Cronaca

Bari, uccisa a sprangate: condanna confermata


Di:

(dimt - imagì@)

(ANSA) – BARI, 29 OTT – La Prima Sezione della Corte di Cassazione ha confermato la condanna a 30 anni di reclusione, per il 55enne piacentino Domenico Iania, reo confesso dell’omicidio della 34enne di Ceglie del Campo (Bari), Chiara Brandonisio, uccisa con colpi di spranga alla testa, l’8 luglio 2010. La Suprema Corte ha rigettato il ricorso presentato dalla difesa, accogliendolo tuttavia con riferimento all’esclusione dell’aggravante della crudeltà, riconosciuta invece dalla Corte d’Assise d’Appello di Bari.

Bari, uccisa a sprangate: condanna confermata ultima modifica: 2013-10-29T21:34:15+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This