Politica
La gran parte degli inquilini sarà invitata a lasciare gli alloggi

Quirinale, Mattarella taglia alloggi di servizio, via chi è senza requisiti

Questa operazione prevede che l'appartamento di servizio sia riservato solo ed esclusivamente a quei dipendenti che per la natura del loro servizio devono essere sempre reperibili

Di:

DRASTICO taglio del Quirinale sugli alloggi di servizio: Mattarella ha deciso che a settembre sarà rivisto l’elenco dei dipendenti che attualmente occupano i 58 appartamenti che la presidenza della Repubblica possiede nella zona adiacente al palazzo del Quirinale.
La gran parte degli inquilini sarà invitata a lasciare gli alloggi. 

Questa operazione prevede che l’appartamento di servizio sia riservato solo ed esclusivamente a quei dipendenti che per la natura del loro servizio devono essere sempre reperibili. Tutti gli altri dovranno traslocare entro due anni.

Gli appartamenti saranno utilizzati come uffici o ad uso di interesse pubblico. L’obiettivo è di risparmiare denaro pubblico e restituire spazi all’uso pubblico.

Redazione Stato Quotidiano

Quirinale, Mattarella taglia alloggi di servizio, via chi è senza requisiti ultima modifica: 2015-08-16T18:43:21+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • leopard

    Mattarella vai a fare in c…….lo con gli altri ba………di adesso fai finta di attaccarti al centesimo e tutti i benefici che hai tu e i parlamentari e gli ex presidenti ma a chi vuoi convincere …


  • Raffaele Vairo

    Non tutti sanno che il Quirinale ha un estensione di 110 mila metri quadri (la Casa Bianca di Barack Obama è di appena 6 mila metri quadri). L’assegno personale del Presidente della Repubblica è di 239 mila euro l’anno, ma tra i suoi collaboratori ce ne sono diversi che guadagnano addirittura più di lui, come il Segretario Generale della presidenza.
    Qualche dato “parziale” sui dipendenti (oltre 1700): due persone solo per controllare gli orologi a pendolo, ebanisti, tappezzieri, una dozzina di addetti all’ufficio postale interno, 41 autisti e 35 auto blu. Nelle cucine una decina di cuochi, e 26 camerieri. Tutto per una spesa complessiva di circa 230 milioni di euro, la più alta al mondo per un capo dello Stato e anche per un re.
    Il confronto con gli altri Paesi europei è impietoso. In Germania la presidenza della Repubblica costa 20 milioni di euro. A Buckingham Palace la regina Elisabetta spende 60 milioni annui: un quarto dell’Italia. Il presidente francese, che ha compiti ben più importanti del nostro, ha un bilancio di 90 milioni.
    Ciò premesso, i tagli “annunciati e a regime” del Presidente Mattarella sugli alloggi di servizio del personale appaiono semplicemente ridicoli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi