Stato prima

Statali, Renzi: rivoluzione, e tema esuberi non esiste


Di:

Renzi twitta (st)

(ansa) Il governo punta a un “tentativo di cambiamento radicale nella Pa”. Lo ha detto il presidente del consiglio, Matteo Renzi, nella conferenza stampa al termine del Cdm.

Noi offriamo per 40 giorni al confronto la riforma. Per la discussione dei dipendenti, delle forze sindacali se vogliono fare avere la loro opinione e del mondo produttivo. Non è una generica apertura di dialogo ma l’ indicazione di scelte di fondo”. Così Matteo Renzi presentando la riforma della Pa. ”Certo che esistono fannulloni nella Pa, ma compito di chi dirige non è lamentarsi ma provare a cambiare”, ha aggiunto Renzi.

“Scriveteci a Rivoluzione@governo.it dal 30 aprile al 30 maggio ci sarà la consultazione e poi il 3 giugno il provvedimento va in cdm”.

“Accorpamento degli Aci e della motorizzazione civile”: sono due degli interventi in programma con lo Sforbicia Italia.

”La possibilità di licenziamento per il dirigente che rimane privo di incarico oltre un determinato termine”. E’ questo uno dei punti della riforma della Pa presentata dal presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Ci sarà anche ”l’introduzione del ruolo unico della dirigenza”, ha spiegato.

L’abrogazione dell’istituto del trattenimento in servizio comporta la possibilità di far entrare 10 mila giovani nella P.A“.

“Noi offriamo per 40 giorni al confronto la riforma. Per la discussione dei dipendenti, delle forze sindacali se vogliono fare avere la loro opinione e del mondo produttivo. Non è una generica apertura di dialogo ma l’ indicazione di scelte di fondo”.

“E’ evidente che nella riforma della P.a. niente è inderogabile. E non pensiamo che questa riforma sia un prendere o lasciare. La sua filosofia però sì”.

LETTERA AI DIPENDENTI PUBBLICI

Statali, Renzi: rivoluzione, e tema esuberi non esiste ultima modifica: 2014-04-30T22:30:10+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This