Cronaca

Cimiteri, Adoc: aumento crisantemi fino a 100%


Di:

(st - archivio)

Foggia – ALLA vigilia delle giornate dedicate ai defunti, il fiore simbolo della commemorazione, il crisantemo, è rincarato anche del 100%.

Lo ha rilevato l’Adoc Puglia, l’Associazione dei consumatori che in questi giorni ha monitorato i prezzi praticati nei negozi tradizionali, presso le bancarelle dei cimiteri e perfino in alcuni centri commerciali della grande distribuzione. “Gli addetti ai lavori però – fa notare Valeria Andriano, del Direttivo regionale dell’Adoc –, dichiarano che il prezzo dei fiori è rimasto invariato rispetto allo scorso anno, ma il crisantemo è pressoché raddoppiato. Infatti, se fino a venti giorni fa nelle vicinanze del cimitero il prezzo di una composizione di crisantemi si aggirava intorno a 5 euro, adesso, la stessa quantità, arriva a costare 10 euro”.

Invariato, invece, il prezzo delle altre piante tipiche del periodo autunnale come il ciclamino, insieme ad altre varietà richieste come i lilium, le gerbere, i garofani. A conti fatti, ogni famiglia non riuscirà a spendere più 15-20,00 euro per i fiori. “Ciò significa – afferma ancora Valeria Andriano – che di fiori se ne acquisteranno meno per effetto del prezzo maggiorato, oltre all’impossibilità di acquistarli in anticipo per effetto delle temperature”.

Ed è appurato, fanno presente dalla sede regionale dell’Adoc, che nei pressi dei cimiteri i prezzi aumentano senza giustificazioni plausibili quando, viceversa, per invogliare l’acquisto, sarebbe opportuno ridurre i prezzi, così come pare stia accadendo per l’abbigliamento. Poi ci sono i lumini i quali contribuiscono a far lievitare ulteriormente i costi della giornata in onore dei defunti. Ed il prezzo per un lumino votivo tradizionale, a cera, si aggira tra uno e i 3,00 euro in base alla dimensione; mentre per quelli Led a batteria il prezzo varia dai 3 a 7,00 euro in base alla durata che passa dai 70 ai 100 giorni di luce. Molti sono i supermercati che in questi giorni vendono lumini a prezzi più vantaggiosi dei fiorai. Pertanto, per risparmiare, il consiglio utile è quello di comprare i fiori preferibilmente dal proprio fioraio di fiducia, dal momento che nelle vicinanze delle necropoli è prevedibile che i cartellini con i prezzi scritti col pennarello vengano sostituiti rapidamente, in coincidenza del maggiore o del minore afflusso di visitatori.

Redazione Stato

Cimiteri, Adoc: aumento crisantemi fino a 100% ultima modifica: 2013-10-31T19:36:44+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This