di Pierpaolo Limone, docente di Pedagogia sperimentale presso l’Università di Foggia “Molti dei miei colleghi a Foggia svolgono ricerche di grande rilievo internazionale, sono una straordinaria risorsa per il territorio, ma risulta talvolta difficile raccontarne gli esiti in un’epoca di social media come la nostra. La Notte dei Ricercatori è quindi un’occasione per uscire dagli archivi e dai laboratori per raccontare alla città il lavoro che si svolge nel dipartimento”.

Il progetto European Resechers Night Apulia 2018-2019 coinvolge, oltre all’Università di Foggia, anche l’università di Bari, il Politecnico di Bari, gli enti pubblici di ricerca CNR, INFN, ENEA, IIT, il museo MarTA di Taranto ed è coordinato dall’università del Salento.

fotogallery

“Un evento non inusuale per l’università di Foggia” le parole di Giovanni Messina, professore delegato del Rettore dell’Università di Foggia alla Ricerca Scientifica, Trasferimento Tecnologico e Terza Missione nel corso delle manifestazioni tenutesi nella serata “Già nel 2007 e nel 2011 l’Università di Foggia aveva aderito alla Notte dei Ricercatori. In più negli ultimi tre anni, Unifg è sempre stata più vicina alla città di Foggia con il Festival della Ricerca e dell’Innovazione immedesimandosi nel nuovo modo di fare ricerca”.

Parere simile è stato espresso da Pierluigi Centola, responsabile del servizio Ricerca e Gestione progetti e responsabile amministrativo per Unifg del progetto ERN-Apulia “Questa notte è la fisiologica prosecuzione del Festival della Ricerca e dell’Innovazione” dice infatti alla nostra redazione “Il tema infatti e lo stesso, identica ne è la missione, cioè portare la ricerca fuori dagli ambienti universitari e renderla accessibile a tutti. Non a caso questa è l’essenza della Terza Missione dell’Università”.

L’evento si è svolto a partire dalle ore 15 del pomeriggio con una serie di laboratori aperti al pubblico fino alle 24 e con interventi tenutisi a partire dalle ore 19 ad opera dei dipartimenti di Giurisprudenza, Scienze Agrarie degli Alimenti e dell’ambiente, due dipartimenti dell’area Medica (Medicina Clinica e sperimentale e Scienze Mediche e Chirurgiche).

Argomento scelto a rappresentare l’evento “La ricerca Unifg tra sana alimentazione e sviluppo sostenibile”. Il percorso tematico è stato presentato attraverso interventi tenuti dai professori dell’Unifg, Giovanni Messina (per l’area medica), Gianpaolo Maria Ruotolo (per l’area Giuridica), Mariarosaria Lombardi (per l’area economica), Sandra Pati (per l’area di Scienze Agrarie), Rossella Palmieri per l’area Umanistica.

European Reserchers Night

Interessante quindi è stato seguire il viaggio tracciato dai docenti e ricercatori intervenuti tra sfumature di carattere giuridico, medico economico e letterario.

L’evento si è concluso con uno spettacolo musicale intitolato “No research, no party!”.

Daniela Iannuzzi

Foggia, 29 settembre 2018

Foggia. Successo per la “European Reserchers Night” ultima modifica: 2018-09-29T09:59:31+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This