Edizione n° 5342

BALLON D'ESSAI

CHEF // «Innamoratevi di questo mestiere», dalla Puglia l’appello ai giovani chef di tutt’Italia
20 Maggio 2024 - ore  15:19

CALEMBOUR

ESTATE // Trenitalia, al via il Frecciarossa notturno Milano-Lecce
20 Maggio 2024 - ore  15:26

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

OFFESE Drag Queen pugliese Tekemaya denuncia: “Io insultata e umiliata”

Alcuni giovani della squadra di calcio del paese ASD Polisportiva Martius avrebbero iniziato a prederla in giro

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
6 Dicembre 2023
Hot motori // Soft //

LECCE – La Drag Queen salentina Tekemaya ha rivelato sui suoi profili social di essere stata vittima di insulti e offese ieri sera mentre si esibiva in un pub a Martano, nella prevalente indifferenza dei presenti.

Durante lo spettacolo dell’artista, a cui dà voce e volto Francesco Bovino, alcuni giovani della squadra di calcio del paese ASD Polisportiva Martius, avrebbero iniziato a prederla in giro e ad insultarla in un crescendo, fino ad arrivare a lanciarle addosso del ghiaccio e a tirarle via la parrucca.

Da anni faccio questo lavoro – scrive sui social Twekemaya – e non mi era mai successo di sentirmi umiliata.

Si divertivano nel farlo e sopratutto ridevano nell’umiliarmi, si sentivano forti, ma ciò che mi ha fatto più male è stata l’indifferenza degli altri clienti e anche dei titolari, fatta eccezione per un ragazzo che ha iniziato a urlare contro di loro che se la ridevano!”.

L’accaduto è stato stigmatizzato anche in una nota dal presidente dell’Arcigay Salento, Ilaria Ulgharaita, che afferma: “Non tolleriamo che questi episodi passino inosservati, e vorremmo chiamare alle responsabilità educativa la città e le sue istituzioni.

L’educazione sessuale e affettiva risulta fondamentale per la crescita dei ragazzi e delle ragazze in età scolastica nell’ottica della prevenzione e il contrasto delle azioni di discriminazione e violenza. Questi ragazzi saranno il futuro della nostra società, le loro azioni sono anche una responsabilità collettiva”.

“Auspichiamo che le istituzioni, le agenzie educative e le società sportive della città di Martano prendano immediatamente le opportune distanze da questi comportamenti”.

Sindaco chiama Drag queen insultata e si scusa a nome città

Il sindaco di Martano Fabio Tarantino, ha chiamato Francesco Bovino che interpreta la Drag Queen Tekemaya scusandosi a nome di tutta la comunità per gli insulti che l’artista ha subito ieri sera a Martano mentre si esibiva in un pub. In un post pubblicato sul sito personale e del Comune il sindaco scrive: “abbiamo cercato negli anni di costruire nel nostro percorso, una Comunità inclusiva che valorizzasse le differenze.

Una Comunità pronta ad accogliere e non a discriminare, promuovendo continuamente eventi culturali e di sensibilizzazione. Abbiamo condiviso idee ed esperienze per una crescita culturale e una presa di coscienza”.

“Venire a conoscenza di atti di violenza ai danni di una persona presa di mira per la sua unicità ci rende consapevoli di aver fallito. È amara – conclude – questa considerazione come amara è la violenza di gruppo che prende di mira un individuo. Invitiamo Francesco Bovino ad un incontro pubblico per affrontare insieme questa spiacevole situazione e portare ad una riflessione comune”.

Fonte: ledicoladelsud

Drag queen insultata, società sportiva “prende distanze”

La società sportiva Asd Polisportiva Martius, di Martano sotto i cui colori giocherebbero i calciatori che ieri sera hanno offeso e deriso la Drag queen Takemaya mentre si stava esibendo in un locale di Martano, in un post pubblicato sul profilo dell’artista salentina assicura che sta “cercando di capire meglio gli accadimenti della serata e capire chi siano i veri responsabili delle vicende accadute”.

“La società, non presente al momento dei fatti – afferma – in prima battuta prende la distanza da questi comportamenti offensivi e denigratori messi in atto da persone che condividono ben poco con il nostro spirito e sarà pronta a prendere gli opportuni provvedimenti!”.

“Noi siamo per lo sport – prosegue il post – per il calcio che unisce. Rimaniamo in attesa di una tua risposta e siamo pronti ad incontrarci per chiarire questa incresciosa vicenda”.

Fonti verificate: ANSA //

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.