FoggiaScuola e Giovani

Area Nuova: Caro Volpe, l’Università non è il Parlamento


Di:

Il Rettore dell'Università di Foggia prof. G.Volpe (st - Ph: corriereuniversitario)

Foggia – L’ASSOCIAZIONE Studentesca “Area Nuova” esprime totale dissenso nei confronti dell’atteggiamento del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Foggia Giuliano Volpe, il quale si è reso promotore, nell’ultimo periodo, della costituzione del comitato “Foggia per Nichi Vendola Presidente”, in vista delle elezioni primarie del centrosinistra svoltesi domenica 25 novembre. I rappresentanti di Area Nuova, la quale da sempre si caratterizza per essere l’unica Associazione Studentesca all’interno dell’Ateneo ad essere totalmente slegata da vincoli di appartenenza a movimenti e/o partiti politici, hanno volutamente deciso di non rilasciare dichiarazioni anticipate proprio per non incidere sul regolare svolgimento delle primarie stesse, onde evitare di influenzare il risultato elettorale. “Adesso, però, alziamo la voce”, affermano i rappresentanti presenti in tutti gli organi accademici, dai Consigli di Dipartimento fino al Senato Accademico ed al Consiglio di Amministrazione, all’indomani della pubblicazione dei risultati ufficiali.

È impensabile che la figura più importante di un’Università pubblica possa addirittura essere ideatore e promotore di un comitato elettorale. Manifestiamo la nostra totale disapprovazione nei confronti di chi utilizza la propria carica come trampolino di lancio per discutibili operazioni politiche e partitiche, tutt’altro che funzionali alla crescita della nostra comunità accademica”. A ciò bisogna aggiungere che tra non molti mesi scadrà il mandato dell’attuale Rettore e la vicinanza con le prossime elezioni politiche in primavera lascia intendere una chiara discesa in campo da parte del Magnifico Volpe. “Da qui ai prossimi mesi – continua la nota dei rappresentanti degli studenti – resteremo vigili e attenti affinché la nostra Università non si trasformi in un luogo privo di qualsivoglia finalità didattica, asservito alle mire personali di chi, invece, dovrebbe agire tutelando solo ed esclusivamente gli interessi della collettività universitaria. L’Università non è e non sarà mai un serbatoio di voti elettorali”.


Redazione Stato

Area Nuova: Caro Volpe, l’Università non è il Parlamento ultima modifica: 2012-11-29T22:14:55+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Redazione

    Anna Capone (FB) L’associazione Area nuova dovrebbe informarsi meglio prima di parlare..Il rettore ha solo sostenuto il comitato ma non è,nè l’ideatore,nè il promotore,in quanto l’ideatore è Raffaele Carella, con la collaborazione di tanti altri…


  • Giuliano Volpe

    Giuliano Volpe Questa accusa sa di vera e propria disonestà intellettuale! come si fa a dire che sono stato ‘ideatore e promotore di un comitato elettorale”? è assolutamente falso! Sono accuse strumentali e ingiuste. Quale comitato avrei ideato e promosso? Il comitato per Vendola aveva come coordinatore un giovane, Raffaele Carella, ed era animato da altri ragazzi. Ho solo partecipato con altri esponenti della società civile (tutti, me compreso, senza tessere di partito) tra cui don Michele de Paolis, ad una conferenza stampa, ho scritto un articolo e fatto interventi in tv, sempre invitato. Ho scritto sulla mia pagina Fb. Ho quindi solo espresso liberamente, apertamente e pubblicamente la mia intenzione di voto. E’ un reato? E’ una cosa scorretta? Mi si vuole impedire di esprimere liberamente il mio pensiero? E’ questa l’idea di università libera e democratica che hanno gli studenti di area nuova? Ho espresso il mio voto in maniera trasparente, senza ipocrisie, sulla base di considerazioni che attengono alle scelte a favore di università, scuola, cultura. Sfido chiunque a dimostrare che abbia chiesto o addirittura condizionato il voto anche solo di una persona dell’Università, anche tra i miei più stretti collaboratori, e si provasse questo, sarei pronto ammettere le mie responsabilità e ad agire di conseguenza.
    La storia è piena di esempi di docenti ‘politicamente schierati’. Mi limito ad uno della nostra storia repubblicana, Aldo Moro, che ha continuato ad essere un ottimo professore anche da ministro e primo ministro. anche nel microcosmo foggiano, docenti, presidi, si sono esposti e nessuno li ha mai accusati per questo. Mai nessuno ha detto o pensato che non fossero bravi docenti o presidi. Un’altra cosa riguarda la correttezza istituzionale di chi ha una carica di governo: e in questo sfido chiunque, anche Area Nuova, a dimostrare che io non sia stato rigoroso, assolutamente rispettoso, equidistante ed equilibrato nei confronti di tutti.


  • Redazione

    Gentile Rettore,
    La ringraziamo per il Suo intervento; a disposizione per ulteriori integrazioni o se vorrà pubblicazioni dei testi come articolo; buona serata; Red.Stato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This