Home Tags Ilva

Tag: Ilva

Ilva, Chiarelli: “Ora vigilanza altissima e dialogo con le associazioni”

"SARA' realmente una giornata storica quella in cui a Taranto potremo festeggiare il reale ottenimento di risultati concreti in termini di eco compatibilità ed il raggiungimento del migliore standard qualitativo possibile in relazione alle drastiche e nette diminuzioni di emissioni di sostanze inquinanti che tutti aspettiamo da anni”.

Ilva, Mazza: Regione si costituisca parte civile

"STAMANE ho presentato, al nostro presidente della Regione, un’interrogazione urgente a risposta scritta circa la richiesta di costituzione di parte lesa della regione Puglia nei confronti dei procedimenti: n.938/10 e n. 4868/ R.G.R.N. contro la società ILVA S.p.A., per i quali venerdì scorso 24 giugno presso la procura di Taranto si è proceduto ad incidente probatorio". Lo dice in una nota il Consigliere regionale dell’Italia dei Valori, Patrizio Mazza.

Cervellera (Sel):”Abroghiamo il nucleare”

“CREDO che conosciate tutti il conflitto che c’è stato in questi anni tra il Governo nazionale guidato da Berlusconi e quello regionale sul nucleare fino ad arrivare a frasi eclatanti come quella di Nichi Vendola: “dovrete venire con i carri armati per imporre un sito sul suolo pugliese” e al ricorso della Puglia, risultato vincente presso la Corte Costituzionale, sul consenso necessario che dovrà essere chiesto alle Regioni per la scelta delle località. Questa vittoria, insieme a quella sicura del Sì al Referendum, taglierà la testa al toro: nessuna Regione vuole centrali nucleari sul proprio territorio. Ma lo scontro maggiore è sulla scelta della politica energetica che deve avere il Paese. Il modello scelto da Berlusconi del nucleare è autoritario (calato dall’alto), verticistico e monopolistico (Eni, Confindustria,

Fuori dal campo delle tende blu

SONO passati quasi due anni dal giorno in cui varcai il portone della Casa Circondariale di Foggia. Ero colà per presentare ‘Ferro e Fuoco’, il penultimo romanzo di Omar Dimonopoli. Uscito che fui (i miei amati detrattori risparmino le battute su ‘L’ennesimo errore dell’amministrazione penitenziaria…’) giurai a me stesso che mai più avrei voluto vedere uomini chiusi in gabbia. Le ore trascorse in galera si sono scolpite nel mio animo in modo indelebile, tanto mi turbarono. Perciò non volevo vedere, per nessun motivo, il campo delle tende blu di Manduria. Non volevo vedere le file di reticolati chiudere uomini, non volevo vedere le torri faro, non volevo vedere limitazioni coercitive della libertà individuale installate sulla terra cui appartengo. È un atteggiamento infantile, ne ho contezza, ma credo che i miei lettori ormai sappiano che la sincerità totale e radicale che ho scelto come cifra di scrittura mi spinge sovente verso la spietatezza, anche nei confronti di me stesso.
Però ieri sera intorno alle 20.00, sabato 2 aprile, ero nei pressi dell’Ospedale Marianna Giannuzzi di Manduria quando ho sentito un coro di sirene d’ambulanza avvicinarsi. Trasportavano degli uomini provenienti dal campo delle tende blu. Ho cercato di capire cosa avesse costretto questi uomini a ricorrere alle cure del 118; le risposte non mi sono piaciute, risposte contraddittorie che comprendevano ipotesi violente. Sono state queste mezze verità che mi hanno spinto alle otto del mattino, primo pensiero di domenica 3 aprile, a chiudere in un cassetto le mie resistenze e recarmi al campo delle tende blu.

Ilva, Amati in Commissione riferisce vicende che hanno condotto alla rottura

"HO ritenuto opportuno riferire alla Commissione consiliare competente sul mancato accordo con Ilva per poter ottenere dal Consiglio regionale pugliese il consenso politico utile a dare rilevanza e supporto a tutte le iniziative che intraprenderemo”: lo ha detto questa mattina l’assessore regionale l’assessore alle Opere pubbliche e Protezione civile Fabiano Amati, nel corso della riunione della V Commissione consiliare, durante la quale ha riferito sui recenti avvenimenti relativi agli incontri che si sono svolti tra la Regione Puglia e l’Ilva di Taranto, che si sono conclusi con la decisione di Ilva di non portare avanti le trattative con la Regione. Amati ha informato dettagliatamente la Commissione sulle vicende che hanno portato al fallimento della conclusione dell’accordo con Ilva S.p.A. e conseguentemente alla impossibilità di invasare la diga

Aia per l’Ilva, Legambiente: “Parere del ministero un grave passo indietro”

"IL parere del ministero dell’Ambiente è un grave passo indietro. Ma è frutto del lavoro della Commissione Ippc o della Commissione Ilva?” È questo è il commento sarcastico di Legambiente che stamattina ha partecipato a Roma alla Conferenza dei Servizi per il rilascio dell’AIA all’ILVA di Taranto,
  STATOLIVE