Capitanata

Io, Mich Panella, ex di Tributi


Di:

MichelePanella

una foto recente di Michele Panella, ex dipendente della Tributi Italia Spa di Rodi Garganico

Rodi Garganico – “CARISSIMO sindaco buon Natale. Sa qual è il dono più grande che possa mai desiderare ? Ma quello di riavere il mio lavoro, dato che quello che ho perduto era il mio di lavoro”. Non è una lettera immaginaria, non è un missiva giunta in ritardo nel saccone colorato di un qualsiasi Santa Claus di Capitanata, ma la storia (reale)  di Michele Panella, il cittadino 48enne di Rodi Garganico (in provincia di Foggia), in lotta continua contro un “subdolo sistema”, in protesta da giorni contro l’amministrazione locale del Comune, che Panella continua a circoscrivere in sindaco e vice amministratore, colpevoli, a suo dire, di aver abbandonato la dignità del suo Io in uno di quei luoghi morali che una volta conosciuti, ahinoi, non sono più possibili dimenticare: le indifferenze dei tempi. Michele Panella è un ex, a questo punto, lavoratore della Gestor Tributi, unico dipendente della ditta di Rodi “da oltre 20 anni”. Michele il lavoro dell’ente Tributi, che come gli altri gestori dello Stivale si occupa (anche se non si sa ancora per quanto) della gestione e riscossione dell’Entrate degli enti locali, lo conosceva “davvero bene”. L’uomo si è dunque ‘ molto rammaricato’ (eufemismo) dopo aver appreso che dovrà presto cedere  il suo posto ad un giovane del luogo, per Michele ‘senza alcuna esperienza’. Ma si proceda con ordine: Michele Panella come detto è nativo di Rodi Garganico, ha 48 anni, sposato con un bimbo di 10. Per il suo precedente rapporto con l’ente Tributi locale, Panella era retribuito con una paga di 1180 euro mensili (compreso l’assegno familiare); questo grazie ad un ccnl part-time a 31 ore settimanali. La ditta alla quale era legata Panella sosteneva l’uomo con una spesa di 23mila euro annui (compreso contributi, tredicesime ed altro). Già da mesi erano iniziate a circolare voci “sulle difficoltà” della società di Rodi Garganico dedita alla riscossione dei Tributi per il Comune (difficoltà pari a quelle delle altre sedi italiane; difficoltà poi manifestatesi nella cosiddetta ‘bolla dei Tributi’ scoppiata a fine novembre – vedi in seguito); ripercorrendo la vicenda di Panella: ad inizio del 2009, il Comune di Rodi Garganico avrebbe stipulato un capitolato d’appalto con la ditta Aipa Spa di Milano, con l’onere per lo stesso ente vincitore della gara, come scrive Panella, “di un versamento di 58mila euro al Comune su una riscossione totale di 100mila annui”. “Pari alla somma che riscuotevo di persona”, scrive il lavoratore. Questo nonostante la Eurogest Spa avesse assicurato a Panella “con il 28% di aggio”, il suo precedente ccnl (contratto collettivo nazionale di lavoro). Un Ccnl che  Panella avrebbe maturato in oltre 20 anni. Ma, secondo il lavoratore, il sindaco di Rodi avrebbe deciso, in ogni modo, di assegnare l’appalto alla Aipa spa con “un aggio del 21%”, così “ignorando” le prospettive future del dipendente della Tributi. In seconda istanza, la stessa amministrazione di Rodi avrebbe segnalato come nuova figura da inserire nella ditta un ragazzo di 33 anni, “senza alcuna esperienza relativa”, dice Michele. “Potevano sempre convocarmi al Comune– scrive Panella – e chiedermi se avevo intenzione o meno di accettare una decurtazione nello stipendio fino ad un paga di 700 euro mensili a ccnl part-time a tempo determinato (probabilmente la stessa condizione lavorativa che legherà il nuovo dipendente della Aipa spa con l’ente riscossioni dei Tributi). Cosa chiede  Michele:  “Un Natale sereno, per la mia età, per la mia famiglia”, un Natale, ma soprattutto un futuro, che potrebbe ridiventare roseo solo se il Comune di Rodi deciderà di reinserire l’uomo nell’organigramma della ditta,”magari con una rettifica dell’aggio relativo all’ente”. La risposta e l’offerta del Comune: Stato ha contattato personalmente il sindaco di Rodi Garganico, Carmine D’Anelli. Come già detto a Panella, il sindaco ha offerto all’ex dipendente di Tributi un altro posto di lavoro, ma come ‘parcheggiatore con contratto a progetto’ nel comune di San Giovanni Rotondo (50 chilometri in linea d’aria da Rodi, con una probabile percorrenza di tempo pari ad un’ora e dieci minuti di macchina). “Con spese di carburante – dice Panella – tutte a mio caricoo“. Secondo il sindaco D’Anelli Panella potrebbe guadagnare, con la nuova attività lavorativa, fino a “2000 euro al mese, grazie agli incentivi”. Non la pensa allo stesso modo il lavoratore, convinto di un contratto a progetto, temporaneo, dunque distante dalla sua passata condizione contrattuale (a tempo indeterminato). Michele Panella, al momento in cui si scrive, è al suo ventitreesimo giorno di protesta dinnanzi alla sede comunale di Rodi Garganico, in Piazza Papa Giovanni XXIII. Tantissime testate, televisioni locali e regionali si sono occupati del caso dell’uomo. Dopo il ponte di Santo Stefano, il sindaco D’Aneli ha ricevuto personalmente Panella al Comune, per comunicargli la proposta di lavoro “in alternativa” al posto perduto dall’uomo (vale a dire il posto di parcheggiatore a San Giovanni Rotondo). Panella ha però comunicato di non aver alcuna intenzione di accettare il nuovo lavoro “per problemi di trasporto e di costi, oltre che di prospettive future”. L’uomo in questi giorni ha scritto anche all’assessore regionale Michele Losappio, per informarlo dell’accaduto, così come alla dottoressa Aponte, capo gabinetto della Prefettura di Foggia.

Io, Mich Panella, ex di Tributi ultima modifica: 2009-12-30T15:56:22+00:00 da Giuseppe de Filippo



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • michele

    caro giuseppe ottimo articolo.!!! ma voglio precisarti che il sindaco oltre a essere una persona disumana e’ un grande bugiardo,un falso..!!!! non ci sono incentivi,c’e’ solo un contratto a progetto;( che e’ un contratto zero);con un compenso di 500 euro al mese,con spese carburante a carico mio..!! perche’ non sta lui a queste condizioni? riesce lui padre di famiglia a vivere con questa elemosina? si vergognasse..!!!! ciao giueseppe….un sereno anno 2010….auguri…michele panella..ex dipendente mondelli delmonte srl-ex dipendente gestor spa-ex dipendente tributi italia spa…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This