Manfredonia

Corto e Cultura nelle mura di Manfredonia, i numeri, i vincitori


Di:

Anna Rita Caracciolo (st@)

Manfredonia – TERMINATA la tre sere di Festival della 5^ edizione “Corto e Cultura nelle Mura di Manfredonia”, dedicata interamente ai cortometraggi e alle sceneggiature per cortometraggi della 3^ edizione “Premio per sceneggiature Vincenzo Di Lascia” suddivise tra il 26/27/28 luglio, egregiamente organizzata, come ormai di consueto dalla Presidente dell’Associazione “ANGELI” Anna Rita Caracciolo, per l’occasione nelle vesti di direttore artistico.

La manifestazione è stata patrocinata dalla Regione Puglia, dalla Apulia Film Commission, dalla Provincia di Foggia Assessorato alla Cultura e Festival del Cinema Indipendente di Foggia, dal Comune di Manfredonia, dal GAL DaunOfantino e dalla Lega Navale Italiana Sez. di Manfredonia. A partire da questa edizione è stato dato il via ad un progetto di rete di Festival cinematografici dal nome “Gargaunia”. Esso è un circuito provinciale di Festival gemellati di cui fanno parte i Festival di Cortometraggi composto da Gargano Film Fest (San Giovanni Rotondo), “Corto e Cultura nelle Mura di Manfredonia”, OffiCinema (Rocchetta Sant’Antonio) e Bovino Independent Short Film Festival, con l’intendo di sostenerne diverse l’attività, ma nello specifico, impegnandosi a proiettare e premiare il “cortometraggio vincitore assoluto” del Festival nella rete dei Festival.

Il via del Festival è stato dato nella prima serata del 26 luglio con la tematica Premio D.O.C.S. (Di Origine Controllati Sipontini) con opere filmiche e menzioni totalmente del territorio, mentre la seconda serata del 27 luglio con la visione di alcuni dei cortometraggi finalisti in concorso; svoltesi rispettivamente nella splendida ed ospitale location della Lega Navale Italiana della Sez. di Manfredonia.

La terza ed ultima serata del 28 luglio dedicata interamente alle premiazioni delle opere in concorso per le due sezioni. A dirigere la scaletta della serata, come indiscutibile mattatore della presentazione, l’eccezionale giornalista Matteo Perillo e il disturba-presentatore cabarettista attore Filippo Totaro, alla presenza di una folta platea invitata nella accogliente Piazza d’Armi del Castello Svevo-Angioino di Manfredonia, accomodata difronte al palco, piantonato da due scenografiche armature medioevali realizzate artigianalmente da “Armature Riccardi” (sponsor di tre armature in miniatura per i primi premiati). Risonante e gratificante la presenza degli attori Gerardo Placido, Pietro De Silva e Philippe Guastella che hanno raggiunto Manfredonia per ritirare i premi a loro dedicati. Ospiti della serata il Primo Cittadino Angelo Riccardi, il Sostituto Commissario dottoressa Alfonsina DE SARIO responsabile dello Sportello Antiviolenza della Questura di Foggia, il Vice Sindaco Matteo Palumbo, l’Assessore al Territorio Antonio Angelillis, il Presidente Lorenzo Di Candia della Lega Navale Italiana Sez. di Manfredonia, le giornaliste Mariantonietta Di Sabato e Anna Castigliego, i quali sono stati chiamati sul palco per la consegna dei numerosi premi.

Premiazioni corti vincitori
• Premio MIGLIOR FILM e MIGLIOR REGIA con il corto “Pòppitu” regia di Vito Palumbo e Roberto De Feo da BARI.
• Premio MIGLIOR MONTAGGIO con il corto “Milonga” regia di Marco Calvise da ROMA.

– Premio MIGLIOR ATTORE E MIGLIOR FOTOGRAFIA con il corto “Oltreluomo” l’attore Pietro De Silva e il regista Nicola Ragone da ROMA.

• Premio MIGLIOR CORTO LA DONNA, LA VIOLENZA con il corto “Il male assoluto” regia di Francesco Colangelo da ROMA.
• Premio MIGLIOR CORTO STORIE DI MARE con il corto “La decima onda” regia di Francesco Colangelo da ROMA.
• Premio MIGLIOR CORTO SCUOLA con il corto “Bacaroz” regia di Vito Palumbo da BARI
• Premio MIGLIOR CORTO DEL TERRITORIO con il corto “Sono solo un bambino” regia di Giacomo Giannelli da CERIGNOLA(FG)
• Premio MENZIONE SPECIALE al corto “Intercambio” regia di Antonello Novellino da SALERNO
• Premio MENZIONE SPECIALE al piccolo grande attore Raffaele Del Vecchio con il corto “Bacaroz” regia di Vito Palumbo da BARI.
• Premio MENZIONE SPECIALE all’attore Phelippe Guastella con il corto “Milonga” regia di Marco Calvise da ROMA.

Le due sessioni di premiazioni, si sono intervallate con un’esibizione del balletto dal titolo “IL CIGNO NERO” dalle allieve della Scuola d’Arti Sceniche “MY DANCE” dell’insegnante Rita VACCARELLA. A seguire un video promo del GAL DaunOfantino e un trailer del cortometraggio “L’Uomo che scriveva nell’ombra, Vincenzo Di Lascia” regie di Anna Rita Caracciolo.

Premiazioni sceneggiature vincitrici
• Premio Prima classificata con la sceneggiatura “Che fine ha fatto l’ignoranza?” di Delio Colangelo
• Premio Seconda classificata con la sceneggiatura “Non temere” di Marco Calvise.
• Premio Terza classificata ex aequo con la sceneggiatura “Anime beluga” di Guergana Radeva
• Premio Terza classificata ex aequo con la sceneggiatura “Un giorno nella vita” di Giuliana Damiani

Ringraziamenti per i Volontari della P.A.S.E.R., l’Associazione “LA FORMICA” e a tutte le associazioni che hanno collaborato sempre con l’obbiettivo del “WELL DONE”.

Redazione Stato

Corto e Cultura nelle mura di Manfredonia, i numeri, i vincitori ultima modifica: 2012-07-30T16:00:37+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This