Cronaca

Monopoli, manifestazione I^ Maggio con sindacati di base


Di:

Monopoli, manifestazione I^ Maggio con sindacati di base (st)

Monopoli – I numeri della crisi sono devastanti: ogni giorno in Italia molte piccole e medie imprese sono costrette a chiudere i battenti, mentre un numero sempre crescente di lavoratori riesce a vivere soltanto grazie agli ammortizzatori sociali (come la cassa integrazione) di cui si teme l’esaurimento dei fondi da un momento all’altro.
Questa drammatica crisi ha delle precise responsabilità che vanno individuate molto in alto.

I trattati europei oggi in vigore (primo tra tutti l’assurdo FISCAL COMPACT, che obbliga il nostro Paese a ridurre ogni anno la spesa pubblica di una certa misura preventivata) sono come una gabbia che impedisce all’Italia di adottare qualsiasi misura per il rilancio della produzione e dell’occupazione.

Occorre prendere atto che questa Unione Europea è stata costruita su misura degli interessi dei Poteri Forti e non certo dei popoli europei e che dunque occorre metterne in discussione tutto l’assetto a partire dalle famigerate regole di austerità che stanno impoverendo milioni di persone e che non rendono possibile ricorrere a misure di sostegno ai redditi delle famiglie dei lavoratori.
Che razza di “Unione Europea” – ci si chiede – è quella che innesca una “guerra tra poveri” tra i lavoratori italiani, tedeschi, francesi e greci, inducendoli a incamerare dei salari sempre più bassi pur di entrare (o di riuscire a rimanere) nel circuito dell’occupazione???

Il lavoro dipendente resta sempre più affidato ad un regime giuridico di precarietà, mentre si continua a raccontare la nota “favola” secondo cui ad una maggiore precarietà corrisponderebbe un aumento dell’occupazione (quando i numeri degli ultimi anni, in realtà, dimostrano l’esatto contrario). Con la recente approvazione del cosiddetto Job act, il Governo Renzi-Berlusconi ha generalizzato il ricorso ai contratti a termine fino a 3 anni, sganciandoli da qualsiasi ragione produttiva. Inoltre, la riforma del sistema dell’apprendistato elimina sia l’obbligo della formazione del giovane lavoratore che l’impegno aziendale a stabilizzarne il rapporto di lavoro.

Con questo inedito quadro di regole, a partire da oggi, quale datore di lavoro troverà più conveniente assumere un giovane lavoratore a tempo indeterminato??? I sindacati di base denunciano con forza le gravi responsabilità che CGIL-CISL e UIL hanno avuto per l’essere stati complici del Governo e dei Poteri Forti in questi anni in cui si sta smantellando un intero sistema di garanzie del diritto del lavoro frutto di decenni di battaglie del Movimento operaio.

Con la recente approvazione del Testo Unico sulla rappresentanza, i sindacati confederali si sono ritagliati un ruolo di monopolisti della contrattazione collettiva, siglando con Confindustria un’intesa che concede soltanto a loro il diritto di rappresentanza nella fase della contrattazione nazionale e con cui si punta a negare ai sindacati di base ogni forma di agibilità sindacale all’interno delle aziende, ivi compreso il diritto a proclamare lo sciopero.

Non resta dunque che aprire una lunga stagione di lotte sociali, a partire dal primo maggio, data che dalla fine dell’ottocento simboleggia il momento di rivendicazione del movimento dei lavoratori. Il comitato organizzatore della manifestazione di Monopoli invita alla più vasta partecipazione soprattutto i giovani lavoratori precari e i disoccupati, per i quali è previsto un futuro tutt’altro che roseo.

Nella città di Monopoli, dunque, l’appuntamento è alle 9.30 della mattina di giovedì 1° maggio 2014, con il concentramento dei partecipanti alla manifestazione previsto in piazza Garibaldi, nella zona porto-centro storico. Interverrà alla manifestazione il portavoce nazionale dei COBAS Vincenzo Miliucci, oltre ad altri esponenti del mondo del sindacalismo di base del territorio regionale. Previsto anche il contributo del mondo studentesco e dei comitati di lavoratori in lotta per la conservazione del loro posto di lavoro all’interno delle aziende Eco Leather di Monopoli e TELCOM di Ostuni.

Come nella più antica tradizione del primo maggio, il corteo sarà allietato dalle note dell’Inno dei Lavoratori suonato dalla banda “Semeraro” di Castellana Grotte, diretta dal Maestro Carlo Maria Clemente.

(Il portavoce del comitato cittadino per il primo maggio di Monopoli
Avv. Giuseppe Angiuli)

Monopoli, manifestazione I^ Maggio con sindacati di base ultima modifica: 2014-04-30T00:13:27+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This