Edizione n° 5373

BALLON D'ESSAI

TURISMO // Erling Haaland al Gino Lisa, ha scelto il Gargano per le sue vacanze
20 Giugno 2024 - ore  14:42

CALEMBOUR

"GIU' LE MANI" // Manfredonia. “Giù le mani”, tutto sull’inchiesta. Avviso conclusione indagini per 10 (NOMI)
19 Giugno 2024 - ore  21:35

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Foggia, il Gran Concerto di Natale al “Teatro del Fuoco”

AUTORE:
Antonio Castriotta
PUBBLICATO IL:
24 Dicembre 2022
Foggia // Musica //

FOGGIA, 24/12/2022 – Si è tenuta ieri a Foggia, presso il “Teatro del Fuoco”, il Gran Concerto di Natale: un evento organizzato dal maestro nonché direttore artistico, Luciano Natale e dall’Accademia Amadeus Mozart, con il patrocinio dell’Università degli Studi di Foggia, della Provincia di Foggia, della Regione Puglia, del Comune e del Parco Nazionale del Gargano.

 

Una serata concertistica superlativa e con grande presenza di pubblico. D’altronde, non poteva essere diversamente, visto il brillante curriculum del nominato direttore artistico. Finalmente, si è tornati a godere con l’ascolto delle musiche dei più noti compositori, quali Verdi, Rossini, Puccini, Lehar, Rota, Morricone, Ranzato, Offenbach, Radensky e Strauss, magistralmente eseguite dall’orchestra a fiati “Apulia”, composta da oltre cinquanta musicisti, magistralmente diretti dal direttore Antonello Ciccone ed arricchita dalla presenza del Coro “Opera Festival di Bitonto”.

 

Non poteva mancare, essendo la nostra la nazione del “Bel canto”, l’esibizione magistrale dei tenori Paolo Spagnuolo, Gianni Leccese e dei soprani Antonella Tegliafilo Giordano e Gina Palmieri che hanno emozionato l’attento pubblico cantando arie e canzoni famose, quali: Nessun Dorma, La Donna è Mobile, O Mio Babbino Caro, Habanera, Tu che di gel sei cinta, solo per citarne alcune. Seconda parte del concerto dedicata all’esecuzione di brani della tradizione natalizia. Applausi scroscianti per tutti, all’immancabile “Brindisi della traviata”per suggellare l’arrivo di un anno che si spera sia ricco di prosperità e pace per tutti ed al termine delle due ore di concerto, tutti in piedi ad intonare, accompagnati dall’orchestra e dai cantanti, il noto brano “Oh happy Day” che ha suggellato la fine di un concerto dall’alto spessore artistico. Antonio Castriotta

Lascia un commento

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.” SIR WINSTON CHURCHILL

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.