Regione-Territorio

“Il Consiglio regionale cancella i vitalizi” (dalla prossima Legislatura)


Di:

Il presidente del consiglio regionale Introna (image by Egidio Magnani)

Bari – IL Consiglio regionale pugliese si allinea ai tagli decisi dal sistema delle Regioni. “Cessano i vitalizi, cambia il trattamento di fine rapporto, che si avvicina a quello di tutti i lavoratori e si alleggerisce il peso sulle casse regionali”. Il presidente dell’Assemblea Onofrio Introna sintetizza le decisioni contenute in un articolo aggiuntivo adottato all’unanimità, a tarda notte, nella sessione di bilancio Focus seduta bilancio), su iniziativa dei capigruppo di maggioranza e minoranza, d’intesa con l’Ufficio di Presidenza.

Il vitalizio è superato: non sarà più goduto dai consiglieri, a partire dalla prossima legislatura. La Puglia passa al sistema previdenziale contributivo e il godimento viene fissato inderogabilmente al compimento del sessantesimo anno d’età. Radicalmente modificato anche l’assegno di fine mandato che, per effetto della nuova norma, scende dalle attuali 12 mensilità per i cinque anni di consiliatura a 5 mensilità, una per ogni anno di mandato. Questo per allineare sempre di più il trattamento economico dei consiglieri regionali a quello di qualsiasi lavoratore”, fa notare Introna. “L’impegno assunto con i pugliesi a rivedere la materia del trattamento economico, entro la fine dell’anno, è stato mantenuto. È tempo di sacrifici e di buon senso – dichiara il presidente – i consiglieri regionali sono consapevoli del momento che attraversa l’intero Paese e della crisi che tocca tutti”.


Redazione Stato@riproduzione riservata

“Il Consiglio regionale cancella i vitalizi” (dalla prossima Legislatura) ultima modifica: 2011-12-29T15:26:09+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • osvaldo

    era proprio necessario eliminare i vitalizi dalla prossima legislatura. Monti ha chiesto i sacrifici …..per tutti da adesso e non fra 3 anni.
    Vergona a tutti i CONSIGLIERI REGIONALI IVI COMPRESO IL NS.PRESIDENTE


  • Anonimo

    Radicalmente modificato anche l’assegno di fine mandato che, per effetto della nuova norma, scende dalle attuali 12 mensilità per i cinque anni di consiliatura a 5 mensilità, una per ogni anno di mandato. Questo per allineare sempre di più il trattamento economico dei consiglieri regionali a quello di qualsiasi lavoratore”, fa notare Introna. L’ASSEGNO DEVE ESSERE ANNULLATO GIA’ HANNO ABBASTANZA DURANTE LA LORO LEGISLATURA VERGOGNATEVI


  • Anonimo

    Per gli Unti dal Signore le leggi partono dalla prossima Legislatura, per i comuni mortali dal 01/01/2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This