Edizione n° 5265
/ Edizione n° 5265

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Giorno della Memoria, Testimoni di Geova Puglia: “Dimenticati dalla Storia”

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
25 Gennaio 2023
Cerignola // Cronaca //

FOGGIA, 25/01/2023 – (ansa) Tener viva la memoria “della barbarie nazista”, con l’augurio che “una maggiore conoscenza e una più piena consapevolezza di ciò che è avvenuto aiutino a combattere l’intolleranza e il pregiudizio che mettono in pericolo anche oggi la convivenza civile”.

 

Anche i circa 25mila Testimoni di Geova pugliesi celebreranno il 27 gennaio la ‘Giornata della Memoria’ per ricordare le vittime del nazismo. L’omaggio sarà per “I dimenticati dalla Storia: migliaia di testimoni di Geova tra le vittime della persecuzione nazista”. Come viene ricordato in una nota, tra i Testimoni di Geova italiani che finirono nei campi di concentramento nazisti c’era Salvatore Doria, originario di Cerignola (Foggia).

 

Nel 1940 Salvatore Doria fu arrestato e condannato a 11 anni di reclusione dal Tribunale Speciale fascista. Mentre era detenuto nel carcere di Sulmona, fu deportato in Germania, prima a Dachau e poi nel campo di Mauthausen, da dove fu liberato nel 1945 all’arrivo degli americani. La sua salute, soprattutto psichica, fu gravemente compromessa dalla terribile esperienza dei campi. Morì nel 1951, a soli 43 anni. I Testimoni furono tra i primi “ad essere mandati nei campi di concentramento, dove portavano un simbolo sull’uniforme: il triangolo viola”. Dei circa 35.000 Testimoni presenti nell’Europa occupata dai nazisti, più di un terzo, viene sottolineato, “subì una persecuzione diretta. La maggior parte fu arrestata e imprigionata. Centinaia dei loro figli furono affidati a famiglie naziste o mandati nei riformatori”. (ansa)

Lascia un commento

“Comincia a vivere subito e considera ogni giorno come una vita a sé”. (Lucio Anneo Seneca)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.