30 C
Manfredonia
venerdì, 3 Luglio, 2020
 STATOTV
DAI IL TUO SUPPORTO A STATO QUOTIDIANO  CONTRIBUISCI
Stato Home Regione-Territorio

Regione-Territorio

Agroalimentare, Regione a Governo: emanare decreto per stato di crisi

APPROVATO all’unanimità dal Consiglio regionale della Puglia, a conclusione della seduta monotematica sull’agricoltura, un ordine del giorno relativo allo stato di crisi. Nel documento si fa presente come

Strutture in aree a rischio idrogeologico: la situazione in Puglia

FORTE ritardi nella prevenzione e ancora troppo cemento lungo i corsi d’acqua e in prossimità di versanti franosi e instabili: resta elevato il pericolo frane e alluvioni in Italia. Nel 79% dei comuni coinvolti nell’indagine Ecosistema rischio 2009, di Legambiente, sono presenti abitazioni in aree esposte a pericolo di frane e alluvioni, nel 28% dei casi sono presenti in tali aree interi quartieri e nel 54% fabbricati e insediamenti industriali. Nel 20% dei comuni campione d’indagine in aree classificate a rischio idrogeologico sono presenti strutture sensibili o strutture ricettive turistiche e nel 36% dei comuni non viene ancora realizzata una manutenzione ordinaria delle sponde. Nonostante sia così pesante l’urbanizzazione delle zone a rischio, appena il 7% delle amministrazioni comunali ha provveduto a delocalizzare abitazioni e solo nel 3% dei casi sono stati avviati interventi di delocalizzazione dei fabbricati industriali. Nel 15% dei comuni mancano ancora i piani urbanistici che prevedono vincoli all’edificazione delle aree a rischio idrogeologico. Dati confortanti arrivano invece per le attività svolte nell’organizzazione del sistema locale di protezione civile

Palese: Pd confuso. Verdi: coalizione forte o si perde. La video-lettera di Nichi

ATTACCO frontale a Vendola da parte del capogruppo di Forza Italia-Pdl in Consiglio regionale, Rocco Palese, in primis sulla confusione in seno alla dirigenza del Partito Democratico:“Ci meravigliamo di come il governatore della Regione non abbia ancora revocato tutte le deleghe agli assessori del Pd e consenta agli assessori e ai consiglieri di quel partito di farsi campagna elettorale a sue spese". Per Palese "lo sdoppiamento di personalità del Pd pugliese è sintetizzato alla perfezione dal capogruppo consiliare del partito. Il collega Maniglio nei giorni scorsi ha detto chiaramente di essere tra quelli che nel suo partito non vogliono la ricandidatura di Vendola, che chiedono discontinuità e che considerano perdente un’alleanza del centrosinistra intorno a Vendola. Maniglio, quindi, scarica Vendola. Intanto in Giunta gli assessori del Pd approvano il Bilancio e oggi il capogruppo del Pd Maniglio assume in capo al suo partito il merito di aver ‘abbassato’ le tasse. Dovrebbe in primo luogo ricordare che sono stati Vendola e il Pd nel 2006 ad aumentare le tasse per colpa dei loro debiti nella sanità, quindi oggi non è che abbassano le tasse ai pugliesi, ma semplicemente diminuiscono i loro stessi aumenti.

Vertenza Adelchi. Capone: entro il 21 dicembre rilancio attività

"IL Gruppo Adelchi dovrà comunicare entro il 21 dicembre se intende rilanciare la propria attività e in che modo progetta di farlo. Non ci saranno ulteriori proroghe: l’azienda deve rendersi conto che ogni giorno senza prospettive è un giorno sprecato”. L’ha annunciato la Vice Presidente e Assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone al termine dell’incontro tra Regione Puglia, Provincia di Lecce, rappresentanti dell’impresa, Confindustria e Sindacati, che hanno sottoscritto un documento chiarendo date e impegni. In particolare, se l’azienda intende rilanciare l’attività di La Nuova Adelchi, GSC Plast e C.R.C,

Centrale Enel Cerano. Vendola: favorire abbattimento emissioni inquinanti

QUESTA mattina il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola ha incontrato il Presidente della Provincia di Brindisi Massimo Ferrarese e il Sindaco di Brindisi Domenico Mennitti. Oggetto dell’incontro la questione centrale Enel di Cerano. Al termine i tre rappresentanti istituzionali hanno rilasciato la seguente dichiarazione congiunta: "La centrale elettrica di Cerano continua ad essere al centro di un negoziato assai impegnativo e difficile tra l’Enel e le Istituzioni locali. Si tratta di dare segni tangibili e netti in termini di ambientalizzazione degli apparati produttivi e di conseguente abbattimento delle emissioni inquinanti e climalteranti.

Regione, il Bilancio ‘conteso’. Maniglio: da Moody’s rating a1. Palese: dati parziali

-"IL Bilancio 2010 attesta che la Puglia è una regione con i conti a posto. Lo dicono i numeri dello strumento contabile, lo conferma la decisione di Moody’s di assegnare alla Puglia, a differenza di quanto accade nelle altre regioni meridionali, il rating A1 - così il capogruppo del Partito Democratico in Consiglio regionale, Antonio Maniglio- Ma il bilancio della Puglia - continua - non è solo una buona manovra contabile. E’ il risultato delle iniziative messe in campo sul piano politico per fronteggiare la devastante crisi economica: la manovra di 550 milioni a sostegno dell’impresa e del lavoro o i fondi stanziati per gli ammortizzatori sociali o, ancora, le iniziative a favore delle università, delle scuole e del diritto allo studio (25 milioni di euro), consentono alla nostra regione di attutire l’impatto recessivo. La cancellazione dell’addizionale Irpef,

Zullo a Fiore: “Rigore nell’utilizzo dei fondi sanitari”

"LA Puglia non firmerà l’accordo con il Governo nazionale per il patto sulla salute perché così com’è non tiene conto delle condizioni socio-economiche e degli squilibri territoriali del mezzogiorno. E’ l’ultima minaccia contro il Governo Berlusconi dell’assessore Fiore e del presidente Vendola poiché già sanno che la Puglia con i criteri previsti (che agevolano, a mio avviso giustamente, le Regioni con popolazione più anziana) potrebbe rischiare il commissariamento". La dichiarazione è del consigliere de “La Puglia prima di Tutto”, Ignazio Zullo. "Caro assessore- scrive Zullo - il Patto può anche assegnare più risorse, ma fino a quando la Giunta Vendola farà finta di non capire il rigore con il quale va verificata la spesa sanitaria nel garantire il diritto alla salute

Barbanente: save the Pirp

IL Tribunale Amministrativo Regionale (Tar) della Puglia blocca i piani di riqualificazione integrati delle periferie urbane, denominati Pirp. L’ordinanza è stata emessa venerdì mattina dai giudici della II sezione del Tar (presidente Pietro Morea,

Fiore: ‘No da Puglia a patto per la salute’. Errani: piano strategico

- L'ASSESSORE alle Politiche della Salute, Tommaso Fiore , ha illustrato oggi alla stampa i motivi per i quali la Puglia, in caso di non modifiche piano di riparto del fondo sanitario regionale, non firmerà l’accordo con il Governo nazionale. “Il patto per salute così com’è – ha detto Fiore – non tiene conto delle condizioni socio-economiche e degli squilibri territoriali del mezzogiorno. La Puglia con i criteri e i fondi previsti potrebbe rischiare il commissariamento e per questo non firmeremo. Sono d’accordo con noi tutte le regioni del Sud, comprese Abruzzo e Sardegna governate dal centrodestra”. “La proposta del governo per la Puglia - ha spiegato l’assessore - è irrilevante, si passa da una quota di accesso al Fondo del 6,68% del 2009 a quella del 6,66% del 2010, sia pure su una quota complessiva lievemente più alta.

Marmo interroga Vendola e Barbanente sull’adozione schema del PPTR

UNA interrogazione a risposta scritta del Consigliere regionale AN-PDL, Nino Marmo, è stata rivolta a al Presidente della Regione ed all’Assessore all’Assetto del Territorio sull’adozione dello schema del Piano Paesaggistico Territoriale Regionale (PPTR).Marmo premette che “con la deliberazione di Giunta regionale n. 1947 del 20 ottobre 2009 è stato adottato, ai sensi dell’articolo 2, comma 2 della Legge Regionale n. 20/2009, lo schema del Piano Paesaggistico Territoriale Regionale (PPTR) e che, come stabilito nella stessa Legge Regionale, lo schema di PPTR è stato pubblicato per estratto sul BURP e reso disponibile in una versione più completa sul sito istituzionale della Regione Puglia”. E tal riguardo l’interrogante considera che: “A) lo spirito dell’adozione di uno ‘schema’ di PPTR (art. 2 comma 2 LR 20/2009) e la sua pubblicazione sul BURP e sul sito istituzionale della Regione, dovrebbe essere quello di renderlo fruibile a tutti i cittadini destinatari delle norme in questione

LE ULTIME SU STATO

Chiusura gallerie Mattinata – Vieste, Gelsomino scrive al Prefetto “Convinca Anas”

Manfredonia, 03 luglio 2020. “Non bastava il Covid, ora ci si mette anche Anas a rendere difficile la stagione turistica 2020. Per l’ennesima volta la...

Video 19enne foggiano “I gay sono moralmente sbagliati”

"Leonardo Frascaria è un 19enne foggiano e risulta l'autore di un video in cui lo si vede sbraitare che lui, da maschio eterosessuale di...

Monte. “Perchè il centro di aggregazione giovanile non viene aperto?”

Monte Sant'Angelo, 03 luglio 2020. Con la deliberazione n. 102 del 17 maggio 2013, l’Amministrazione Comunale decideva di partecipare al bando pubblico per il finanziamento...

Manfredonia, “solo” distacco di pannelli del controsoffitto: la biblioteca è agibile

Manfredonia, 03 luglio 2020. "NESSUN CROLLO, ma solo il distacco di calcinacci e di alcuni pannelli della controsoffittatura nel locale in fondo all’ala est...

Giovani uccisi,confermato ergastolo per 24enne Cubeddu

(ANSA) - SASSARI, 03 LUG - Ergastolo confermato per Alberto Cubeddu, il giovane di 24 anni di Ozieri accusato del duplice omicidio di Gianluca...

Tentato omicidio a Vieste, scarcerati Della Malva, Luongo e Langi

(retegargano) Hanno ottenuto l'obbligo di dimora i tre viestani accusati del tentativo di omicidio di un giovane viestano, dopo il deposito della perizia medico...

ULTIMI COMMENTI

Agroalimentare, Regione a Governo: emanare decreto per stato di crisi

APPROVATO all’unanimità dal Consiglio regionale della Puglia, a conclusione della seduta monotematica sull’agricoltura, un ordine del giorno relativo allo stato di crisi. Nel documento si fa presente come

Strutture in aree a rischio idrogeologico: la situazione in Puglia

FORTE ritardi nella prevenzione e ancora troppo cemento lungo i corsi d’acqua e in prossimità di versanti franosi e instabili: resta elevato il pericolo frane e alluvioni in Italia. Nel 79% dei comuni coinvolti nell’indagine Ecosistema rischio 2009, di Legambiente, sono presenti abitazioni in aree esposte a pericolo di frane e alluvioni, nel 28% dei casi sono presenti in tali aree interi quartieri e nel 54% fabbricati e insediamenti industriali. Nel 20% dei comuni campione d’indagine in aree classificate a rischio idrogeologico sono presenti strutture sensibili o strutture ricettive turistiche e nel 36% dei comuni non viene ancora realizzata una manutenzione ordinaria delle sponde. Nonostante sia così pesante l’urbanizzazione delle zone a rischio, appena il 7% delle amministrazioni comunali ha provveduto a delocalizzare abitazioni e solo nel 3% dei casi sono stati avviati interventi di delocalizzazione dei fabbricati industriali. Nel 15% dei comuni mancano ancora i piani urbanistici che prevedono vincoli all’edificazione delle aree a rischio idrogeologico. Dati confortanti arrivano invece per le attività svolte nell’organizzazione del sistema locale di protezione civile

Palese: Pd confuso. Verdi: coalizione forte o si perde. La video-lettera di Nichi

ATTACCO frontale a Vendola da parte del capogruppo di Forza Italia-Pdl in Consiglio regionale, Rocco Palese, in primis sulla confusione in seno alla dirigenza del Partito Democratico:“Ci meravigliamo di come il governatore della Regione non abbia ancora revocato tutte le deleghe agli assessori del Pd e consenta agli assessori e ai consiglieri di quel partito di farsi campagna elettorale a sue spese". Per Palese "lo sdoppiamento di personalità del Pd pugliese è sintetizzato alla perfezione dal capogruppo consiliare del partito. Il collega Maniglio nei giorni scorsi ha detto chiaramente di essere tra quelli che nel suo partito non vogliono la ricandidatura di Vendola, che chiedono discontinuità e che considerano perdente un’alleanza del centrosinistra intorno a Vendola. Maniglio, quindi, scarica Vendola. Intanto in Giunta gli assessori del Pd approvano il Bilancio e oggi il capogruppo del Pd Maniglio assume in capo al suo partito il merito di aver ‘abbassato’ le tasse. Dovrebbe in primo luogo ricordare che sono stati Vendola e il Pd nel 2006 ad aumentare le tasse per colpa dei loro debiti nella sanità, quindi oggi non è che abbassano le tasse ai pugliesi, ma semplicemente diminuiscono i loro stessi aumenti.

Vertenza Adelchi. Capone: entro il 21 dicembre rilancio attività

"IL Gruppo Adelchi dovrà comunicare entro il 21 dicembre se intende rilanciare la propria attività e in che modo progetta di farlo. Non ci saranno ulteriori proroghe: l’azienda deve rendersi conto che ogni giorno senza prospettive è un giorno sprecato”. L’ha annunciato la Vice Presidente e Assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone al termine dell’incontro tra Regione Puglia, Provincia di Lecce, rappresentanti dell’impresa, Confindustria e Sindacati, che hanno sottoscritto un documento chiarendo date e impegni. In particolare, se l’azienda intende rilanciare l’attività di La Nuova Adelchi, GSC Plast e C.R.C,

Centrale Enel Cerano. Vendola: favorire abbattimento emissioni inquinanti

QUESTA mattina il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola ha incontrato il Presidente della Provincia di Brindisi Massimo Ferrarese e il Sindaco di Brindisi Domenico Mennitti. Oggetto dell’incontro la questione centrale Enel di Cerano. Al termine i tre rappresentanti istituzionali hanno rilasciato la seguente dichiarazione congiunta: "La centrale elettrica di Cerano continua ad essere al centro di un negoziato assai impegnativo e difficile tra l’Enel e le Istituzioni locali. Si tratta di dare segni tangibili e netti in termini di ambientalizzazione degli apparati produttivi e di conseguente abbattimento delle emissioni inquinanti e climalteranti.

Regione, il Bilancio ‘conteso’. Maniglio: da Moody’s rating a1. Palese: dati parziali

-"IL Bilancio 2010 attesta che la Puglia è una regione con i conti a posto. Lo dicono i numeri dello strumento contabile, lo conferma la decisione di Moody’s di assegnare alla Puglia, a differenza di quanto accade nelle altre regioni meridionali, il rating A1 - così il capogruppo del Partito Democratico in Consiglio regionale, Antonio Maniglio- Ma il bilancio della Puglia - continua - non è solo una buona manovra contabile. E’ il risultato delle iniziative messe in campo sul piano politico per fronteggiare la devastante crisi economica: la manovra di 550 milioni a sostegno dell’impresa e del lavoro o i fondi stanziati per gli ammortizzatori sociali o, ancora, le iniziative a favore delle università, delle scuole e del diritto allo studio (25 milioni di euro), consentono alla nostra regione di attutire l’impatto recessivo. La cancellazione dell’addizionale Irpef,

Zullo a Fiore: “Rigore nell’utilizzo dei fondi sanitari”

"LA Puglia non firmerà l’accordo con il Governo nazionale per il patto sulla salute perché così com’è non tiene conto delle condizioni socio-economiche e degli squilibri territoriali del mezzogiorno. E’ l’ultima minaccia contro il Governo Berlusconi dell’assessore Fiore e del presidente Vendola poiché già sanno che la Puglia con i criteri previsti (che agevolano, a mio avviso giustamente, le Regioni con popolazione più anziana) potrebbe rischiare il commissariamento". La dichiarazione è del consigliere de “La Puglia prima di Tutto”, Ignazio Zullo. "Caro assessore- scrive Zullo - il Patto può anche assegnare più risorse, ma fino a quando la Giunta Vendola farà finta di non capire il rigore con il quale va verificata la spesa sanitaria nel garantire il diritto alla salute

Barbanente: save the Pirp

IL Tribunale Amministrativo Regionale (Tar) della Puglia blocca i piani di riqualificazione integrati delle periferie urbane, denominati Pirp. L’ordinanza è stata emessa venerdì mattina dai giudici della II sezione del Tar (presidente Pietro Morea,

Fiore: ‘No da Puglia a patto per la salute’. Errani: piano strategico

- L'ASSESSORE alle Politiche della Salute, Tommaso Fiore , ha illustrato oggi alla stampa i motivi per i quali la Puglia, in caso di non modifiche piano di riparto del fondo sanitario regionale, non firmerà l’accordo con il Governo nazionale. “Il patto per salute così com’è – ha detto Fiore – non tiene conto delle condizioni socio-economiche e degli squilibri territoriali del mezzogiorno. La Puglia con i criteri e i fondi previsti potrebbe rischiare il commissariamento e per questo non firmeremo. Sono d’accordo con noi tutte le regioni del Sud, comprese Abruzzo e Sardegna governate dal centrodestra”. “La proposta del governo per la Puglia - ha spiegato l’assessore - è irrilevante, si passa da una quota di accesso al Fondo del 6,68% del 2009 a quella del 6,66% del 2010, sia pure su una quota complessiva lievemente più alta.

Marmo interroga Vendola e Barbanente sull’adozione schema del PPTR

UNA interrogazione a risposta scritta del Consigliere regionale AN-PDL, Nino Marmo, è stata rivolta a al Presidente della Regione ed all’Assessore all’Assetto del Territorio sull’adozione dello schema del Piano Paesaggistico Territoriale Regionale (PPTR).Marmo premette che “con la deliberazione di Giunta regionale n. 1947 del 20 ottobre 2009 è stato adottato, ai sensi dell’articolo 2, comma 2 della Legge Regionale n. 20/2009, lo schema del Piano Paesaggistico Territoriale Regionale (PPTR) e che, come stabilito nella stessa Legge Regionale, lo schema di PPTR è stato pubblicato per estratto sul BURP e reso disponibile in una versione più completa sul sito istituzionale della Regione Puglia”. E tal riguardo l’interrogante considera che: “A) lo spirito dell’adozione di uno ‘schema’ di PPTR (art. 2 comma 2 LR 20/2009) e la sua pubblicazione sul BURP e sul sito istituzionale della Regione, dovrebbe essere quello di renderlo fruibile a tutti i cittadini destinatari delle norme in questione

LE ULTIME SU STATO

Chiusura gallerie Mattinata – Vieste, Gelsomino scrive al Prefetto “Convinca Anas”

Manfredonia, 03 luglio 2020. “Non bastava il Covid, ora ci si mette anche Anas a rendere difficile la stagione turistica 2020. Per l’ennesima volta la...

Video 19enne foggiano “I gay sono moralmente sbagliati”

"Leonardo Frascaria è un 19enne foggiano e risulta l'autore di un video in cui lo si vede sbraitare che lui, da maschio eterosessuale di...

Monte. “Perchè il centro di aggregazione giovanile non viene aperto?”

Monte Sant'Angelo, 03 luglio 2020. Con la deliberazione n. 102 del 17 maggio 2013, l’Amministrazione Comunale decideva di partecipare al bando pubblico per il finanziamento...

Manfredonia, “solo” distacco di pannelli del controsoffitto: la biblioteca è agibile

Manfredonia, 03 luglio 2020. "NESSUN CROLLO, ma solo il distacco di calcinacci e di alcuni pannelli della controsoffittatura nel locale in fondo all’ala est...

Giovani uccisi,confermato ergastolo per 24enne Cubeddu

(ANSA) - SASSARI, 03 LUG - Ergastolo confermato per Alberto Cubeddu, il giovane di 24 anni di Ozieri accusato del duplice omicidio di Gianluca...

Tentato omicidio a Vieste, scarcerati Della Malva, Luongo e Langi

(retegargano) Hanno ottenuto l'obbligo di dimora i tre viestani accusati del tentativo di omicidio di un giovane viestano, dopo il deposito della perizia medico...

ULTIMI COMMENTI

Print Friendly, PDF & Email