Capitanata

Foggia, il 2009 di Mongelli: a metà dell’opera ben si comincia


Di:

BilancioComuneFoggia-Mongelli (immagine di N.Saracino)

BilancioComuneFoggia-Mongelli (immagine di N.Saracino)

Foggia – “SEI mesi difficili ma con grandi margini di miglioramento”. E’ questo il messaggio con cui il sindaco di Foggia, Gianni Mongelli, ha aperto la conferenza stampa tenutasi questa mattina all’Aula consiliare di Palazzo di Città per tracciare il bilancio dei primi 6 mesi di governo dell’Amministrazione comunale e annunciare le iniziative che saranno attivate a breve scadenza nei diversi settori amministrativi.

CITTA’ STRATEGICA – Sei mesi caratterizzati da grandi problemi ma anche dalla sensazione che “la città possa nel 2010 non solo rafforzarsi come punto di riferimento per l’intera Capitanata”, ma anche “rivestire il ruolo di polo strategico per lo sviluppo dell’intera Puglia”. Le attività intorno alle quali ha ruotato la macchina governativa della città dauna in questo primo scorcio di amministrazione targato Mongelli variano in due direzioni: lo sviluppo degli obiettivi strategici, ma anche la sicurezza del territorio. Riguardo al primo punto, il sindaco Mongelli  ha sottolineato come siano stati affrontati problemi importanti , durante l’anno, relativamente alla gestione tecnica/operativa della macchina amministrativa del comune foggiano: si pensi ad esempio alle misure volte alla riduzione del 30% dei costi per l’emergenza abitativa, un fattore importante per il bilancio finale delle stesse casse comunali; la salvaguardia degli equilibri di bilancio con variazione al Bilancio di previsione annuale che, attraverso alcune misure  – cessione dei suoli residui nelle diverse zone della 167, attuazione dei programmi urbanistici in itinere, assegnazioni di suoli, entrate tributarie e amministrative, fitti di uffici e locali – punta a recuperare in un anno circa 30 milioni di euro che andranno a rimpinguare la difficile situazione della casse comunali.

LUCI E OMBRE – Risultati significativi sono stati raggiunti anche in ambito culturale con la riapertura del Palazzetto dell’Arte, la riqualificazione della Chiesa delle Croci, attraverso l’istituzione di appositi itinerari turistico-culturali, lo studio di fattibilità del progetto “Treno-Tram“, che prevede la costruzione di una rete extra-urbana tra Foggia, Lucera e Manfredonia con l’obiettivo di riorganizzare la mobilità della qualità urbana e ridurre l’inquinamento acustico e atmosferico, e infine l’istituzione dell’area pedonale comprendente il tratto che va da vico Teatro fino a via Oberdan, che ha inteso valorizzare il restyling architettonico di piazza Cesare Battisti, ma che è stato oggetto di controversia tra i commercianti, alcuni dei quali contrari e penalizzati dalla delibera comunale. Iniziative importanti, dunque, “ma non prive di difficoltà”. Soprattutto i settori dell’edilizia scolastica e dei lavori pubblici in generale necessitano di ulteriori fondi per portare a termine, tra gli altri, i lavori di riqualificazione degli edifici scolastici e rafforzare il polo universitario attraverso la creazione di un nucleo per la ricerca.

CITTA’ SICURA – L’altro pilastro sul quale si sono fondati i primi sei mesi del Governo Mongelli è stato quello della sicurezza, tramite la tutela della sicurezza urbana, l’incremento del 95% dell’attività sanzionatoria per infrazioni al Codice della Strada e l’intensificazione delle attività di Polizia Amministrativa e Giudiziaria. Il quadro che viene fuori dal bilancio tratto dal sindaco Mongelli sembra avere dunque tutti i tratti di un bicchiere di gestione amministrativa apparentemente “mezzo pieno”. “In questi sei mesi la sensazione che ho avuto è che la città sia stata amministrata, nel vero senso del termine – ha detto Mongelli – L’augurio è che per l’anno venturo i foggiani si sentano sempre più parte integrante di questa amministrazione”, ha concluso il sindaco. Il 2010, ormai alle porte, chiarirà infatti se alle parole del primo cittadino seguiranno anche i fatti. Dopo un 2009 difficile, Foggia infatti “ha fame di riscatto”.

Foggia, il 2009 di Mongelli: a metà dell’opera ben si comincia ultima modifica: 2009-12-30T20:06:22+00:00 da Nicola Saracino



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This