Cronaca

Palese: “Per accorpamento Province serve Consiglio autonomie locali”


Di:

Rocco Palese a Foggia (Consiglio comunale - image by N.Saracino)

Bari – “LA Regione Puglia non ha mai costituito il Consiglio delle Autonomie Locali, organismo di partecipazione e rappresentanza degli Enti Locali previsto dall’art. 123 della Costituzione, dall’art. 43 dello Statuto della Regione del 2004 e la cui istituzione è regolata dalla Legge Regionale N. 29 del 26 ottobre 2006, la quale all’art. 12 prevedeva che il Consiglio delle Autonomie Locali fosse costituito entro 120 giorni dalla data di entrata in vigore di quella Legge. Tale inadempienza della Regione rende oggi difficile, se non impossibile, applicare in Puglia quanto previsto dall’art. 17 del Decreto Legge sulla Spendig Review in merito all’accorpamento delle Province”.

Lo denuncia in una nota il capogruppo del Pdl alla Regione Puglia, Rocco Palese, che quindi sollecita “la Regione Puglia ad avviare e realizzare quanto prima la costituzione del Consiglio delle Autonomie Locali, perché l’art. 17 del Decreto di Spending Review sull’accorpamento delle Province, prevede il coinvolgimento del Consiglio delle Autonomie Locali nella delimitazione territoriale delle nuove Province, un percorso che quindi in Puglia sarebbe inficiato dall’assenza di questo organo costituzionale previsto proprio per garantire agli Enti Locali (Comuni, Province e Comunità Montane) una interlocuzione ed una partecipazione costanti nell’iter decisionale di tutti i processi legislativi della Regione e dello Stato centrale. Chiediamo quindi al Presidente Introna che, come previsto dalla Legge Regionale 29/2006, dia avvio a tutte le procedure di costituzione del Consiglio delle Autonomie Locali, peraltro attese da ben sei anni dai nostri Enti Locali”.

Redazione Stato

Palese: “Per accorpamento Province serve Consiglio autonomie locali” ultima modifica: 2012-07-31T21:56:44+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This