Edizione n° 5339

BALLON D'ESSAI

AL VOTO  // Sostenibilità a tutto tondo. L’idea di paese per Filippo Barbano
17 Maggio 2024 - ore  15:14

CALEMBOUR

MATTINATA // Gianfranco Prencipe assolto da ricettazione targhe di nazionalità tedesca. Virale dopo videoclip
15 Maggio 2024 - ore  11:07

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

ORSA Il papà di Andrea Papi: ‘Mio figlio come Gesù, morto innocente’

Il ragazzo di 26 anni venne ucciso dall'orsa Jj4

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
31 Marzo 2024
Attualità // Prima pagina //

La vicenda di Andrea evoca parallelismi con quella di Gesù Cristo: un giovane innocente, deriso per la sua passione per la natura e le attività all’aria aperta. Per noi, il suo percorso è stato un costante calvario, segnato da malvagi commenti sui social e accuse infondate.

Ora, non ci accontentiamo più solo della giustizia, la esigiamo. Queste sono le parole di Carlo Papi, padre di Andrea, il ragazzo di 26 anni tragicamente ucciso lo scorso 5 aprile 2023 dall’orsa Jj4 nei boschi sopra Caldes, in Trentino, come riportato dall’ANSA.

A quasi un anno dalla tragedia che ha sconvolto la comunità locale e ha scatenato un dibattito acceso tra l’amministrazione provinciale e le associazioni animaliste sulla gestione dei grandi carnivori, Papi ribadisce l’importanza di individuare i responsabili. “Non abbiamo ancora ricevuto aggiornamenti sull’indagine della Procura di Trento, ma conserviamo fiducia nelle istituzioni. Speriamo che si faccia luce su questa vicenda, poiché un giovane di 26 anni, pieno di vita e prospettive, non può morire così. Andrea è stato abbandonato da coloro che avrebbero dovuto tutelarlo”, ha sottolineato Papi.

In occasione del primo anniversario della sua scomparsa, il 5 aprile, è prevista una messa in suo ricordo presso la chiesa parrocchiale di Caldes, alle ore 20. Il giorno seguente, sempre alle 20, il gruppo “Orgogliosamente Trentini” ha organizzato una fiaccolata per le vie del paese.

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.