Edizione n° 5373

BALLON D'ESSAI

TURISMO // Erling Haaland al Gino Lisa, ha scelto il Gargano per le sue vacanze
20 Giugno 2024 - ore  14:42

CALEMBOUR

"GIU' LE MANI" // Manfredonia. “Giù le mani”, tutto sull’inchiesta. Avviso conclusione indagini per 10 (NOMI)
19 Giugno 2024 - ore  21:35

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

MANFREDONIA “Il mio nome è futuro, lavoro, famiglia, cultura, legalità. Il mio nome è Vincenzo. Così vogliamo rilanciare Manfredonia”

Il candidato sindaco Di Staso ha illustrato la sua road map programmatica

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
28 Aprile 2024
Manfredonia // Politica //

“Il mio nome è futuro, lavoro, famiglia, cultura, legalità. Il mio nome è Vincenzo”. Si è presentato così alla città l’Avv. Vincenzo Di Staso, candidato sindaco alle prossime amministrative di Manfredonia sostenuto dalla coalizione di centrodestra composta da Udc, Lega, Puglia Popolare e dalle liste civiche Strada Facendo e Chiamami per nome – Di Staso Sindaco.

L’evento che dà il la alla campagna elettorale, si è svolto nella centralissima e caratteristica piazzetta del Pertuso del Monaco prospicente Corso Manfredi alla presenta di numerosi candidati consiglieri, simpatizzanti e cittadini.

Accanto al candidato sindaco Di Staso, Michaela Di Donna (già Parlamentare e responsabile regionale all’organizzazione del partito UDC Puglia), Primiano Di Mauro (sindaco di Lesina e Segretario provinciale della Lega), Claudio Di Lernia (coordinatore provinciale di Puglia Popolare) e Gianni Rotice (già sindaco di Manfredonia e fondatore di Strada Facendo).

Vincenzo Di Staso ha 48 anni, si è laureato in Giurisprudenza all’Università di Foggia e dal 2001 e svolge la professione legale in abito civilistico e penalistico nel suo studio di Manfredonia.

Per diversi anni ha fatto parte del comitato giuridico e del consiglio direttivo della Fondazione anti usura ‘Buon Samaritano’ ed è stato socio fondatore e presidente della Onlus ‘Progetto Futuro Uno’ che si occupava del recupero dei minori e delle donne a rischio, oltre che della lotta allo sfruttamento e alla tratta di donne e minori. “Siamo una coalizione unita e senza contrasti, che ha fatto scelte condivise e coerenti sin dall’inizio, senza sé e senza ma – ha dichiarato Di Staso -. Un gruppo che ha sempre ragionato alla luce del sole dei problemi e delle soluzioni e mai di spartizioni di incarichi e di intrighi personali in qualche stanza lontana dai cittadini. Ho fatto politica militante da tanti anni, orgogliosamente e coerentemente sempre dalla stessa parte. Mi candido con entusiasmo e non ho paura di farlo perché sono sostenuto da un solido ed ampio gruppo di persone perbene e competenti, che amano davvero questa città, e tanta altra gente si sta avvicinando a questo progetto”.

Il candidato sindaco Di Staso ha illustrato la sua road map programmatica. “Manfredonia ha bisogno di una energica scossa per riprendere a correre e superare i tanti ostacoli che la creano.

Avendo avuto esperienza amministrativa – ha aggiunto Di Staso – sappiamo bene più di chiunque altro quali sono i problemi. Quindi, l’impegno è quello di proseguire il percorso iniziato a novembre 2021 dall’Amministrazione Rotice e che stava producendo già risultati positivi e produttivi per il Comune e per la città. Bisogna essere capaci di riaccendere un motore che è stato bruscamente fermato.

Un motore potentissimo che necessità della scintilla di avvio e di una guida esperta. Non occorre nulla di straordinario se non quello di riattivare quel circolo virtuoso di efficienza dei servizi al cittadino e reale sviluppo a beneficio di tutti, in primis il lavoro. L’obiettivo principale è non vedere più nessuno lasciare tristemente e forzatamente Manfredonia per mancanza di opportunità e prospettive”.

Tre priorità di Di Staso. “Rilanciare e rafforzare la macchina amministrativa del Comune, dare slancio allo sviluppo e al lavoro riallacciando i vari rapporti con le Istituzioni, puntare sulla nostra identità e la nostra ricchezza in primis il mare, risorsa sottovalutata ma fondamentale per i segmenti pesca, turismo e infrastrutture, sulla quale l’Amministrazione Rotice aveva posto solide basi sulle quali bisogna continuare a programmare ed investire”.

9 commenti su "“Il mio nome è futuro, lavoro, famiglia, cultura, legalità. Il mio nome è Vincenzo. Così vogliamo rilanciare Manfredonia”"

  1. Carissimo anche il tuo sponsor diceva le stesse cose..
    Per il rilancio di Manfredonia lo abbiamo visto nel mandato di Gianni e per la legalità siamo di nuovo commissariati,per di più con arresti.
    Credo non ci sia altro da aggiungere
    tranne il fatto che è palese come questi sono bravi ad usare la gente che si fa usare.

  2. ANDATE HA LAVORARE COSI CAPITE IL SIGNIFICATO DEL LAVORO . AVETE ROVINATO MANFREDONIA OSPEDALE ORMAI INESISTENTE-LAVORO 0 ED I GIOVANI CHE VANNO VIA E’ QUEL POCO CHE CE E’ SOTTO PAGATO L’IMMONDIZIA ALLE STELLE TRA LE PIU’ ALTE D’ITALIA RISULTATO ATTIVITA’ COMMERCIALI E’ CITTADINI CHE NON RIESCONO HA PAGARLA-STRADE SPORCHE- ECCCC ECCC ADESSO VIENE IL PALADINO LAVORIAMO X I CITTADINI PER RILANCIARE MANFREDONIA ANDATE A ZAPPARE BUFFONI

  3. Quant’ so’ bell’: se “Manfredonia 2024” è la Famiglia Addams, quist’ so’ la Famiglia Addams 2 🤣🤦‍♂️

    @Lorenzo Zchicchie:

    No, ié à cainet’ 🤦‍♂️😂

  4. Caro signor Vincenzo, io non mi permetto mai di giudicare una persona che non conosco, ma conosco l’ operato della Destra nell’ ultima amministrazione.
    Dire che, avete fallito e avete operato da ipocrita è poco.
    La vostra NON AMMINISTRAZIONE è stata di una comicità che ha portato Manfredonia nel ridicolo assoluto.
    Adesso, caro signor Vincenzo, vi ripresentate con ANTIFONE COMICHE E MESSAGGI RIDICOLI, mi sento di dire che siete IPOCRITI.
    Se i manfredoniani sono diventati adulti nel votare, credo che chi ha fallito e chi ha ridicolizzato il paese, fara la giusta valutazione.
    È giusto che facciate la vostra propaganda elettorale, ma evitate di dire che siete per il popolo sipontino.
    Avete dimostrato il contrario in solo due anni di NON GOVERNABILITÀ.
    Buona vita a tutti

Lascia un commento

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.” SIR WINSTON CHURCHILL

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.