Edizione n° 5343

BALLON D'ESSAI

CHEF // «Innamoratevi di questo mestiere», dalla Puglia l’appello ai giovani chef di tutt’Italia
20 Maggio 2024 - ore  15:19

CALEMBOUR

ESTATE // Trenitalia, al via il Frecciarossa notturno Milano-Lecce
20 Maggio 2024 - ore  15:26

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

INTERVISTA Rinnovo presidenza CCIAA Foggia, politica e sviluppo. Quattro chiacchiere con Damiano Gelsomino

Nessun nome certo per il successore di via Protano

AUTORE:
Claudia Ferrante
PUBBLICATO IL:
30 Marzo 2024
Capitanata // Capitanata-territorio //

C’é aria di rinnovamento in Camera di Commercio. La CCAA di Foggia si prepara alla nomina di un nuovo presidente, dopo i due mandati camerali retti da Damiano Gelsomino.

I rumors sui nomi più spendibili si sprecano, fonti a Stato Quotidiano avevano parlato di una probabile corsa di Filippo Schiavone verso la poltrona di via Protano, dato per l’immediato successore di Gelsomino già due anni fa.

Ma pare che la quadra sul discepolo di Luigi Lepri sia sfumata per divisioni tra le tre principali sigle sindacali del comparto agricolo, né pare abbia giovato per il numero uno di Confagricoltura Foggia la recente protesta degli agricoltori.

Schiavone sarebbe tuttavia sostenuto dal duo Di Franza di Confartigianato, Confesercenti e dal numero uno di Confindustria Foggia, Eliseo Zanasi.

D’altra parte ci sarebbe una candidatura di Pino Di Carlo, imprenditore viveur già presidente di Cassa Edile, sostenuto da Confcommercio Foggia.

Ai microfoni di SQ, l’uscente Gelsomino parla di una situazione ancora da definirsi.

“Rispetto al rinnovo della presidenza, penso che ci sia una convergenza emersa nell’ultimo periodo verso un candidato presidente ma tutto questo sarà rinviato tra qualche mese, quando usciranno i numeri effettivi da parte della Regione Puglia, Per parte nostra, la Camera di Commercio ha inviato tutti i numeri delle associazioni di categoria, pertanto si attenderanno questi risultati per poi eleggere il nuovo presidente”, riferisce senza sbottonature, parlando poi di un trend in crescita del tessuto economico- produttivo del territorio.

Ma cosa aspettarsi in vista della prossima stagione estiva le cui temperature in aumento lasciano presagire un’estate calda, come sta procedendo lo sviluppo e l’economia del territorio?

“Che il turismo sia asset importantissimo del nostro territorio é fatto noto, esso deve necessariamente essere sempre di più alimentato, incentivato, monitorato e auspicare che ci siano investimenti trainanti la nostra economia. Il trend per tutta la Puglia é abbastanza positivo, spero che quest’anno i numeri siano migliori di quelli dell’anno scorso. Il 2023 é stato un anno abbastanza importante, quindi possiamo ritenerci soddisfatti e ci apprestiamo ad una nuova stagione con l’auspicio che sia migliore di quella trascorsa.

Rispetto al trend nazionale e alla finanziaria del Governo, possiamo ben sperare. Ammetto con grande entusiasmo che la Regione Puglia dal post Covid è stata una delle prime regioni tra le più virtuose a livello nazionale, mettendo in campo centinaia di milioni di euro per aiutare un po’ tutti i segmenti economici del territorio regionale e penso che quello che è stato fatto sia stato un passo importantissimo perché ha dato la possibilità a tante aziende di investire di rinnovarsi, un momento che va colto per far sì che si tramuti in sviluppo ed azione e ricchezza. Qualche settimana fa in CCAA abbiamo presentato alla presenza degli assessori Piemontese e Delli Noci i Minipia, strumenti di finanza agevolata che costituiscono una maggiore attenzione che la Regione Puglia sta dando agli imprenditori e un po’ a tutta l’economia regionale, pertanto sotto questo aspetto possiamo dirci soddisfatti e spingere tanto a  cogliere queste opportunità.

L’invito è sempre quello di spingere verso la crescita di un tessuto imprenditoriale. Sono convinto del fatto che il nostro sia uno dei territori economicamente più interessanti in Italia. Non dobbiamo inventare nulla, ma semplicemente seguire ed assecondare quelle che sono le nostre risorse naturali, specie degli asset più importanti per noi, mi sto riferendo al turismo e all’agroalimentare. Di tutto ciò che la nostra terra produce solo una piccola parte viene trasformata. Quindi se cercheremo di assecondare questi due vocazioni, sicuramente diventeremo uno dei territori economicamente più virtuosi in Italia. La mia è una certezza che si fonda su dati che parlano chiaro, senza tema di smentita alcuna”.

Quanto poi allo stato di salute dell’ente camerale, di cui sarà erede colui il quale sarà chiamato a presiedere la CCAA di Foggia, Gelsomino parla di una situazione florida.

La Camera di Commercio di Foggia negli ultimi anni della mia presidenza si è svincolata da Bari, ottenendo un’autonomia invidiabile, fino a diventare una degli enti camerali più virtuosi d’Italia. Abbiamo evitato il rischio che essa venisse accorpata a Bari, unendo le due aziende speciali dell’ente. Al mio successore lascio un bilancio perfetto”.

Infine, un commento circa la situazione politica sipontina alla luce dei recenti fatti giudiziari i cui sviluppi potrebbero addirittura compromettere la tornata elettorale di giugno, procrastinando ancora le elezioni.

Sono convinto che la città non abbia bisogno di un superman, ma di una squadra politica che abbia il bene comune al di sopra di tutto. Abbiamo potenzialità enormi per evitare lo spopolamento. Mi è stato proposto anche questa volta, come già in altre occasioni di candidarmi, una proposta rifiutata perché ritengo che un imprenditore non possa fare il sindaco per evitare interessi personali. Chi come me fa impresa può intervenire in mille modi per sostenere la città ed il territorio, senza necessariamente scendere in campo”.

© StatoQuotidiano - Riproduzione riservata

2 commenti su "Rinnovo presidenza CCIAA Foggia, politica e sviluppo. Quattro chiacchiere con Damiano Gelsomino"

  1. U raggiunir ” MI HANNO PROPOSTO DI RICANDIDARMI, ma ho rifiutato…” da quanda chiacchiere. U prudut i fort.

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.