Edizione n° 5372

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Il 14 settembre prima campanella per le scuole pugliesi

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
31 Agosto 2023
Cronaca // Scuola e Giovani //

FOGGIA – Giovedì 14 settembre primo giorno di scuola per gli studenti pugliesi. A rendere note le date, regione per regione, è il ministero dell’Istruzione e del Merito. Con la Puglia sarà il turno anche di Calabria, Liguria, Molise e Sardegna. I primi a tornare sui banchi di scuola saranno invece gli studenti della provincia autonoma di Bolzano, martedì 5 settembre, seguiti da Piemonte, Valle D’Aosta e Provincia autonoma di Trento l’11 settembre e Lombardia il giorno dopo, il 12.

 

Ultimi a rientrare gli studenti di Emilia-Romagna, Lazio e Toscana, il 15 settembre.

 

Per quanto riguarda il termine delle lezioni, la Puglia sarà tra le prime ad andare in vacanza, con l’ultima campanella che suonerà il 7 giugno, così come in Sardegna. A precederle sono Emilia-Romagna, Marche e Valle d’Aosta, dove le attività si concluderanno il 6 giugno 2024. Per la maggior parte delle regioni, invece, lo stop sarà l’8 giugno. Il 10 giugno toccherà alla Toscana, l’11 alla Provincia autonoma di Trento e il 14 alla Provincia autonoma di Bolzano.

 

Sempre in Puglia le festività natalizie cominceranno il 23 dicembre e termineranno il 5 gennaio 2024, mentre le festività pasquali cominceranno il 28 marzo 2024 e finiranno il 2 aprile, così come in tutte le altre regioni italiane (fatta eccezione per la Valle d’Aosta, dove termineranno il 1 aprile). Il 9 dicembre 2023, il 12 e il 13 febbraio 2024 saranno le ulteriori sospensioni dell’attività didattica per la regione Puglia. Lo riporta l’agenzia Ansa.

Lascia un commento

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.” SIR WINSTON CHURCHILL

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.