Manfredonia
"Nonostante sia priva del VIA ministeriale e sebbene la Regione Puglia abbia chiesto una documentazione suppletiva"

M5S: ‘dal 1° luglio 2015 Energas potrebbe cominciare lavori per deposito gpl’

"Impropria istanza di autorizzazione ai sensi della legge 4 aprile 2012 n°35"

Di:

Manfredonia – ATTRAVERSO una nota stampa odierna, ”il M5S Manfredonia porta a conoscenza la cittadinanza di Manfredonia e della intera Capitanata della grave ed equivoca questione dell’impianto Energas Q8 Italia. La società Energas ha infatti protocollato in data 1 giugno presso il Ministero dell’Ambiente, la regione Puglia, la Provincia di Foggia e il Comune di Manfredonia una impropria istanza (secondo il diritto di critica degli autori del comunicato,ndr) di autorizzazione ai sensi della legge 4 aprile 2012 n°35 recante la dicitura “Disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo, artt. 57 e 57bis”. Grazie alla azione parlamentare del portavoce Giuseppe D’Ambrosio si è riusciti a scoprire la mossa elusiva della società napoletana (secondo il diritto di critica degli autori del comunicato,ndr) atta a evitare ogni confronto politico in sede di giunta regionale e comunale, entrambe ancora in fase di nomina istituzionale.

A seguito di tale istanza nel caso in cui l’ufficio preposto del Comune di Manfredonia non si esprimesse (silenzio assenso), il 1° luglio l’Energas Q8, nonostante sia priva del VIA ministeriale e sebbene la Regione Puglia abbia chiesto una documentazione suppletiva, comincerà i lavori per il megaimpianto da 60.000.000 di litri di GPL.

Ci chiediamo come mai a venti giorni dall’atto protocollato il sindaco in carica di Manfredonia non si sia espresso né politicamente né istituzionalmente, ma abbia delegato la discussione di fattibilità ad articoli di stampa faziosi e al limite della propaganda commerciale.

Ricordiamo che il neo eletto presidente della Regione Puglia Michele Emiliano definì (con sorpresa per la mancaza di sue informazioni) a novembre 2014 l’impianto uno scempio inaudito. Con l’aiuto degli attivisti di Capitanata e della Puglia, dei portavoce comunali, regionali e nazionali il M5S farà piena chiarezza sull’oscurantismo in cui versa Manfredonia, la cui vocazione, lo ribadiamo con decisione, è turistica, non petrolifera e industriale”, terminano i referenti del Movimento 5 Stelle di Manfredonia.

FOCUS DEPOSITO GPL ENERGAS
Esclusiva Statoquotidiano: ”CON delibera del 5 giugno 2015, la Giunta regionale pugliese ha espresso, nell’ambito del procedimento ministeriale di V.I.A., in conformità a quanto disposto dal Comitato Regionale per la V.I.A. nella seduta del 25.05.2015, parere favorevole condizionato di compatibilità ambientale, all’aggiornamento istanza di V.I.A. presentata in data 10.11.1999 da ENERGAS S.p.A. ex ISOSAR S.r.l di Napoli, per il progetto di costruzione di un deposito costiero di GPL nel Comune di Manfredonia (FG)“”

Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
40

Commenti


  • Manfredonia non merita questo MOSTRUOSO progetto

    L’inizio della distruzione totale di Manfredonia! Ma è possibile che nessuno riesca a fermare questo spaventoso insediamento?


  • Giuseppe

    A nessuno importa piu’ Manfredonia nessun politico ne di dx ne di sx o di centro ecc, non abbiamo turismo, un mare che neanche a parlarne un porto turistico che chi ha dato il permesso di costruirlo forse pensava di stare in Costa Smeralda.. che brutta fine


  • Antonello Scarlatella

    Voglio augurarmi che sia inesatta questa nota e che il Sindaco faccia chiarezza sulla questione.


  • Giusi

    Manfredoniaaaaaaaaaa se ci sei batti un colpo! Che cosa assurda! Non mi parlate di posti di lavoro perché abbiamo già le belle esperienze dell’enichem e manfredonia vetro. Ci stiamo mettendo la bomba sotto il culo!


  • Indignato

    Ecco qui, questo è il tanto decantato “IL BELLO VIENE ORA!!!”.
    Caro sig Sindaco cosa farà adesso??Avrà il coraggio di fermare questo scempio o scenderà, come sempre, a compromessi che andranno a favore dei politici e a discapito della salute dei suoi concittadini??
    A mio avviso, questo è un film già visto…..spero che, almeno per una volta, il nostro “amato” sig. Sindaco voglia stupirci e dare un finale diverso a questo (ipotetico,ndr) soppruso!!!!


  • Per Gianni Fiore M5S

    Caro Consigliere, cosa si aspetta a chiedere un REFERENDUM Popolare per far decidere TUTTI i cittadini se farlo o non farlo, a prescindere dalle documentazioni d’ufficio che attestino la sicurezza dell’impianto?.
    Sindaco, perche’ non ti fai sentire?
    Ormai non c’e’ piu’ il rischio di non essere votato.
    Ma e’ possibile nascondere certi progetti diabol…. ai cittadini, con un rischio madornale di saltare in aria?.
    Questa (struttura,ndr) non si deve fare.


  • Dragone

    CHISSA’ CHI EFFETTUERA’ I LAVORI…………
    VERGOGNA


  • GLI ARTIGLI TERRIFICANTI DEL MOSTROGAS SI AVVICINANO A MANFREDONIA!!

    Altro che Re Manfredi a Cavallo e il Castello tirato a lucido! Qui il mostrogas si avvicina…si avvicina….NO A QUESTA MEGACENTRALONA DI GAS! NO!


  • Raffaele Vairo

    L’istanza presentata il 1 giugno u.s. dalla società Energas, presso il Ministero dell’Ambiente, ha il solo scopo di evitare ogni confronto politico in sede regionale e comunale; entrambe gli enti, infatti, sono ancora in fase di nomina istituzionale. Si tratta di un vero colpo di mano che denota un disprezzo totale, non solo verso le Istituzioni democraticamente elette ma anche verso i cittadini a cui appartiene la sovranità popolare. E’ un’operazione che mette in evidenza (al di la delle chiacchiere e fanfaluche di circostanza propagandate da questa Società) l’assoluta mancanza di un etica della responsabilità, non solo ambientale ma anche sociale. Questa è una Società che va contrastata (s’intende legalmente) senza sconti ed esclusione di colpi, con una lotta totale e senza quartiere sul piano politico, civile, amministrativo, penale, istituzionale e democratico. Cari concittadini, informiamoci, mobilitiamoci e incalziamo i nostri politici locali, regionali e nazionali per lottare (sempre legalmente) contro la tracotanza e la prevaricazione di questa Società. Possiamo farcela, se siamo e resteremo uniti!


  • REFERENDUM POPOLARE

    Al Comune ci sono due consiglieri che conoscono bene il problema (Manfredonia Nuova e 5 stelle) allora chiedete con urgenza una consultazione popolare! La città e il territorio di Manfredonia sono dei sipontini e non di aziende di gas o eventualmente di politici che avessero avallato il progetto. CHIARO?


  • La costa dei barbari

    E chi cacchio si fida di documentazioni e quant’altro. Andate al diavolo questo orrore non sa da compiere.


  • Per la Redazione

    Perche’ non si puo’ definire tale struttura MAXI BOMBA ?
    E’ offensivo verso di chi?
    Quando poi espodono cosa si fa?.


  • Redazione

    Buonasera accogliamo la sua riflessione, condivisibile, ma al momento non c’è alcuna certezza sulla realizzazione, diversamente da quanto riportato; da qui la moderazione del vocabolo; grazie, Statoquotidiano.it – segreteria@statoquotidiano.it


  • Manfredonia tout court

    I tubi a fronte di spiaggia castello e via dicendo sino a siponto sino ai colossali contenitori. Dormiano balocche e balocchi…dormiamo sonni tranquilli, c’è chi veglia su di noi…..


  • AVVILITO

    Sinceramente non se ne può più..POSSIBILE CHE NESSUNO DICA NULLA? Più semplicemente nessuno potrebbe schiaffare queste notizie sulle bacheche del sindaco o dei neo consiglieri? Ormai così si possono ottenere risposte, solo sbattendogli in faccia la realtà. Sarei grato di sentire anche solo UN parere di chi di dovere, e non le solite scuse. Siamo stufi delle scuse.


  • Enzo

    Le votazioni amministrtive sono una cosa, il dissenso dei cittadini su una questione di questa portata è un”altra. Come può una azienda insediarsi sul nostro territorio se non c’è la sicurezza di poter svolgere il proprio lavoro in piena tranquillità. Non basta un’autorizzazione o due per poter insediarsi. Pensiamo alla condotta sottomarina. Secondo me non li conviene. Il tempo è denaro e specialmente oggi non si può rischiare. Questi dell’Energas desistono.


  • antonella

    Nessun politico manfredoniano ama manfredonia. Nessuno è lesivo e auto distruttivo come lo sono i manfredoniani.


  • attivista

    Cari concittadini vi siete menti la zappa sui piedi da soli , ora è inutile che vi lamentate.


  • Dino

    Il referendum sono indetti dal sindaco su iniziativa del Consiglio Comunale assunta a maggioranza di almeno due terzi dei suoi componenti.

    Purtroppo i cittadini di Manfredonia hanno votato in maggioranza la coalizione di Riccardi.

    L’opposizione è formata da sei consiglieri: tre di Manfredonia al Centro,due del Movimento 5 Stelle e uno di Manfredonia Nuova, non raggiungiamo i 2/3.

    l’altra possibilità è raccogliere cinquemila firme degli elettori di Manfredonia.
    Se poi il segretario comunale non ritiene che sia un’atto tenuto a compiere per Legge, la prima data utile è tra il 15 settembre e il 15 novembre, forse troppo tardi.
    Visto l’avvicinarsi della scadenza dei trenta giorni sarebbe il caso che il Sindaco di Manfredonia si esprimesse prima di tale data.

    inoltre se il dirigente dell’ufficio preposto ritiene (come ha sottolineato la Regione Puglia), mancante di documentazione integrativa ambientale per il rilascio incondizionato della Valutazione di Imbatto Ambientale, deve rigettare l’istanza o chiedere integrazione alla società, negando il permesso a costruire.


  • Teseo col filo

    Sarebbe opportuno a questo punto organizzarci per :
    1- chiedere al sindaco di muoversi…
    2- recarci a Roma per manifestare il nostro dissenso ,
    le ns.preoccupazioni ,le ns. paure…
    3- contrastare ,con la ns.pacifica presenza , l” eventuale
    inizio e proseguo dei relativi lavori di costruzione del
    pericolosissimo impianto/deposito Energas…
    4-raccomandare la ns. anima a Dio SE non si
    riuscirà nel ns.intento…


  • xxx

    Perché noi Manfredoniani non ci riuniamo e ci riprendiamo la nostra città e cacciamo via tutti come abbiamo fatto tanti anni fa quando dove a venire la nave dei veleni !e lasciamoli stare Sti politici che tra varie cose non concludono Mai niente .


  • speranza

    Per Dino e teseo con filo; avete detto delle cose sacrosante, visto che inveire contro tutto e tutti non serve a nulla. Perciò per prima cosa va avvisato il sindaco affinchè dica qualcosa almeno prima della scadenza del termine.
    Seconda cosa ma non meno importante, bisogna organizzarsi. Teseo ha ragione..basta utilizzare solo internet è l’ora di far valere il nostro diritto di scelta. Perciò mi auspico che si creino folti gruppi organizzati.


  • teo

    Condivido con xxx ribelliamoci e Basta ….usciamo gli attributi e togliamoci le bende da gliocchi perché Manfredonia deve essere Turismo non industria …


  • coerenza

    Mi avevate promesso che vigilavate per conto dei cittadini, non pensavo a tanta celerità da parte Vostra. Complimenti, allora mi posso fidare di Voi.
    La questione Energas, la vedo dura. Se mancano pochi giorni, forse è il caso di fare ricorso al Tar, protocollando al comune da parte dell’opposizione un rigetto dell’istanza.


  • Antonello Scarlatella

    Una cosa e’ certa. Se noi Manfredoniani non ci ribelleremo anche con atti di forza a questo ennesimo scempio alla città, allora siamo proprio un popolo di coglioni.


  • Nicola

    Caro Scatlatella, come vedo, continui a scrivere e commentare su ogni articolo. Ricordati il lavoro, lascia stare la tastiera !!!!


  • desolato

    Cari lettori se ci fosse stata la volontà di fermare questo impianto chi ci rappresenta avrebbe dovuto informare i cittadini affinchè si mobilitassero pacificamente per contrastare con raccolta firme e manifestazioni il proprio dissenso,se è la notizia riportata è vera, allora vuol dire che i giochi sono fatti e che servira a poco o nulla manifestare o altro,possiamo solo affidarci ai pochi dell’opposizione M5S in primis che ci tengono aggiornati sulla vicenda.
    PS: spero di sbagliarmi!!!


  • commerciante tartassato

    Il primo responsabile non è il sindaco ma voi che lo avete rivotato.
    Ora tacete !!!
    Una volta iniziati i lavori avete tre anni di tempo per fare le valigie se ci tenete alla vostra pelle ; -)


  • SKIETTINO

    …non disperiamoci affatto.
    I soliti galoppini e leccapiedi sono gia al loro posto per avere il lavoro per i loro familiari come successo durante lo scempio del porto turistico con faraonica inaugurazione…..
    Dove sono tutte quelle facce e quei nomi di politici che solo un mese fa riempivano le pagine di questi giornali di rose e fiori e ‘blateravano’ della vocazione turistica di manfredonia, di infrastrutture, di VUTAMME’ che poi sistemo io le cose….
    I cittadini ancora una volta saranno violentati? Spero di no.
    Perche stavolta c’e’ proprio dal fare la guerra….
    QUESTO SILENZIO E’ ASSORDANTE


  • FRANCESCO BRUNETTI

    Questo è il vero sviluppo economico-energetico-occupazionale di cui ha veramente bisogno il nostro territorio. https://www.youtube.com/watch?v=49NZPki4gR8


  • Lottiamoperlasalutedeifigli

    Manfredonia ha il diritto di vivere, BASTA con questo buonismo, scendiamo tutti in piazza e lottiamo contro chi vuole la nostra fine. Se i nostri lupi affamati di potere non vogliono partecipare chi se nefrega! Riprendiamoci la nostra terra.


  • leleorazi

    Mi sà che se non ci muoviamo, Antonello Scarlatella avrà ragione….


  • La colpa è solo nostra

    Il dado è tratto, nessuno fermerà la costruzione del più grande deposito di Gpl d’europa e uno dei più grandi del mondo, per un semplice motivo, come ha scritto il bravo Antonello Scarlatella, siamo un emerito popolo di coglioni. In un altra qualsiasi cittadina, sarebbero già avvenuti tumulti popolari, qui invece tra ignoranza e torpore accettiamo tutto quello che decide la politica, i poteri forti, i poteri occulti i poteri economici. Nella provincia di Lecce per un solo tubo adibito a trasporto strategico di Gas, stanno facendo una durissima battaglia..qui invece permettiamo tutto. Abbiamo permesso la distruzione di una secolare scogliera in pieno centro i nome di decine e decine di posti di lavoro (scempio inutile) visti i risultati. Il porto turistico si poteva creare all’interno di quello commerciale, niente. Nessuno si ribellò..no si ribellerà nessuno anche questa volta, anche se si tratta di un opera con ipotetici effetti terribili in caso di incidenti, attacchi terroristici, sabotaggi o eventi sismici di una certa gravità. Ma quello che mi sconcerta è il silenzio di tutta la nostra classe politica, nessuno si assume la responsabilità chiaramente. Almeno questa è la mia impressione. Manfredonia non più capitale della chimica ora capitale del gas!! La colpa è nostra solo nostro che approviamo tacitamente tutti gli scempi che sono stati e verrano orditi in questa città che una volta era una delle più belle della puglia.


  • No gas


  • svolta

    Constatando che qualche esponente fa il gioco delle tre scimmiette …. dico che Manfredonia è segnata da un triste destino. Essa da parecchio tempo, dopo la chiusura dell’Enichem, già essa una iattura, fu destinataria della famosa centrale a Carbone, poi a Gas/metano… scongiurata all’epoca da una forte opposizione cittadina.
    Ora, si perpetra quest’ulteriore iattura. Tutti questi progetti vengono portati avanti solo perchè è stato realizzato un porto “industriale” che non ha dato il massimo di se e quindi i decisori pur di farlo funzionare non solo strutturalmente escogitano tutte le negatività che da esso ne derivano alal città che lo ospita a pochi metri dall’abitato.
    Quindi fin quando ci sarà un porto che non produce scambi commerciali, dobbiamo aspettarci questo ed altro…, purtroppo la gestione passiva di quel porto non ha prodotto alcuna utilità e/o incrementi di scambi commerciali dal che si auspicava la sua valorizzazione, che se avveniva sicuramente le navi gasiere non avrebbero mai avuto l’occasione/opportunità di attraccare.


  • Non siete, ma siamo una massa di caproni

    Manfredonia è terra di conquista per mettere in atto i progetti più pericolosi del pianeta, altro che turismo e bla bla bla. Tutto il mondo sa del poco acume di noi sipontini, della nostra superficialità e della nostra cecità. Fossi un alto dirigente della Nasa, sperimenterei a Manfredonia anche progetti di provenienza extra terrestre ed esperimenti derivanti dai computer quantistici. Siamo la razza più sciocca e balorda del mondo esplorato, compreso io naturalmente.


  • antonio

    Avete votato il PD e non i cinque stelle ben vi sta ora tenetevi la mega .a due passi dal paese e questo vi meritate cari concittadini


  • filippo

    Finalmente un articolo dove si parla di lavoroooooop dopo tsnte chiusure….lo volete capire che non si campa d aria o di stipendio statale…anche se sono solo pochi posti….


  • Teseo col filo

    Voglio far presente a “la colpa è solo nostra ” che per la costruzione del porto turistico ,la maggior parte degli abitanti
    del Villaggio dei pescatori con altri pochi cittadini e l”appoggio
    di Legambiente manifestarono il loro parere contrario al su citato
    e cosiddetto porto turistico .


  • La colpa è solo nostra

    x Teseo, appunto manifestò pochissima gente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi