Attualità
Da oggi Birra Peroni saluta SABMiller ed entra ufficialmente a fare parte del Gruppo Asahi Europe

“Chiamami Asahi sarò il tuo.. Gruppo”

Birra Peroni S.r.l è un’azienda italiana che fa parte di Asahi Europe LTD

Di:

Roma, 11 ottobre 2016. Da oggi Birra Peroni saluta SABMiller ed entra ufficialmente a fare parte del Gruppo Asahi Europe, di cui fanno parte anche i brand Royal Grolsch, e Meantime Breweries. Dopo quasi un anno di trattative, la bionda tricolore viene quindi ceduta alla compagnia giapponese da parte di Ab InBev, che potrà così completare l’acquisizione di SABMiller. Questo passaggio segna per la storica azienda birraria italiana un momento importante, non solo a dimostrazione del valore dei suoi marchi, ma anche a testimonianza di nuove prospettive di sviluppo internazionale e di crescita. Birra Peroni ha infatti chiuso il bilancio al 31 marzo 2016 con 360 milioni di ricavi ed un utile di 21,5 milioni .

Con i suoi 170 anni di storia e una posizione di rilievo sul mercato italiano, Birra Peroni continuerà a produrre le sue birre di qualità negli stabilimenti di Roma, Padova e Bari, rifornendosi del malto italiano dalla sua Malteria Saplo di Pomezia, proprio come avvenuto finora. “Oggi è un giorno memorabile per la nostra azienda. Siamo orgogliosi di essere diventati un Gruppo attrattivo grazie a marchi prestigiosi ed al talento delle nostre persone. Sono convinto che lavorando insieme, saremo in grado di far crescere il nostro business servendo sempre meglio i nostri clienti ed i nostri consumatori”

Questo giorno – ha aggiunto Hector Gorosabel, CEO Asahi Europe – rappresenta l’inizio di un percorso che sono sicuro ci porterà a essere tra le migliori aziende birrarie al mondo. I consumatori ed i nostri clienti stanno diventando sempre più esigenti per quanto riguarda la qualità e la provenienza dei marchi che consumano. Il Gruppo Asahi ha i marchi, l’agilità ma soprattutto le persone in grado di rispondere in maniera eccezionale ad entrambe queste esigenze.” “Continueremo – conclude Neil Kiely, Managing Director di Birra Peroni – ad investire nella nostra filiera per fornire ai nostri consumatori prodotti di qualità, collaborando con i nostri clienti per rispondere alle sfide del mercato e sviluppare insieme la categoria. Birra Peroni è parte integrante della tradizione e della cultura industriale di questo Paese. Il nostro legame con l’Italia è indissolubile. Per questo rimane vivo il nostro impegno a operare su questo mercato in maniera responsabile e sempre più sostenibile.”

Birra Peroni S.r.l è un’azienda italiana che fa parte di Asahi Europe LTD. Nel nostro Paese la produzione annua di Birra Peroni ammonta a circa 5 mln di ettolitri – prodotti a Roma, Bari e Padova – di cui oltre 1 mln esportati. Fanno parte della famiglia: PERONI, NASTRO AZZURRO, PILSNER URQUELL, MILLER, ST. STEFANUS, GROLSCH, TOURTEL, PERONI GRAN RISERVA DOPPIO MALTO, PERONI GRAN RISERVA ROSSA, PERONI GRAN RISERVA PURO MALTO, PERONI FORTE, PERONI SENZA GLUTINE, PERONI CHILL LEMON, PERONCINO, ITALA PILSEN, RAFFO, CRYSTALL WUHRER, WUHRER e MEANTIME. Nata a Vigevano nel 1846, Birra Peroni rappresenta uno dei simboli del Made in Italy nel mondo. www.birraperoni.it – Birra Peroni è anche su LinkedIn, Twitter e canale Youtube.

Asahi Group Holdings è una società multinazionale giapponese con un portafoglio di prodotti che comprende birre, liquori, soft drinks e cibo. Asahi ha l’obiettivo di creare nuovi valori per condividere momenti di condivisione con persone presenti in tutto il mondo. Asahi (sole nascente) è nata nel 1889 come Osaka Beer Brewing Company Komakichi Torii con l’obiettivo di creare una birra originale giapponese. Nel 1987 è stata introdotta la Asahi Super Dry Premium il che ha notevolmente migliorato la crescita di Asahi in Giappone, così come nei mercati internazionali. Asahi è leader di mercato in Giappone, ha una forte posizione in molti mercati internazionali ed è attiva nello sviluppo a livello internazionale. Maggiori informazioni: http://www.asahigroup-holdings.com/en/



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati