Edizione n° 5307
/ Edizione n° 5307

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Rotice assicura: “Amministrazione al lavoro per ridurre le tariffe CUP”

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
30 Marzo 2023
Manfredonia // Politica locale //

MANFREDONIA (FOGGIA), 30/03/2023 – “Dopo l’incontro avvenuto ieri sera in Aula Consiliare, sono tre i punti di convergenza tra l’Amministrazione comunale di Manfredonia e le associazioni nazionali di categoria dei commercianti rispetto alle tariffe Cup (ex Cosap, occupazione suolo pubblico) e Tari.

Ipotesi di soluzioni che contemperano le difficoltà dell’Amministrazione (gravata dal rigido Piano di riequilibrio finanziario approvato dalla Corte dei Conti sino al 2028 e di atti presi in carico e già adottati negli anni passati, come quello relativo all’aumento del 300% dell’ex Cosap adottato con la deliberazione di Giunta comunale n. 33 dell’11.03.2019 e “congelato” dai tre anni della pandemia Covid) e le richieste a tutela della categoria dei commercianti in un clima di sano confronto e reciproca collaborazione nell’affrontare le questioni dal punto di vista amministrativo-finanziario. Un percorso di ascolto che sin dall’insediamento caratterizza il rapporto tra Amministrazione e rappresentanti delle Istituzioni e dei settori produttivi, motore dell’economia ed occupazione locale.
Potrebbe essere un'immagine raffigurante 8 persone, persone in piedi, spazio al chiuso e il seguente testo "CITTA'"
All’incontro con le Associazioni di categoria (Confcommercio, Confartigianato, Confesercenti e ambulanti) sono intervenuti il sindaco Gianni Rotice, l’Assessore alle Risorse Finanziarie Antonella Lauriola, il vicesindaco Giuseppe Basta, l’Assessore agli Affari Generali Libero Palumbo i consiglieri comunali Sventurato, Di Staso, Delle Rose, Zino, Riganti, Fabrizio, Paglione, Marasco, Carbone, Di Bari, Facciorusso. Primo punto sul quale l’Amministrazione è già al lavoro è il differimento (dal 31 marzo al 30 settembre) della data di scadenza del pagamento CUP, consentendo ai commercianti di poter affrontare con maggiore serenità la stagione estiva.
L’Amministrazione comunale è al lavoro anche sul fronte della riduzione dell’aumento delle tariffe CUP per le attività che hanno l’autorizzazione di occupazione permanente di suolo pubblico, mentre è già presente in Bilancio (in approvazione nella seduta del 31 marzo) la diminuzione del 25% delle tariffe di occupazione temporanea. L’abbattimento per le occupazioni permanenti del centro storico sarà determinata entro il 30 aprile con un apposito provvedimento.
Potrebbe essere un'immagine raffigurante 5 persone e spazio al chiuso
Riduzioni che saranno previste nella maggior percentuale possibile rispetto all’aumento triplicato delle tariffe 2019 e che non facciano ritrovare il Comune in violazione del Piano di riequilibrio approvato dalla Corte dei Conti e conseguente danno erariale. Quanto alla Tari, si specifica che le tariffe presenti in fase di approvazione del Bilancio fanno riferimento a quelle approvate nel 2022 ,(per le quali gli esercenti delle categorie 22-23-24-27 hanno potuto fruire di un ristoro pari al 25% del costo annuale), ma gli uffici sono già al lavoro per presentare, entro il 30 aprile, l’adeguamento secondo le tariffe 2021.

Infine, relativamente all’ipotesi di spostamento dell’approvazione del Bilancio dal 31 marzo al 30 aprile, si specifica che, nel caso della questione tariffe CUP, esso non comporterebbe alcun immediato beneficio per i commercianti, al contrario metterebbe in difficoltà l’Ente comunale che non potrebbe adempiere ad impegni di spesa ed accertamenti di entrate necessari a garantire la fornitura di servizi essenziali ai cittadini. Inoltre, nella proposta di approvazione del Bilancio, sarà già presente, attraverso una Delibera di Giunta comunale, il differimento del pagamento CUP al 30 settembre.

Sinergia anche sul fronte dell’intensificazione dei controlli rispetto alle occupazioni abusive di suolo pubblico e alla lotta all’evasione fiscale centrando l’obiettivo condiviso del “pagare tutti per pagare meno”.
Lo riporta il Sindaco di Manfredonia Gianni Rotice.

7 commenti su "Rotice assicura: “Amministrazione al lavoro per ridurre le tariffe CUP”"

  1. Sig. Sindaco deve convocare con urgenza una seduta straordinaria monotematico e invitanti le massime autorità provinciali e regionali di Guardia di Finanza, Polizia, Carabinieri. Il tema è emergenza abitativa e B&B abusivi e totalmente in nero. Ci sono centinaia e centinaia di di affitti in nero, si prendono 70/80 al giorno senza,l dichiarare nulla al disco! E ciò sta prezzo delle case (specialmente piano terra) a prezzi che vanno dai 3.000 ai 4.000 euro al mc! Prezzi che impediscono a tanti concittadini singoli e non solo quelli ad acquistare un buco! Impiegare donne e uomini delle forze dell’ordine in incognito come se fossero turisti per beccare questi furbetti vampiri della società e punirli come meritano.

  2. Non ho capito: prima aumentano le tariffe per poi diminuirle e sentirsi dire di essere stati bravi?

  3. Di spot ne sentiamo tutti i giorni dal “Centro” alla “Periferia” da parte dei soloni della politica…
    Eliminare il contante in tutto e per tutto. Questa è la risposta all’evasione ed anche ai commerci illeciti che fanno la loro forza attraverso le transazioni alla “minuta”… che già con le attuali sfuggevoli norme mette in difficoltà quelli che incassano e che ora li nascondono sotto terra e nei vani di intercapedine nelle mura di casa… se non altro.

  4. A tutte le capre e alzamano di magg. e opposione in luogo di scaldare le, sedie a chi caspita aspettate a promuovere la modifica dei confini di Manfredonia. Capre! Capre! Capre!

  5. Con una minima parte del recupero della colossale evasione fiscale a Manfredonia, c’è da sanare il debito della Regione Puglia.

  6. Ma era presente anche “Io Sono … IVA Zanicchi”? Dopo le feste natalizie si sono “magicamente” volatilizzati nel nulla 🤦‍♂️🤣

Lascia un commento

“L’intelligenza è la capacità di adattarsi al cambiamento.” Stephen Hawking

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.