Edizione n° 5307
/ Edizione n° 5307

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

AI Padre Pio torna a “parlare” grazie all’Intelligenza Artificiale: ecco perchè spopola su TikTok

I video con la voce campionata del santo ottengono centinaia di migliaia di visualizzazioni: tra preghiere a richieste ed esorcismi, l'intelligenza artificiale torna a far parlare il frate di Pietrelcina

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
30 Marzo 2024
Gargano // Manfredonia //

SAN GIOVANNI ROTONDO (FOGGIA) – Un anno fa su Wired vi avevamo raccontato di come si potesse chattare con Padre Pio e i santi grazie all’intelligenza artificiale: in dodici mesi l’AI ha fatto – è il caso di dirlo – un vero e proprio miracolo.

Sì, perché oggi quei messaggi possiamo sentirli direttamente dalla vera voce del santo.

Proprio così: su TikTok, da meno di un annetto, ha iniziato a macinare views un profilo dedicato al mistico di Pietrelcina. Nei video condivisi dall’account “Francesco Forgione” (questo il nome secolare del religioso prima dell’ordinazione sacerdotale, ndr) è possibile ascoltare suoi messaggi “originali”: e non perché siano inediti, ma perché indotti dall’utilizzo degli strumenti AI.

Foto di Elia Stelluto

Quella della clonazione vocale è una delle abilità già ben sviluppate dall’intelligenza artificiale ed è anche una delle più temute: facendo dire quello che si vuole a chi si vuole si rischia, per esempio, di essere vittima della truffa delle finte telefonate da parte di amici o parenti. In altri casi, invece, si può alterare quello che un politico dice durante un discorso oppure ancora, alterare la storia, come avvenuto per questo discorso di Hitler mai pronunciato.

Ma torniamo all’account TikTok: nei video postati dal profilo “Francesco Forgione” la voce di Padre Pio è stata probabilmente campionata dalle varie registrazioni risalenti all’epoca in cui è vissuto. Su YouTube non è per niente difficile discorsi o del frate in audio o video: chi ha ideato il profilo dedicato a lui non deve aver fatto altro che darli “in pasto” all’intelligenza artificiale che, dopo averli assimilati, è stata in grado di generare nuovi messaggi da zero con la voce campionata.

Esorcismi e preghiere a richiesta

Spiegato il meccanismo, andiamo a vedere qual è l’effettivo utilizzo di questi messaggi generati con l’AI. Il profilo è stato aperto a maggio del 2023: nei primi video pubblicati è lo stesso Padre Pio a chiedere agli utenti di TikTok di “commentare con il proprio nome per ricevere la benedizione personale”.

Nel breve filmato che apre il su profilo si vede l’immagine del santo che sembra parlare: l’effetto, c’è da dirlo, è meno realistico rispetto a quello della voce, ma è sempre l’intelligenza artificiale a permettere a quello che di fatto è un santino di muovere le labbra in maniera sincronizzata rispetto alle parole.

Il video, inoltre, è ovviamente geolocalizzato a San Giovanni Rotondo, in provincia di Foggia: qui, è dove il vero Francesco Forgione ha vissuto negli anni più discussi anche a livello mediatico e sempre in quest’area c’è una devozione maggiore nei confronti del frate. A confermarlo sono gli insights: più di 12 mila like, quasi 3 mila commenti, molti dei quali sono ovviamente nomi.

San Pio con Padre Leonardo Marcucci, ph. Papaboys.org

Sotto il video, sono iniziati ad arrivare commenti che chiedevano preghiere e – quasi immediatamente -, il profilo di Francesco Forgione ha risposto alle richieste. “Giovanna – dice il Padre Pio realizzato con l’AI in un video di risposta a uno dei commenti con in sottofondo dell’Ave Maria di Schubert – ricorda che io sono qui per te, chiamami ogni volta che hai bisogno di parlare con qualcuno. Coraggio figlia mia, ti amo e ti benedico”.

Il format si rivela subito un successo, tanto che il Padre Pio di TikTok ci prende gusto e inizia a condividere video di preghiere comuni, come il Padre nostro o l’Ave Maria. L’effetto sorpresa sembra non finire mai e il suo pubblico continua a gradire i contenuti con commenti come “Amen!” o “Padre Pio proteggi sempre me e la mia famiglie”. Insomma, il profilo cresce e anche i contenuti iniziano a essere sempre più complessi.

Ci sono messaggi che motivano alla fede, invocazioni alla Madonna, e la storia del frate raccontata direttamente lui in prima persona: dalla nascita in Campania, fino al trasferimento sul Gargano. Non solo, tra i video c’è anche qualche esorcismo: in alcuni contenuti, la riproduzione AI enuncia delle vere preghiere di liberazione dal male, i cui testi sono ufficialmente riconosciuti dalla Chiesa.

PADRE PIO Fonte: Radio00
PADRE PIO Fonte: Radio00

Tra possibili truffe e spiritualità

Ora immaginate di star scrollando il vostro feed quando a un tratto, tra il video di un tizio che divora un panino con 12 hamburger e quello di una live Npc, vi spunta il faccione a tutto schermo di Padre Pio che vi chiede: “Ciao, come stai?”. Uno degli ultimi contenuti pubblicati dal profilo di “Francesco Forgione” inizia proprio così: un modo per “colpire” l’utente che viene agganciato, se non altro per lo stupore: “Sto davvero guardando un video di Padre Pio che parla?”.

Dopo la sensazione alienante iniziale, la tentazione è stata immediatamente quella di andare a controllare i commenti, ma chi vuole farsi una risata resta deluso: ci sono solo, esclusivamente, preghiere, benedizioni, invocazioni.

Certo, la popolarità di Padre Pio non è paragonabile a quella di nessun altro santo presente sul calendario, ma c’è da dire che per la Chiesa sarebbe un ritorno di immagine notevole. Pensate a profili simili per personaggi e mistici di cui si ha materiale audio e video recenti come Giovanni Paolo II o Madre Teresa.

Non sappiamo chi ci sia dietro questo profilo ma consigliamo al Vaticano di assumere come social media manager l’admin. Anche se restano alcuni dubbi. Sul profilo, infatti, c’è anche un video in vendita per poco più di un euro, il cui titolo è “Messaggio speciale in tutte le lingue e con tanto tanto amore”.

Non è possibile conoscere quanti di questi video in modalità “series” di TikTok siano stati venduti ma se a un certo punto l’admin di questo account decidesse di vendere le preghiere personali si aprirebbero diversi scenari grigi. Nel frattempo, l’AI continuerà a dar voce a santi e personaggi del passato, che con il passare del tempo, saranno sempre più realistici anche nelle sembianze. Sarà questa l’evoluzione della spiritualità?

Fonti verificate: WIRED //

3 commenti su "Padre Pio torna a “parlare” grazie all’Intelligenza Artificiale: ecco perchè spopola su TikTok"

  1. Ma vi rendete conto….
    Già i morti non parlano essendo morti e non possono fare nulla….
    SALMO 6:5
    “Poiché nella morte non c’è memoria di te;
    chi ti celebrerà nel soggiorno dei morti?”
    SALMO 115:17 “Non sono i morti che lodano il SIGNORE,
    né alcuno di quelli che scendono nella tomba”.
    ISAIA 8:19
    “Un popolo non deve forse consultare il suo Dio?
    Si rivolgerà forse ai morti in favore dei vivi?”
    Ma poi un intelligenza artificiale può avere
    Sentimenti….
    Emozioni .,…
    Sofferenze….
    Amore…..
    Buona per alcune cose e diabolica per altre…
    Stiamo molto attenti con discernimento….

  2. Spero che qualcuno abbia fatto uno short dedicato ai Cappuccini ‘-‘ di San Giuann’, nel quale si sente Padre Pio gridare:

    “Seppellitemi, cazzo! Avast’ pè ‘sti ball’ pè ches’!” 🤦‍♂️😂

Lascia un commento

“L’intelligenza è la capacità di adattarsi al cambiamento.” Stephen Hawking

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.