Edizione n° 5375

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

“Che peccato”. Il Lecce cede in casa contro il Torino

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
29 Ottobre 2023
Cronaca // Lecce //

ANSA – Il Toro ritrova il sorriso e la vittoria a Lecce.

Dopo le sconfitte contro Juve e Inter gli uomini di Juric sbancano il Via del Mare 1-0 grazie alla rete di Buongiorno, al rientro dopo un mese di stop per l’infortunio muscolare. Il gol del difensore, con il primo tiro in porta granata della gara, arriva al 41′ e regala ai suoi compagni tre punti che mancavano dallo scorso 18 settembre e cinque gare senza vittoria.

 

Il Torino prova a essere aggressivo e a fare la partita, ma senza guizzi, con il Lecce con un baricentro più basso in campo. E bisogna aspettare il 30′ per assistere alla prima occasione degna di nota della gara, con Milinkovic Savic che salva il Torino di piede sul tiro ravvicinato di Banda. L’estremo difensore prima regala palla ad Almqvist sul rinvio, poi si riscatta con i riflessi sull’esterno giallorosso. E ancora Lecce pericoloso (32′) con uno spunto di forza di Krstovic in area, che si fa spazio sulla destra e calcia forte sul primo palo: Milinkovic Savic in tuffo risponde presente. E ancora il portiere granata protagonista (39′), che in tuffo sulla sua destra ferma il sinistro a giro di Almqvist, lanciato benissimo in campo aperto da Rafia. Ma il Torino, che ancora non aveva lasciato segni in attacco, alla prima occasione, creata passa al 41′. Bel lancio di Linetty a pescare l’inserimento di Ricci in area, che stoppa e prova a tirare di sinistro. Ma la sua svirgolata diventa un assist per Buongiorno, al rientro dopo l’infortunio, che da pochi passi calcia di potenza e insacca. Tre minuti di recupero e si va al riposo con il Toro avanti. Gara nervosa con ben cinque cartellini gialli sventolati da Aureliano nella prima frazione.

Via alla ripresa con i medesimi schieramenti, e Lecce subito in avanti alla ricerca del pari. Grande azione di Banda sulla sinistra dell’area di rigore (48′), le sue finte e controfinte lo portano al tiro di mancino da posizione defilata ma pericolosa: Milinkovic è ancora attento nel respingere la sfera. Gli ospiti, sfruttando le ripartenze, hanno l’occasione per il raddoppio del Torino (53′). Un cross da sinistra attraversa l’area e arriva a Bellanova in ottima posizione. Controllo e tiro, ma la difesa del Lecce si salva. Primi cambi in casa Lecce, con D’Aversa che inserisce Strefezza e Oudin per Almqvist e Rafia (56′), e subito dopo Piccoli e Sansone, autori della rimonta nell’ultima gara di Udine, per Krstovic e Banda. Sul fronte opposto Juric toglie dal campo Pellegri e inserisce Zapata (64′), al rientro dopo l’infortunio muscolare. Nonostante l’attacco giallorosso rivoluzionato, i cambi non riescono a produrre gli effetti sperati, e il Torino continua a difendersi con ordine. Sette minuti di recupero, l’espulsione di Juric colpevole di aver abbandonato la propria area tecnica, ma il risultato non cambia ed il Toro festeggia.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Lascia un commento

Un politico pensa alle prossime elezioni, un uomo di stato alle prossime generazioni. (James Freeman Clarke)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.