Manfredonia

Scomparsa 30enne di Manfredonia, ricordo fedeli Parrocchia S.Giuseppe


Di:

Manfredonia – “CONTINUO a pensare a quello che è successo e mi sembra impossibile. Pensi che certe cose non possano capitare e, soprattutto, non alle persone care nel pieno della salute fisica e mentale, ma la vita non ci risparmia i dolori… condivido con voi questa preghiera“. (Giovanna, 31 agosto 2014, Gruppo Facebook Parrocchia San Giuseppe Manfredonia).

Numerosi gli interventi su Facebook in ricordo di Alessandro Gentile, insegnante di Manfredonia, prematuramente scomparso all’età di 30 anni.

Di seguito un testo pubblicato da Giovanna, sul gruppo Facebook Parrocchia San Giuseppe di Manfredonia, in memoria di Alessandro.

“La morte non è niente” di Henry Scott Holland.La morte non è niente. Sono solamente passato dall’altra parte: è come fossi nascosto nella stanza accanto. Io sono sempre io e tu sei sempre tu. Quello che eravamo prima l’uno per l’altro lo siamo ancora. Chiamami con il nome che mi hai sempre dato, che ti è familiare; parlami nello stesso modo affettuoso che hai sempre usato. Non cambiare tono di voce, non assumere un’aria solenne o triste. Continua a ridere di quello che ci faceva ridere, di quelle piccole cose che tanto ci piacevano quando eravamo insieme. Prega, sorridi, pensami! Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima: pronuncialo senza la minima traccia d’ombra o di tristezza.

La nostra vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto: è la stessa di prima, c’è una continuità che non si spezza. Perché dovrei essere fuori dai tuoi pensieri e dalla tua mente, solo perché sono fuori dalla tua vista? Non sono lontano, sono dall’altra parte, proprio dietro l’angolo. Rassicurati, va tutto bene. Ritroverai il mio cuore, ne ritroverai la tenerezza purificata. Asciuga le tue lacrime e non piangere, se mi ami: il tuo sorriso è la mia pace“.

CIAO, ALESSANDRO!

(“La morte non è niente” di Henry Scott Holland.)

(Gruppo Facebook Parrocchia San Giuseppe Manfredonia)

Redazione Stato

Scomparsa 30enne di Manfredonia, ricordo fedeli Parrocchia S.Giuseppe ultima modifica: 2014-09-03T11:10:18+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Rita Robustelli

    E’ stata una notizia scioccante. Ci eravamo salutati il sabato sera, dopo la messa. Ci si chiede: come è possibile? Ma il disegno di Dio, razionalmente parlando, non si capirà mai! Si prende i migliori: lui era tra questi. Alla moglie e alla famiglia un abbraccio sincero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This