17.2 C
Manfredonia
martedì, 25 Febbraio, 2020
 STATOTV
DAI IL TUO SUPPORTO A STATO QUOTIDIANO  CONTRIBUISCI
Home Tags Comunità Montane

Tag: Comunità Montane

Comunità Montane, avvio processo liquidazione

Bari - PROCESSO di liquidazione delle Comunità montane regionali, in applicazione della Legge regionale n.10/2012. Il processo liquidatorio è stato avviato con i seguenti provvedimenti...

Comunità montane. Sì VII Commissione

Bari - UN altro passo avanti nella settima Commissione del presidente Giannicola De Leonardis al disegno di legge che prevede norme per il...

Regione, sciolte Comunità Montane. Province: le ipotesi

Bari - SI' all’unanimità ma con una riserva, alle norme per il conferimento delle funzioni e dei compiti amministrativi al sistema delle autonomie locali,...

Lonigro: “Sciogliamo le Comunità montane una volta per tutte”

Bari/Foggia - "SCIOGLIAMO le Comunità Montane una volta per tutte”. Il consigliere regionale Pino Lonigro (SeL) è pienamente d’accordo su quanto proposto dal collega...

Comunità montane, consiglieri: il personale venga assorbito dalla Regione

Il destino delle Comunità montane è tracciato da un disegno di legge che l’assessore al Federalismo e Sud, Marida Dentamaro, ha illustrato nella settima...

Tutela lingue minoritarie: sì Regione. In festa comunità Arabesche e Franco-Provenzali

RACCOGLIE l’unanimità della sesta Commissione del presidente Francesco Ognissanti, la proposta di legge del consigliere Sergio Blasi (Pd) che contiene le norme per la promozione e la tutela delle lingue minoritarie in Puglia. Una iniziativa legislativa che già da un anno attendeva di vedere la

Comunità montane: nuovo sì in commissione allo scioglimento

LA seconda commissione della Regione Puglia, presieduta da Michele Ventricelli, ha espresso i pareri, ‘obbligatori, ma non vincolanti’, sul disegno di legge riguardante le ‘norme in tema di lavori pubblici e disposizioni diverse’, nelle materie strettamente di competenza della commissione. Le norme demaniali sono state approvate all’unanimità; quelle che riguardano il contenzioso amministrativo a maggioranza, con l’astensione dell’opposizione. A maggioranza anche il parere sulle disposizioni che riavviano il percorso di scioglimento delle comunità montane, sulle quali il voto dell’opposizione è stato negativo. “Si è aggravata la condizione di

Comunità Montane, Morra presidente. Lonigro: potere al solo

CONTESTAZIONE del presidente del Gruppo consiliare SDI, Pino Lonigro, a seguito della nomina del Senatore Carmelo Morra a presidente della Comunità Montana del Sub Appennino Meridionale: "Ancora una volta l’arroganza del potere e l’ignobile mercimonio degli interessi di pochi hanno colpito

Finanziaria 2010, tagli enti locali: decisione interna o riduzione di spesa

BLOCCO ieri per l'iter di discussione della Finanziaria 2010, in commissione Bilancio della Camera (fonte: Sole24ore), su Patto della Salute e Codice dele Autonomie. L'ipotesi maggiormente plausibile è quella di una ulteriore "riscrittura" dei relativi emendamenti, per poter garantire la ripresa delle votazioni, per l'approvazionel del testo. Le difficoltà emerse sono state affrontate, con ponderatezza dal ministro dell'Economia italiana, Giulio Tremonti, tramite una serie di incontri "chiarificatori"con la maggioranza e con il presidente della commissione Giancarlo Giorgetti. Il Patto della Salute gioca un ruolo strategico anche in considerazione delle risorse utili, derivanti dallo stesso piano, per gli oneri finanziari di tre emendamenti del Governo (Ponte sullo Stretto, pacchetto welfare, Roma Capitale). Previsto per stamane il nuovo emendamento del Governo, una volta perfezionata l'intesa con le regioni, in particolare sulle regole per i commissariamenti delle regioni con la sanità in rosso e le garanzie per la copertura di 800 milioni, derivanti dagli sconti sulla farmaceutica, in scadenza a fine anno. Quanto alla cura Calderoli, relativa alle autonomie locali,

Congelata la Finaziaria 2010: prevista la “riformulazione” delle autonomie

DIFFICOLTA’ per il Governo centrale per il “lascia passare” alla Finanziaria 2010: 12 dei 14 emendamenti presentati dall’esecutivo sono stati infatti dichiarati “inammissibili” ( o “congelati” in attesa di una revisione tecnica) dalla commissione Bilancio della Camera. Solamente due pertanto gli emendamenti che hanno ottenuto il “via libera” dellla commissione camerale: uno fa riferimento al turn over al 100% per le assunzioni per polizia e vigili del fuoco; l’altro alla norma che prevede il rinvio del pagamento dei tributi in Abruzzo, e gli sgravi per le banche che hanno firmato l'intesa sulla moratoria dei debiti delle Pmi e il cedolino unico per i pagamenti per i pubblici dipendenti.Il governo dovrà decidere se e con che modalità ripresentare gli emendamenti in commissione o direttamente in aula.Tra gli emendamenti in discussione è previsto uno “storno” dai Fondi interprofessionali per la formazione (finanziati con lo 0,30% del salario) alle misure per il lavoro (fonte: Rassegna.it). Contemporaneamente si mettono nuovamente a disposizione dei Comuni i vaucher ( buoni lavori) per gli occupati. In particolare per gli emendamenti bocciati: oltre alle uniche due ammissioni del miliardo previsto per il dissesto idrogeologico (anche se cadono le norme che su commissari straordinari e nuovi incarichi dirigenziali), del turn over di vigili del fuoco e forze dell'ordine, del cedolino unico per i dipendenti pubblici, gli sgravi per le banche e le norme per il terremoto in Abruzzo,