7 C
Manfredonia
martedì, 18 Febbraio, 2020
 STATOTV
DAI IL TUO SUPPORTO A STATO QUOTIDIANO  CONTRIBUISCI
Home Tags Mise

Tag: Mise

Sangalli, stamani tavolo al Mise, indagini in corso Carabinieri

Manfredonia - VERTENZA Sangalli: si è svolto stamani il tavolo al MISE alla presenza delle segreterie nazionali dei sindacati. Dal tavolo si stabilirà la...

Provincia chiede ‘tavolo romano’ per la Sangalli Manfredonia

Foggia - UN urgente tavolo di discussione presso il Ministero dello Sviluppo Economico per "poter esaminare l'intera problematica aziendale della Sangalli Vetro Manfredonia e...

“Arroganza Ilva giustifica estremismo ambientalista”

LA reazione scomposta dell’Ilva, che arriva a ventilare azioni legali nei miei confronti, che ho chiesto semplicemente un suo aiuto economico per i miticoltori colpiti dall’ennesima tragedia delle “cozze alla diossina”, mi conferma che questa fabbrica (uno dei poteri forti della nostra città) preferisca avere a che fare con politici proni ai suoi voleri (in cambio, forse, di qualche posto di lavoro o appalti ?) a chi come me cerca di tutelare al meglio, esercitando democraticamente il suo mandato di Consigliere Regionale, gli interessi del nostro territorio.
Nella mia ultradecennale attività politica di minacce, anche fisiche, ne ho ricevute tante, ma non mi spaventano, anzi mi rafforzano nel convincimento di essere sulla strada giusta e di continuare imperterrito ad andare avanti. Prendo atto della risposta negativa dell’Ilva, che ancora una volta si dimostra un corpo estraneo al nostro territorio, da cui trae il massimo profitto mentre lascia qui solo le briciole e tanto, tantissimo inquinamento. Nella mia nota non ho citato gli scarichi a Mar Piccolo dell’Ilva, ma le risultanze che abbiamo ricevuto nella Commissione Ambiente dal Piano Regionale delle Bonifiche, dove si evince (a pag. 29) che mentre l’ENI sta svolgendo un intervento di bonifica delle acque sotterranee, per l’Ilva: "Nonostante ripetuti solleciti delle Conferenze di Servizi ad attuare con urgenza gli idonei interventi di messa in sicurezza di emergenza (MISE) della falda, ad oggi non risultano attivate misure in tal senso né risulta pervenuta documentazione relativa ai progetti di bonifica dei suoli e delle acque”