Manfredonia

Ex Ibf, lavoratori: “da 6 mesi non ci pagano la Cigs, pronti a occupare” (ft-VIDEO)


Di:

Un momento della riunione di stamani nei locali dell'ex Ibf spa (statoquotidiano - Benedetto Monaco@)

Manfredonia – “DA 6 mesi non ci pagano la Cassa integrazione; basta, ci devono aiutare. Prima le promesse di un’azienda “sana“; poi le indagini delle Forze dell’Ordine; poi ancora la liquidazione, l’esclusione di 56 lavoratori, ora il mancato anticipo del Tfr. Bisogna trovare una soluzione”. Animata riunione stamani in un locale della ex Ibf di Manfredonia, azienda del Contratto d’area territoriale, fra le prime 7 ad aver sottoscritto l’accordo, avente come attività sociale “accumulatori per trazione e stazionari”. Presente la dr.ssa Angela Oresti, liquidatore dell’azienda, un nutrito gruppo di lavoratori, il rappresentante della Fim-Cisl di Manfredonia Michele Iacoviello ed alcuni carabinieri della Compagnia locale.

FEBBRAIO 2013, DA IBF A FIB SRL. IN SEGUITO LA RICHIESTA DI AMMISSIONE AL CONCORDATO PREVENTIVO. Da relazione del Responsabile Unico del CdA (ottobre 2012) la Ibf Spa (oggi in liquidazione) ha goduto di 5.113 (in migliaia di euro) di investimenti ammessi, 3.357 di contributi pubblici assegnati, inizialmente con 114 dipendenti, con 56 esclusi dopo la sottoscrizione di un accordo – lo scorso 20 febbraio in Assindustria a Foggia – per l’ingresso di una nuova società (la Fib, con rappresentanti della Ibf Spa, del gruppo Faam, ancora in azienda). La direzione commerciale – e lo stabilimento – della Fib srl è presente a Monterubbiano (Fermo), con sede centrale nel Centro aziendale Quercete snc Frazione Contrada Quercete – San Potito Sannitico (Ce), oltre al citato stabilimento dell’ex Ibf a Macchia, nell’area ex Enichem.

Ad oggi sarebbero una cinquantina i lavoratori in attività con la nuova sigla aziendale (Fib), mentre il futuro degli esclusi sembra ad oggi “in alto mare”.

FOCUS AZIENDA SCIOPEROCIGS

Relativamente all’ex Ibf, il 19 marzo 2013 ci sarebbe stata la presentazione del piano per l’ammissione al concordato preventivo (con competenza del Tribunale di Fermo), il 9 ottobre la nomina del Commissario liquidatore dr. Marco Sandroli, lo scorso aprile 2013 la firma del verbale per la Cigs (per una durata di 12 mesi). Da quanto emerso, si sarebbero verificati degli errori nella redazione della pratica per gli ammortizzatori sociali con consegna avvenuta al Ministero “con 45 giorni di ritardo” (come sarebbe avvenuto in verità per altre situazioni aziendali). Ieri sarebbe stata rifirmata la Cigs in Provincia, previsto un incontro giovedì a Foggia per un prolungamento dello stesso ammortizzatore sociale. (aprile/ottobre 2014).

All’incontro fissato per giovedì 7 dovrebbe presenziare anche il Commissario dr.Sandroli; i lavoratori – in attesa da mesi del pagamento della Cigs – chiederanno la possibilità di un anticipo del Tfr. In attesa dell’omologazione del concordato preventivo – da parte del Tribunale di Fermo – la possibilità di un intervento sul giudice delegato spetterebbe al solo Commissario Sandroli.

“Ma siamo preoccupati – aggiungono i lavoratori – potrebbero passare ancora mesi; oggi, in segno di protesta, ci siamo rifiutati di firmare le pratiche per la Cassa integrazione, come siamo tenuti a fare ogni mese. Ci attendiamo almeno una minima cifra per passare un Natale e Capodanno dignitoso. Siamo pronti ad occupare l’azienda se la situazione non si dovesse sbloccare”. Un messaggio al dg Pagliarini: “aveva parlato di un’azienda sana e in fase di rilancio, con volontà di investire nel territorio, oggi gli chiediamo solo di mettersi nei nostri panni e di vendere – se necessario qualcosa – pur di pagarci”.

Note: come avvenuto in altre riunioni relative a situazioni di crisi nessuna presenza stamani di rappresentanti del Comune, della Provincia e/o della Regione.

Indiscrezioni. Da alcune segnalazioni dei lavoratori, la ex IBF avrebbe sversato degli acidi reflui nell’ambiente ricoprendoli di terra argillosa. A carico del Curatore fallimentare anche un ipotetico rimborso per il danno ambientale.

CONTRATTO D’AREA – DAGLI INVESTIMENTI AL CROLLO : RELAZIONE 2012 RELAZIONE 2011RELAZIONE 2010

g.defilippo@statoquotidiano.it

VIDEO

FOTOGALLERY

Ex Ibf, lavoratori: “da 6 mesi non ci pagano la Cigs, pronti a occupare” (ft-VIDEO) ultima modifica: 2013-10-31T17:55:01+00:00 da Giuseppe de Filippo



Vota questo articolo:
17

Commenti


  • chiarezza

    un mio pensiero..gestione dell’Azienda da parte dei lavoratori..e non rifuggiarsi nella cassa integrazione..


  • Gesuele Rosciano

    La mia personale solidarietà a questi lavoratori.Purtroppo,non posso offrirvi la solidarietà di un partito politico,in quanto,il partito nel quale ho militato per più di 10 anni,su queste tematiche è completamente assente. Il gruppo dirigente è invece attentissimo alla spartizione di incarichi istituzionali.Ormai,dopo tanto lassismo,ritengo deleterio lottare per la cassa integrazione. Avremmo dovuto lottare,insieme,uniti,opportunamente affiancati dai partiti politici,che nel frattempo però erano troppo impegnati nella spartizione degli incarichi,per il mantenimento dei livelli occupazionali,per il prosieguo della produzione a Manfredonia. La cassa integrazione non cura il male. Non basta una aspirina per curare un tumore.Saluto fraternamente i lavoratori che stanno affrontando questo momento buio,e condivido con loro il sogno che,nella nostra città ritornino presto lavoro e prosperità per tutti.


  • Giuseppe de Filippo

    Grazie Gesuele; lo ripeto, avendo seguito tante vertenze di aziende in crisi: nessuna presenza di rappresentanti politici; Giuseppe de Filippo


  • SOLIDARNOSH

    Egregi LAVORATORI anche se non siete spalleggiati da alcun politico non mollate la lotta andate avanti imperterriti vedrete che qualcuno si farà avanti in quanto siamo in piena campagna elettorale. COMUNQUE TANTA SOLIDARIETà AI LAVORATORI E ALLE LORO FAMIGLIE SPERO SI RISOLVA PRESTO.


  • DACUMBA

    GIOVANI NON MOLLATE ORGANIZZATE UNO SCIOPERO GENERALE FATEVI SENTIRE QUI LA SITUAZIONE LAVORATIVA E’ UN DISASTRO CI VOGLIAMO SVEGLIARE OGNI GIORNO GENTE PERDE IL POSTO DI LAVORO E’ NESSUNO FA NIENTE DIAMOCI UNA MOSSA TUTTI IN SCIOPERO…..

  • CI SONO PASSATO PRIMA DI VOI .. AVETE LA MASSIMA COMPRENSIONE.. FATE VALERE I VOSTRI DIRITTI …


  • Il Sipontino

    il male è aver accettato o, avervi fatto accettare la cassa integrazione. purtroppo noi popolo meridionale abbiamo un’idea dell’assistenzialismo (che di natura dovrebbe essere temporanea) molto particolare. oggi, la lotta sembra tardiva per una soluzione al rientro lavorativo e non credo che in quella riunione eravate tutti presenti. l’azienda potrebbe ritornare sui suoi passi solo se troverebbe le condizioni economiche di produzione uguali a quelle cinesi. una soluzione potrebbe derivare dalla famose “ZONE FRANCHE”. saluti.


  • vittima contratto d' area

    Ragazzi ci siamo passati prima di voi ficcatevi nell” azienda e non vi muovete di la finquando no vi danno delle risposte concrete x che la stanno tutti daccordo


  • matteo

    A 40 anni sono stato licenziato da una ditta con meno di 5 dipendenti. Ho avuto diritto a 10 mesi di disoccupazione, Punto. Dopo di che sono rimasto in mezzo ad una strada, io e la mia famiglia. Come me, la maggior parte dei disoccupati d’Italia. Come me, la maggior parte dei disoccupati non hanno mai avuto accesso alla cassa integrazione. Come me, non fanno molto rumore e non pretendono nulla da nessuno, ma si spaccano la schiena per continuare a vivere. Prima o poi la cassa integrazione scomparirà per tutti, così come non è stata concessa a me e a tutti quelli come me. Rassegnatevi. Il tempo dei balocchi è finita. Il tempo delle vacche grasse è finita. Lo stato non può piu prelevare i soldi per darvi a campare perche i sold sò fnt! Andate a zappare e non cazzeggiate per il corso o andando a pescare o a funghi e castagne. Iet a fatiè.


  • giuvann ca fe i castagn

    ma si propr nu matteo peccato non dovevi prendere neanche quei dieci mesi e grazie a te che la pensi cosi i nostri politici si sbordacchiano — campagne svegliati perchè ancora una volta su una situazione mondiale di crisi provocata da banche stato e imprenditori ce qualcuno come te che fa la guerra dei poveri ti rispondo solo perchè mi dispiace di chi ti a messo al mondo e ti sta vicino arrpignt ———–


  • ANNO XIII ERA RICCAMPO

    Alcuni politici locali asseriscono che i patti d’area sono stati un successo!!??


  • vittima contratto d' area

    Matteo dove possiamo trovare un lavoro sai solo parlare jet a fatie e dove? Trovami un lavoroooooooooo x che io non riesco a trovarlo in


  • Operaio

    Mi dispiace per tutti gli operai, ma chissà perchè nelle interviste vengono presi sempre quelli che non so se gli hanno versati almeno i soldi per la loro cig… Ogni volta che ci sono interviste stanno sempre loro in prima fila, persone che non (avrebbero,ndr) lavorato e (avrebbero,ndr) dato il contributo al disfacimento….
    Per questo dico ad alcuni operai non fatevi strumentalizzare dagli –….


  • RIONE CROCE( Scuola di delinquenza minorile)

    Povera gente, andate a reclamare presso i responsabili dei patti d’area!!


  • Legnasanta

    Con tutti i crediti che vantate, accordatevi con altri fornitori insoddidfatti e prendetevi l’azienda. “Ficcatevi” dentro e prendete le redini in mano. Tra un anno ci potrà essere un fallimento e poi chissà come finirà. Storie come queste le abbiamo già vissute e sappiamo come finiscono. Lasciate a loro i cachizzi in mano e Voi tenetevi l’azienda che è già in parte vostra.


  • Mario

    Efes chi ho parlet.La persona che tanto si è fatto riprendere dalle telecamere e l’esempio del perchè le aziende vanno in crisi.Un giorno di lavoro —.Ma stat — Dispiace tantissmo per gli altri perchè non dobbiamo fare che tutti sono come—.Vedrete che tutto si sistemerà e vi auguro di cuore che possiate rientrare non tutti perchè di munnezz c n —-.Anch’io sono in cassa ho lavorato con voi però dico la verità ognuno deve pensare cosa ha fatto durante gli anni precedenti, specialmente u—- —p tridc ann dovevano buttarlo fuori —spero che metti mai più piede in quell’azienda lo spero tanto altrimenti andremo in fondo


  • mary

    Piena solidarieta’ agli operai IBF!
    Grandi ragazzi! bravi,sono a voi vicina lotto,e lotterò sempre con voi!Contro l’orribile atteggiamento tenuto dalla dirigenza!!!!! vi ricordate quando ci dicevano “siamo una famiglia..”sono contenta di essere stata allontanata..una famiglia così non si augura a nessuno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This