Manfredonia
"Quali misure urgenti si intende intraprendere per ripristinare l'ordine pubblico sul vasto territorio esterno"

CARA Mezzanone, Gasparri “1302 persone, doppio capienza massima. Quando un intervento?”

"Le autorità del territorio siano consapevoli che coloro che vivono in questa area occupata sono privi dei requisiti per risiedere in Italia?"

Di:

Foggia. ”(..) quali misure urgenti intenda intraprendere per ripristinare l’ordine pubblico sul vasto territorio esterno al C.A.R.A. di Foggia, in località Borgo Mezzanone; per quali ragioni, da anni, sia tollerata la proliferazione degli insediamenti menzionati in premessa che vivono una vita sinergica con il C.A.R.A., generando molta confusione tra quest’ultimo e la struttura abusiva e, conseguentemente, con un passaggio dall’una all’altra area, nonostante gli sforzi profusi da chi deve gestire il centro per impedire che ciò avvenga;
se le autorità del territorio siano consapevoli che coloro che vivono in questa area occupata sono privi dei requisiti per risiedere in Italia e quindi sono da considerare clandestini a tutti gli effetti; se intenda procedere ad uno sgombero coatto della predetta area, che deve essere riacquisita al controllo dello Stato con l’immediata espulsione di tutti coloro che illegalmente permangono in loco utilizzando la rete elettrica, spazi fisici sul nostro territorio, esercitano attività illegali, anche connesse al traffico di droga e allo sfruttamento della prostituzione; se sia a conoscenza del danno che questa situazione sta arrecando al Comune di Foggia e al Comune di Manfredonia (…)”. Così da un’interrogazione con risposta in Commissione dell’onoevole M.Gasparri al Ministro dell’Interno.

”Venerdì 28 ottobre u.s., durante una visita al C.A.R.A. di Foggia -ove recentemente si sono verificate proteste da parte degli immigrati ivi presenti – l’interrogante ha ricevuto accoglienza da esponenti della Prefettura, delle cooperative che gestiscono il C.A.R.A. e dalle Forze di Polizia che, nelle ore precedenti, hanno dovuto affrontare nelle ore precedenti le rimostranze dei residenti”, è scritto nel testo.

”Al momento della visita, nel centro, erano presenti 1302 persone, il doppio della capienza massima. Il problema principale però è quello dell’area circostante;
da verifiche esperite dall’interrogante, nelle zone antistanti le recinzioni del C.A.R.A., sono disseminate -in una vasta area agricola- molte decine di insediamenti di immigrati che utilizzano fatiscenti strutture utilizzate nel passato dall’aereonautica, o delle baracche che sono state costruite senza alcuna autorizzazione; osservando tale zona, si notano addirittura attività artigianali, attività di sfruttamento della prostituzione e attività di varia natura che si svolgono evidentemente utilizzando allacci abusivi alla rete elettrica;
una delle baracche è circondata da bottiglie di vetro (frutto delle consumazioni alcoliche degli immigrati nel corso della nottata) che vengono accumulate per un’attività di riciclaggio del vetro che evidentemente si svolge in maniera abusiva;

i rappresentanti della Prefettura hanno informato l’interrogante che sarebbero in corso procedure di appalto per affidare a ditte specializzate l’abbattimento di una parte delle strutture abusive occupate dalle persone certamente clandestine che sono residenti nella zona esterna al C.A.R.A.; da notizie in possesso dell’interrogante, si starebbero predisponendo opportuni interventi per affiancare esponenti delle Forze Armate e di Polizia a coloro che dovranno rimuovere queste strutture; a giudizio dell’interrogante, la situazione in atto presso il C.A.R.A. di Foggia, analogamente ad altri centri di accoglienza, è perdurante, insostenibile e necessita di una celere risoluzione al fine di evitare che si verifichino ancora eventi di tale portata (..)”.

redazione stato quotidiano.it – riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • verità vera

    METTERE IN EVIDENZA CHE I BUONI AFFARI SI FANNO IN QUELLE ZONE..PER CHI AMA GODERE SULLE DISGRAZIE ALTRUI…SI PARLA MA I FATTI QUANDO LA CHIUSURA E IL RASTRELLAMENTO O LA PULIZIA GENERALE CON LA LIBERTA DI CAMMINARE SENZA AVER TIMORE..DI COSA O DI QUALCUNO..VEDERE TANTE PERSONE ..SU STRADA CON META ..QUALE????NOTARE RAGAZZINE SU CIGLIO DELLE STRADE ACCAMPATE PER PROSTITUZIONE ..VEDASI LA FOGGIA MANFREDONIA..VEDASI LA MARGHERITA BARLETTA..VEDASI LA FOGGIA CERIGNOLA E TANTE ALTRE STRADE…IL PERCHE ‘..QUESTO UN MESSAGGIO PER IL PREFETTO E I VARI AMMINISTRATORI …MA NESSUNO VEDE E SENTE…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati