Edizione n° 5342

BALLON D'ESSAI

CHEF // «Innamoratevi di questo mestiere», dalla Puglia l’appello ai giovani chef di tutt’Italia
20 Maggio 2024 - ore  15:19

CALEMBOUR

ESTATE // Trenitalia, al via il Frecciarossa notturno Milano-Lecce
20 Maggio 2024 - ore  15:26

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

SPETTACOLO Shannen Doherty, il tumore si è esteso alle ossa: “Non ho finito di vivere e voler cambiare le cose”

L'attrice di "Beverly Hills" ha raccontato a "People" come sta affrontando la sua lunga battaglia, iniziata nel 2015

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
30 Novembre 2023
Hot motori // Star //

LOS ANGELESShannen Doherty sta lottando contro un cancro dal 2015 e in questi anni ha condiviso con i fan gioie e dolori.

L’attrice di Beverly Hills a “People” ha raccontato che il tumore si è esteso anche alle ossa, ma questo non le impedisce di lottare: “Non ho finito di vivere. Non ho finito di amare. Non ho finito di creare”.

Shannen Doherty continua a seguire le cure per il cancro, arrivato al quarto stadio, ed è determinata a non arrendersi: “Non ho finito di vivere. Non ho finito con l’amare. Non ho finito con la creazione. Non ho ancora finito di sperare di cambiare le cose in meglio. Semplicemente non ho finito, Il mio ricordo più grande deve ancora arrivare”.

Shannen Doherty: il divorzio dal marito e i figli non avuti

Da gennaio, inoltre, sta lottando senza l’ex marito Kurt Iswarienko. L’attrice ha infatti chiesto il divorzio dopo 11 anni, pare per colpa di un tradimento da parte dell’uomo, e via social aveva annunciato amara: “Le uniche persone che meritano di essere nella tua vita sono quelle che ti trattano con amore, gentilezza e rispetto totale”. In passato i due avevano parlato della possibilità di avere dei figli, ma poi il timore per l’età avanzata dell’attrice e la malattia li avevano fatti desistere: “Ci sarò tra cinque anni? E fra 10? Non voglio che mia figlia, a 10 anni, debba seppellire sua madre. La verità è che ho sempre voluto un figlio. Ma forse è destino che io debba essere madre in un altro modo”.

Shannen Doherty, otto anni di lotta

In questi otto anni ha documentato con schiettezza gli alti e bassi della malattia. Un percorso che l’ha portata a riflettere e mettere in discussione tutta la sua vita. Un tema che esplorerà nel podcast “Let’s Be Clear with Shannen Doherty”, in arrivo il 6 dicembre su iHeartRadio. La strada per lei non è stata facile: dopo la diagnosi iniziale di cancro al seno nel 2015 l’attrice ha subito una mastectomia e si è sottoposta a chemioterapia e radiazioni.

Shannen Doherty e l’intervento al cervello

Nel 2017 aveva rivelato su Instagram di essere andata in remissione, ma nel 2019 il cancro è tornato e l’anno successivo ha reso pubblica la sua diagnosi di cancro metastatico al quarto stadio. Lo scorso giugno aveva reso noto che si era dovuta sottoporre a un intervento chirurgico per rimuovere un tumore al cervello: “Ha dovuto essere rimosso e sezionato per vedere la sua patologia. È stata sicuramente una delle cose più spaventose che abbia mai vissuto in tutta la mia vita.”

“Ti mandano in pensione, ma abbiamo una visione diversa della vita”

La dolorosa esperienza l’ha portata a interrogarsi sul fine ultimo della vita: “Quando ti chiedi: ‘Perché io? Perché mi sono ammalato di cancro?’. E poi ‘Perché il cancro si è ripresentato? Perché sono al quarto stadio’. Questo ti porta a cercare lo scopo più grande nella vita”.

Spera inoltre che la sua storia e la sua popolarità possano aumentare i fondi per la ricerca sul cancro e la visione della malattia presso l’opinione pubblica: “La gente presume semplicemente che ciò significhi che non puoi camminare, non puoi mangiare, non puoi lavorare. Ti mettono al pascolo in tenera età. Noi siamo vivaci e abbiamo una visione molto diversa della vita. Siamo persone che vogliono lavorare, abbracciare la vita e andare avanti”.

Fonti verificate: tgcom24.mediaset.it //

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.